Andrea Daniele Signorelli, News, 5G, Huawei, Telefonia, Cina

Andrea Daniele Signorelli, News

Ti preoccupa il 5G? La Cina si sta già preparando al 6G

Ti preoccupa il 5G? La Cina si sta già preparando al 6G

20/10/2021 04.27.00

Ti preoccupa il 5G? La Cina si sta già preparando al 6G

Nonostante le battagliere promesse, gli Stati Uniti sembrano essere rimasti indietro, mentre l’Europa cerca di ritagliarsi un ruolo

È ancora presto per fare un bilancio deglieffetti concreti che(l’ultima generazione di trasmissione dati mobile) sta avendo sulla società, ma una cosa è certa: la Cina è uscita vincitrice da una delle sfide tecnologiche più importanti degli ultimi anni. Lo

Duplice violenza sessuale nel Varesotto, due fermati - Lombardia Super Green pass, ecco le Faq del governo - Cronaca Aumentano i bambini ricoverati per Covid “Forme di malattia severa nelle pediatrie”

confermaun’analisi di Bloomberg, secondo cui il Paese “ha la maggior impronta 5G mondiale”, mentre il colosso cinese Huawei “domina globalmente sugli altri fornitori”.Nel tentativo di rimediare a quella che è sicuramente stata vissuta come una bruciante sconfitta, gli Stati Uniti scommettono direttamente sul 6G, l’ulteriore generazione di trasmissione dati che però, a oggi, esiste solo a livello teorico: “Questa volta non dobbiamo permettere che l’opportunità di conquistare una leadership generazionale ci sfugga così facilmente”, ha detto, parlando sempre con Bloomberg, Vikrant Gandhi, responsabile delle tecnologie informatiche per la società di consulenza Frost&Sullivan.

Le battagliere affermazioni che che sono giunte dagli Stati Uniti (tra cui il memorabile tweet con cuil’ex presidente Trump affermavadi volere “il 6G il prima possibile”, ammettendo di fatto la sconfitta), si scontrano con una dura realtà: questa nuova tecnologia non vedrà la luce prima del 2030, ma già oggi la Cina è in netto vantaggio per numero di brevetti relativi alle tecnologie fondamentali per il 6G. headtopics.com

Il quotidiano finanziario giapponeseanalizzatooltre 20mila brevetti, dimostrando come oltre il 40% di questi sia stato depositato da realtà cinesi. A primeggiare, alla faccia delle sanzioni statunitensi, è sempre Huawei, seguita da società statali come la pechinese State Grid Corporation (servizi elettrici) e la China Aerospace Science and Technology. Non solo: nel novembre dello scorso anno, la Cina è stata la prima nazione a testare, via satellite, le onde radio che potrebbero potenzialmente ospitare le trasmissioni 6G, mentre Huawei ha inaugurato un centro di ricerca in Canada.

Leggi di più: La Stampa »

In Castagnola di sopra (ms)superato il 5G e pronto il. 9p,,,,,, Molto bene la Cina. Ma che ce ne facciamo? Un 4G potenziato fa già tutto

Canarie. 'Siamo in balia del vulcano'. Il Cumbre Vieja non accenna a placarsiPreoccupa l'inquinamento atmosferico dovuto all'inversione termica che trattiene i gas nocivi prodotti dall'eruzione. Le autorità raccomandano l'uso di mascherine FFP2 TRIESTE PORT ITALY - Police charging and beating peaceful protesters Dittatura vulcanica Per le ffp2! Affari loro.

Vlahovic contestato a fine partita da alcuni tifosi viola. Venuti difende lui e la squadraA fine partita alcuni tifosi viola contestano Vlahovic. Venuti difende lui e la squadra VeneziaFiorentina

Wanda, un investigatore per provare il tradimento di Icardi. «Aria di divorzio»Dall’Argentina sicuri: la moglie e procuratrice ha fatto spiare il marito. Intercettati i messaggi con «China» Suarez: «Vediamoci di nascosto dove non ti conoscono» E quindi? basta......

La Cina smentisce il lancio di un missile ipersonico: 'Testato veicolo spaziale'Una prova di routine, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri, 'per verificare la tecnologia riutilizzabile del veicolo spaziale' Dopo 'l'incidente' di Wuhan Speriamo che la Cina non ci riservi qualche altra brutta sorpresa! la cina smentisce? come il covid?

Segnalazione dei sindaci interna ma anticipata agli squilibri patrimonialiLe differenze tra il Codice della crisi e il decreto atteso oggi al via libera definitivo

Appello dei figli di Djalali, il medico condannato a morte in Iran: “Da 2 mila giorni senza nostro papà”Il ricercatore ha lavorato tra il 2012 e il 2015 al Crimedim di Novara, il centro di ricerca dell’Università del Piemonte Orientale Nodo alla gola con un singulto