Tamponi salivari, pronta la circolare per equipararli ai molecolari. La Lombardia aveva chiesto l'approvazione al Cts quattro mesi fa - Il Fatto Quotidiano

Tamponi salivari, pronta la circolare per equipararli ai molecolari. La Lombardia aveva chiesto l’approvazione al Cts quattro mesi fa

14/05/2021 21.47.00

Tamponi salivari, pronta la circolare per equipararli ai molecolari. La Lombardia aveva chiesto l’approvazione al Cts quattro mesi fa

Il ministero della Salute è pronto a sdoganare i tamponi salivari molecolari. Finalmente, visto che ci sono voluti mesi per l’ok definitivo a questo strumento di screening utilizzabile per gli alunni delle scuole, mentre la relativa circolare è stata data per pronta più volte negli ultimi giorni. “Uscirà oggi”, assicurava questa mattina a ilfattoquotidiano.it Giovanni …

equiparii salivari molecolari ai tamponi nasofaringei, si perdono gran parte dei vantaggi perché ogni risultato positivo va validato da untampone classico, con spreco di tempo e risorse.Vedi AncheOra l’equiparazione ci sarà, ma si sono dovuti aspettare

Ema: il vaccino AstraZeneca è valido per tutti Coronavirus, ultime notizie in Italia. Gimbe: “Perplessità su mix vaccini, ok basato solo su 4 piccoli studi” Inghilterra, la variante indiana stoppa le riaperture. Boris Johnson: 'Siamo preoccupati, ancora un mese di pazienza'

quattro mesi, un periodo in cui i salivari molecolari avrebbero potuto contribuire a tenere sotto controllo icontagi nelle scuole, magari evitandone la chiusura. La prima nota inviata da Regione Lombardia al Cts è del 12 gennaio: un documento in cui vengono citate una serie di pubblicazioni scientifiche internazionali che già dimostrano l’affidabilità di questo strumento diagnostico. Perché la questione venga messa all’ordine del giorno di una

riunione del Cts, ci vogliono però due mesi: il 12 marzo viene convocatoDanilo Cereda, dirigente dell’unità operativa Prevenzione di Regione Lombardia, che chiede possano partecipare anche duericercatrici dell’università di Milanoper descrivere in prima persona i risultati ottenuti. Ma nonostante la loro presenza, headtopics.com

l’audizione saltae il tema test salivari non viene nemmeno affrontato. Come mai? Rezza dice di non ricordare nello specifico quella riunione, mentreFabio Ciciliano, segretario del vecchio Cts e membro del nuovo entrato in carica il 17 marzo, spiega: “Andammo lunghi per

altri temiall’ordine del giorno, poi il Cts si è riorganizzato e non abbiamo più avuto modo di ospitare le ricercatrici dell’università di Milano”.La richiesta di, in sostanza, non trova nemmeno ascolto. Eppure proprio in quei giorni il

tema scuoleè particolarmente sentito: molti studenti sono in dad, mentre il lunedì successivo, il 15 marzo, inzona rossavengono chiusi tutti gli istituti, persino gliasili nido. Passano ancora settimane infruttuose, finché il 20 aprile il ministro della Salute Roberto Speranza, nel corso di una riunione della

Conferenza Stato Regioni, dice che tutti i tipi di test già autorizzati in Paesi che fanno parte del G7 possono essere utilizzati anche in Italia. È il caso dei salivari molecolari, già autorizzati inStati Uniti, Francia, Giappone, tra i Paesi del G7, ma anche altrove come in headtopics.com

Pubblica amministrazione, il primo concorso con la 'formula Brunetta' è un flop: allo scritto si presenta poco più della metà degli ammessi. Ministero costretto a riaprire le selezioni - Il Fatto Quotidiano Bari, 54enne in rianimazione: “Ischemia dopo vaccino”. Era in cura per “trombosi venosa periferica”. Il 26 maggio immunizzato con J&J - Il Fatto Quotidiano Fondazione Gimbe: “Perplessità su mix vaccini. Siamo fuori dalle condizioni autorizzate”

Svizzera. Alle parole di Speranza non segue però per giorni alcuna circolare del ministero che li equipari ai nasofaringei.Come mai c’è voluto tanto tempo? “Non c’era un’indicazione a livello europeo– dice Rezza -. Abbiamo messo in piedi un gruppo di microbiologi per le dovute valutazioni. Un test non può essere immediatamente approvato a prescindere dalle

evidenze scientifiche, dopo di che si sono accumulate evidenze sul fatto che i test molecolari, anche se su matrice salivare, funzionano piuttosto bene”. Rezza tocca anche un’altra questioni: “I test molecolari impegnano molto ilaboratori di analisi. La Lombardia sembra in grado di fare test molecolari sui ragazzi delle scuole. Ma per altre Regioni uno screening con test molecolari rischia di distogliere i laboratori da

altre attività. La svolta vera sarebbe quella di riuscire a fare itest salivari rapidiin modo da non intasare i laboratori. Al momento poi non c’è alcuna indicazione di fare test a tutti nelle scuole. Se poi una Regione inizia a farlo, va benissimo”.

Lo scorso 3 maggiol’agenzia dell’Unione europea Ecdc(European Centre for desease prevention and control) ha messo nero su bianco che i campioni di saliva possono essere usati in alternativa a quelli nasofaringei. Parere che però un Paese come la Francia ha ritenuto di non dover aspettare per partire con i test salivari molecolari. E resta il fatto che la nota di Regione Lombardia di gennaio, come detto, faceva già riferimento a diversi headtopics.com

articoli scientificisul tema, alcuni dei quali ripresi un mese fa dalla prestigiosa rivista scientificaLancet Respiratory Medicine. Intanto proprio in Lombardia, dove la partita dei molecolari salivari è stata seguita dalla vice presidente della commissione Sanità del Pirellone,

Simona Tironi(Forza Italia), è iniziato questa mattina unoscreeningin diverse scuole. “Sono 45 le scuole dell’infanzia che li stanno facendo, 81 le primarie e 50 le scuole secondarie di primo grado – ha detto l’assessora al Welfare Letizia Moratti-. Sono coinvolti 5.000 studenti in tutte le province della Regione”. Senza aspettare la circolare del ministero.

A Londra, Wembley Park ha già vinto i suoi Europei di calcio Il bollettino 907 nuovi casi (la prima volta sotto mille contagi da settembre) e 36 morti Biden unisce la Nato contro Cina e Russia: “Sono una minaccia”

@gigi_gnoSostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.