Tensione Pd e M5S, taglio al cuneo al bivio tra detrazione fiscale o nuovo bonus

Tensione Pd e M5S, taglio al cuneo al bivio tra detrazione fiscale o nuovo bonus

14/01/2020 13.44.00

Tensione Pd e M5S, taglio al cuneo al bivio tra detrazione fiscale o nuovo bonus

Dopo che il ministro dell’Economia Gualtieri ha annunciato l’intenzione di convocare le parti sociali venerdì 17 gennaio, la vice ministra dell’Economia Laura Castelli ha messo in evidenza la necessità di trovare prima una linea unitaria su cuneo e riforma Irpef

Leggi di più: IlSole24ORE »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Il Pd cerca l’anima in abbazia - La StampaPrima il tentativo di cambiar passo all’azione di governo, poi l’annuncio di svolte radicali (cambio di nome compreso), quindi un conclave per cominciare a tratteggiare il partito che sarà. Discutere non fa mai male, soprattutto in tempi complessi come quelli attuali. E del resto, con il raduno nell’Abbazia di Contigliano, la sinistra riprende un’antica e non inutile tradizione di confronto. E nel contempo, prova a rispondere alla critica più frequente subita nell’ultimo paio di anni: non aver mai riflettuto sulle ragioni della bruciante sconfitta del marzo 2018, e sulla necessità di mettere in campo idee nuove. A una prima occhiata, dunque, il Pd sembrerebbe alla vigilia di scelte importanti. Si potrebbe aggiungere: forse non più rinviabili. Di fronte alla vera e propria rivoluzione di linguaggio, toni e programmi operata dalla destra (si pensi a cosa erano ancora nella scorsa legislatura) è infatti evidente l’usura di una controricetta “tradizionale”, arricchita da un po’ di modernismo e di europeismo rassicurante. Provare a innovare, insomma, è giusto. E anche immaginare scelte coraggiose è certamente opportuno. Dopodiché, è chiaro che sull'efficacia della “rivoluzione” - se sarà davvero avviata - peseranno molti fattori. A oggi, sono già evidenti i due più importanti e ravvicinati: il risultato delle elezioni in Emilia-Romagna e la correttezza delle analisi di partenza. Del voto del 26 gennaio si è ormai detto tutto. E molto si è scritto anche delle possibili conseguenze. Da qualche parte, però, adesso si sente sussurrare che in caso di sconfitta il governo potrebbe rimanere al suo posto, visto che il voto era su altro. È una tesi costituzionalmente corretta. Che politicamente, però, non fa i conti con l’impatto - perfino psicologico - che quell’esito avrebbe sul Pd, e anche oltre il Pd. Se una svolta va avviata, insomma, va avviata: e la storia insegna che, non di rado, sono le sconfitte a render necessari e produrre cambi di rotta e accelerazioni Ma il voto de Chissà quante madonne... ...Insomma, confusione totale Pd Una parola: FUFFA

Il Pd si è convinto: trattativa impossibile, Aspi va revocata - Il Fatto QuotidianoCosa fare con Autostrade per l’Italia è telenovela che va avanti da un anno e mezzo e due governi. Negli ultimi giorni, però, va registrata una novità di rilievo: anche il Pd – dal segretario Nicola Zingaretti alla ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli – si è convinto che la strada da prendere è la …

Pd, Orlando: 'Discontinuità con il governo gialloverde c'è già stata. Un'alleanza politica con il M5s anche con il voto? Assolutamente sì' - Il Fatto Quotidiano“La discontinuità (tra governo gialloverde e nostro ndr.) credo ci sia già stata. Naturalmente poi va strutturata, non declamata, ma fatta vivere nella quotidianità del lavoro parlamentare”. Così il vicesegretario Pd Andrea Orlando rispondendo ai giornalisti a margine del seminario dem nel Reatino. “Un’alleanza politica con il M5s anche se si tornasse al voto? Assolutamente … Sarei perfettamente d'accordo. Ma quanti sono gli alienisti? Questi due partiti vergogna non sanno più che pesci prendere...

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 13 Gennaio: Autostrade, la revoca è pronta: ora il Pd è d’accordo coi 5Stelle - Il Fatto QuotidianoAutostrade, la revoca è pronta: ora il Pd è d’accordo coi 5Stelle. “Trattativa impossibile” - La famiglia Benetton spaccata sulla maxi-multa M5S SCHIFO ASSOLUTO ... E su Azzolina?!? Io sto cercando una spiegazione semplice Questi fanno ca. 4.000 Mio Euro all'anno x ca. 10 anni x utili (EBITDA) oltre 60%, che dopo un po’ di pulizia lasciva in tasca cash (non solo utili) da 800 a 1.000 Mio Euro/y. Adesso se ne vanno e lasciano tutto in malora e va bene così?

Primarie Pd in Puglia, vince Michele Emiliano con il 70%: è di nuovo il candidato governatore. Alle urne in 80mila: affluenza in calo - Il Fatto QuotidianoSarà il governatore uscente Michele Emiliano, a correre alle prossime elezioni per la presidenza della Regione Puglia. In 80mila si sono recati alle urne, un numero in calo rispetto ai 134mila del 2014. Emiliano ha vinto con oltre il 70 per cento delle preferenze distanziando con largo margine i tre sfidanti: il consigliere regionale Fabiano … Il nuovo che avanza..... sempre le stesse persone a che serve votare Siete destinati all’estinzione se votate un incapace totale come quello

2xmille ai partiti, in aumento gli italiani che donano alla politica: Pd in vetta, crescono Lega e Fdi. Balzo dei Verdi nell'anno di Greta Thunberg - Il Fatto QuotidianoAumentano i contribuenti italiani che decidono di destinare il 2xmille ai partiti politici (qui la lista completa). Nella dichiarazione dei redditi dell’anno appena concluso, secondo il sistema introdotto nel 2014 per sostituire il finanziamento pubblico alle organizzazioni politiche, le donazioni sono cresciuta del 27,6%. In testa c’è il Partito democratico con 8,4 milioni di euro … lercionotizie Donare soldi a Gentiloni Salvini e Meloni sarebbe da ergastolo in qualsiasi altro paese del.mondo !! Ma al M5S che restituiscono una parte importante dei loro soldi ai bisognosi si può donare il 2 per 1000?