Torino, migrante contro i poliziotti: «Invocava Allah, poi ci ha aggrediti»

Torino, migrante si scaglia contro agenti: «Invocava Allah, poi ci ha aggrediti»

23/04/2019 00.33.00

Torino, migrante si scaglia contro agenti: «Invocava Allah, poi ci ha aggrediti»

L’anno scorso aveva tirato un pugno a un carabiniere, ma dopo poche ore tornò libero. Una guardia giurata: «Era una furia, sembrava indemoniato. Lo abbiamo placcato»

TORINO— «La sorpresa, e il vero choc per me, è stato sentire il suono della lama sulla testa del poliziotto. Uno schiocco che lo ha abbattuto. Un rumore a cui penso e che mi impressiona perché alla fine, se non è morto, è solo per un colpo di fortuna». Nicola La Capra, guardia giurata di Securitalia, ha 36 anni e 18 di servizio. Non è un vigilante alle prime armi. Eppure non riesce a dimenticare la visione di Ndiaye Migui, senegalese di 26 anni, che la domenica di Pasqua, nascosto in una baracca nel cantiere dell’Esselunga — periferia Nord di Torino — agguanta la lama di ferro e la sferra sul capo dell’agente gridando più volte «Allah» e altre parole incomprensibili. «I colleghi non se l’aspettavano, è uscito con quell’arma e ha sferrato colpi con tutta la rabbia del mondo contro il collega della Dora 2: urlava in maniera disumana» racconta un poliziotto che ha cercato di bloccare l’africano. La guardia giurata prosegue: «Mentre l’agente era a terra noi abbiamo pensato solo a buttare giù il senegalese». Così è stato. «Quell’uomo era una furia, ma un poliziotto della volante “Milano 2” è riuscito a disarmarlo restando ferito alla mano», aggiunge l’agente. Alla fine i feriti medicati in ospedale, non gravi, sono tre. E la guardia racconta: «Se non fossimo riusciti a placcarlo, gli avremmo sparato alle gambe: non restavano molte altre alternative».

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo In Edicola sul Fatto Quotidiano del 21 Giugno: Fico: “Ora il salario minimo e nuovo alt ai licenziamenti” - Il Fatto Quotidiano Primarie, il segretario del Pd Enrico Letta vota al Testaccio: 'Grande affluenza, popolo centrosinistra c'è' - Il Fatto Quotidiano

Le testimonianzeI poliziotti feriti e il vigilante, dopo le dimissioni dall’ospedale, si sono ritrovati negli uffici del commissariato Barriera di Milano. Le loro testimonianze andranno a costituire tasselli preziosi nel procedimento per tentato omicidio a carico di Migui, in Italia dal 2016, irregolare e che ha precedenti per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e due decreti di espulsione alle spalle. Nessuno si aspettava quella reazione. Anche perché, quando alle 14.30 di domenica scorsa hanno bussato alla porta della capanna abusiva del senegalese, esortandolo a lasciare la proprietà privata, era soltanto per chiedergli i documenti. Un intervento di apparente routine.

Interviene il ministroAdesso, tra gli agenti, c’è del pesantissimo malumore. Luca Mainardi, ispettore delle volanti e sindacalista del Sap, la domenica di Pasqua avrebbe dovuto essere di turno. È rimasto a casa per un infortunio. Pensando ai colleghi, si chiede: «Fino a quando starà in galera l’aggressore? Come lui ne abbiamo arrestati decine. Che poi vengono sempre scarcerati. Quel fabbricato è in disuso da vent’anni. Tra tossici e senzatetto, gli interventi non li contiamo più». Sull’episodio è intervenuto anche Matteo Salvini. «Portato in questura, ha gridato insulti — ha dichiarato il ministro dell’Interno — contro il presidente Mattarella e il sottoscritto: nessuna tolleranza per i balordi e i violenti che attaccano le forze dell’ordine». Solidarietà ai feriti è arrivata anche dalla sindaca Chiara Appendino e dal governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino. headtopics.com

I precedentiNdiaye Migui avrebbe vissuto almeno 24 giorni barricato nel riparo di fortuna di via Cuneo, armato di spranghe, una mannaia, pietre e catene. Il 29 marzo scorso era già stato notato, per il suo fare sospetto, da una guardia giurata nel cantiere. Il vigilante aveva chiamato la polizia, intervenuta con due pattuglie alle 16.05. Il senegalese era stato arrestato un’ora più tardi per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, dopo che aveva tirato un ceffone a uno degli agenti delle volanti di Dora Vanchiglia. «Salvini è un bastardo, vaff... alla polizia», aveva urlato, spintonando altri agenti, in questura. Portato alla Scientifica, si era rifiutato di farsi prelevare le impronte: la Procura aveva quindi dato — telefonicamente — l’ordine di liberarlo. Migui è sbarcato in Sicilia nel 2016. Da un centro di accoglienza di Ragusa era stato spostato in una comunità a Dronero (Cuneo). Nel gennaio del 2018 il primo arresto, per aver tirato un pugno a un carabiniere, non lo fermò: venne scarcerato dopo poche ore. A febbraio nuovo arresto a Torino per aver malmenato dei poliziotti, ma si ripete lo stesso copione. E nemmeno due provvedimenti di espulsione sono serviti a bloccarlo.

22 aprile 2019 (modifica il 22 aprile 2019 | 22:44) Leggi di più: Corriere della Sera »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

si stava integrando !, ditelo allo Zingaretti , Martina , Saviano !, e ai 200 mila manifestanti a Milano , pro' accoglienza ! Dopo l'invocazione, Allah è arrivato col cammello ? Proprio una risorsa... Lo promuoveranno mediatore culturale 😂 Liberato prontamente seduta stante al telefono da un P. M. scuola Dell ex capo procura da poco in pensione e... Probabilmente già buttatosi in politica Chissà con quale partito... Indovinate.... Non è la legge sbagliata La discrezionalità va usata in saggezza in mano a saggi PM

Torino: due agenti aggrediti con una sbarra da un uomo che gridava 'Allah akbar'A svelarlo il ministro degli Interni: 'In questura ha insultato Mattarella e il sottoscritto'. I poliziotti non sono gravi Pagato? sparategli alle gambe mattarella a parte.....la prossima volta spero non siano solo insulti

Torino, aggredisce poliziotti con una sbarra e grida «Allah akbar»: fermatoHa aggredito due poliziotti e una guardia giurata con una sbarra di ferro. E’ stato fermato e portato in questura Risorse Grazie lauraboldrini Grazie robertosaviano Grazie a tutti i comunisti di merda che odiano l'Italia Grazie Voleva augurare buona Pasqua a suo modo Spararlo subito.

Torino, morale e forma alle stelle. Pronti per la bestia nera MilanDopo la vittoria col Genoa per Mazzarri e i suoi testa alla sfida di domenica al Grande Torino. I rossoneri di Gattuso non perdono con i granata dal 2001. Belotti e Ansaldi sono certezze ma non ci saranno gli squalificati Zaza e Baselli

Torino, Mazzarri: 'Non sarà un crocevia, ma dovremo essere al top'Alla vigilia della partita col Genoa, l'allenatore toscano carica i suoi: 'Dobbiamo concretizzare di più, possiamo fare bene'

Torino: aveva già aggredito altri due agenti il senegalese che ha ferito al grido di 'Allah è grande'Fermato, era stato scarcerato dal giudice: ora dovrà rispondere di tentato omicidio Un senegalese. Rimpatriateli tutti Infatti era alla sbarra È da un po' che i delinquenti da tutto il mondo vengono e si ingrassano qui in Italia. Hanno la certezza che comunque vada con le leggi che abbiamo, la galera non la fanno, con la scusa carceri piene. Perché

Torino, Salvini: 'Un uomo ha ferito due agenti con una sbarra di ferro urlando Allah Akbar e insultato me e Mattarella' - Il Fatto Quotidiano“A Torino un uomo, verosimilmente straniero, ha aggredito due poliziotti colpendoli con una sbarra di ferro mentre urlava ‘Allah Akbar‘. Portato in questura, ha gridato insulti contro il presidente Mattarella e il sottoscritto”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, aggiungendo: “Uno dei poliziotti è stato ferito alla testa, l’altro alla mano. A loro … Se avesse solo insultato te e Mattarella gli avrei dato una medaglia al merito Salvini non buttare la palla in tribuna Poteva usare ilmitra del suo social manager no?

Colpisce agenti e grida 'Allah Akbar', Salvini: 'Tolleranza zero''Un uomo, verosimilmente straniero, ha aggredito due poliziotti colpendoli con una sbarra di ferro', dice il ministro dell'Interno. Aggressore fermato, in corso identificazione Non si riesce a capire che miliardi di persone al mondo sono condizionati da dettami e dogmi che agiscono come rinforzo sulla base di cervelli già di per se nella misura di un rettile,se non si prende coscienza di questa cosa passeremo secoli a battagliare tra una bomba e l'altra È stato fermato e portato in Questura a prendere un caffè. Ma questo tipo è l aggressore?

Torino, chiusa e violentata nello scantinato: «Io merce di scambio per la droga»La ragazza è riuscita a chiamare la polizia dopo essere fuggita dalla sua prigione. In manette una marocchina: l’avrebbe costretta a prostituirsi È la nuova Itaglia, quella del pd

Torino, ragazza rinchiusa in uno scantinato e violentata da 2 spacciatori - Tgcom24La denuncia della vittima che è riuscita a fuggire: 'Una donna marocchina mi ha minacciata con un taglierino e usata come merce di scambio per la droga' Risorse... Ordinaria amministrazione da negri. Li hanno voluti e ne subiamo le loro stronzate. Ho sentito la puzza di negro già dal titolo nonostante non ne camparisse la specifica etnia dei violentatori. i veri stupratori della ragazzo sono i terroristi istituzionali di questa repubblica criminale

Torino: sequestra una ragazza e la fa violentare per pagarsi le dosi di drogaIn manette una marocchina, continua la caccia agli stupratori Boldrini, sx e compagnia dove siete? 😨 matteosalvinimi GiorgiaMeloni iveri violentatori sono i terroristi istituzionali di questa repubblica assassina

Social tech, Torino diventa un ecosistema a impattoStartup, terzo settore, acceleratori e finanza filantropica: la città crea un’allenza tra pubblico e privato per cogliere i bisogni della società post-industriale