Sulla Costa delle Miniere, la Sardegna (più bella e selvaggia) che conquista il cuore - VanityFair.it

Siamo stati a Buggerru e Fluminimaggiore per il festival di cinema viaggio Andaras (di cui siamo stati giudici). Ecco cosa abbiamo scoperto, e perché vorremmo che solo chi ama davvero la natura (e l'isola) scelga di venirci

01/08/2021 18.30.00

La Sardegna è capace di stregare chiunque per le sue spiagge lunghe e bianche su cui crescono i gigli, per il profumo del mirto, per le giornate di sole sfacciato che la sera si trasformano in nottate fresche. Chi c'è stato, lo sa...

Siamo stati a Buggerru e Fluminimaggiore per il festival di cinema viaggio Andaras (di cui siamo stati giudici). Ecco cosa abbiamo scoperto, e perché vorremmo che solo chi ama davvero la natura (e l'isola) scelga di venirci

Paola ManfrediLa Sardegna che conquista il cuore, va detto, non è mai stata quella dei locali alla moda, quella di lusso e sfarzi. La Sardegna capace di stregare chiunque ci mettesse piede è quella intima e più vera, sono le spiagge lunghe e bianche su cui crescono i gigli bianchi, la macchia mediterranea e il profumo del mirto, del cisto, dell’elicriso, le giornate di sole sfacciato che la sera si trasformano in nottate fresche e quiete. È quella solida dalla tradizione, del popolo sardo, della sua unicità.

La Trattativa dei boss all’insaputa dello Stato - Il Fatto Quotidiano In Gran Bretagna benzina razionata: a Londra sta arrivando «l'inverno dello scontento» Insulti razzisti a Maignan, il tifoso: «Mi scuso, avevo bevuto. Vorrei incontrarlo e dirgli che mi dispiace»

Quella sensazione di essere su un’isola, lontani da tutto. È la Sardegna che non si trova più dove è stato permesso uno sviluppo turistico senza freno, mache si ritrova qui, intatta, aspra, e incantevole nella Costa delle Miniere, a sud ovest dell’isola.

Un lungo tratto di costa vergine, un territorio intatto che ha ancora davanti a sé l’opzione di scegliere che cosa diventare: se seguire la strada del turismo sovraffolatoo se permettere uno sviluppo ecologico che offra servizi di alta qualità a chi in Italia cerca ancora una natura intatta e integerrima. headtopics.com

Un turismo di cultura e di rispetto per l’isola, che è quello che sta promuovendoAndaras Film Festival,il festival del cinema corto di viaggio, che arrivato alla terza edizione porta in questi luoghi, dal paese diFluminamaggiore, a Bugerru, a Portixeddu

, le voci di tutto il mondo.In quest’ultimo anno ci siamo dimenticati di quanto mondo ci mancava, e di quanto mondo il cinema possa portare nelle nostre vite. Per questo i giorni di Andaras, dal 20 al 27 luglio, sono stati ancora più belli: storie di pastori, storie di guerra, di anziani che «alzano» la voce a loro modo, di migranti e di muri, di resistenza agricola, di un dissidio arabo israeliano che si risolve ridendo in una macelleria. E poi gli incontri con artisti, attori, fotografi, film-maker, reporter… Insomma,

storie di mondo, dentro le quali si entra in una serata calda d’estate, in una piazza davanti al mare,insieme ad altre persone che come noi hanno voluto venire qui a godere delle cose ancora belle. Quelle che poco hanno a che fare con il turismo,e che molto di più hanno a che fare con il viaggio e la persistenza della presenza culturale nei luoghi

.– giudici di Andaras per la sezione Food, curata dal festival in collaborazione conSlow Food Italia– abbiamo scoperto la zona con gli altri invitati. A partire dal paese diBuggerru, dove nel 1904 scoppiava il primo sciopero organizzato d’Italia: 5000 minatori insorsero quando a condizioni già durissime di lavoro venne tolta un’ora di pausa nelle ore più calde (e il caldo qui può essere veramente caldo). La rivolta portò sì al recupero di quell’ora, ma al durissimo scontro tra militari e minatori, che contò 3 morti e 11 feriti. Un eccidio, in cui il coraggio dei minatori portò, per primo e per sempre, a una coscienza di diritto del lavoro. È la storia che apprendiamo da headtopics.com

Per la Trattativa condannati solo i mafiosi, assolti Dell’Utri e i carabinieri: ecco perché (in attesa delle motivazioni dell'Appello) - Il Fatto Quotidiano Dodicenne vince causa contro il padre no vax, può vaccinarsi Onorato indagato per bancarotta a Milano “Soldi usciti dai bilanci per spese personali” - Il Fatto Quotidiano

StefanoGalleria Henry, tunnel minerario scavato dentro la montagna e verso il mare proprio sopra il paese di Buggerru. Una passeggiato suggestiva di oltre un chilometro con scorci sul mare che racconta bene la storia di questi luoghi.Qui si produceva la stragrande percentuale di zinco mondiale e i ricavi delle compagnie minerarie erano ingenti. Proprio a Buggerru la

Societé des mines de Malfidanodi Parigi, che aveva la concessione sulla miniera, aveva la sua sede,una «petit Paris»– solo per dirigenti – che qui, lontani dal mondo, aveva però le più grandi modernità di fine Ottocento: elettricità ed acqua corrente,

un cinema inaugurato niente meno che da Monsieur Lumière, un teatro, un sarto che con i tessuti di Parigi cuciva gli abiti più eleganti perché signore e signori potessero partecipare a feste sfarzose.Quell’epoca passò e tramontò definitivamente dopo la metà del 1900. L’ultima miniera in Sardegna chiuse agli inizia degli anni Novanta e oggi questo patrimonio di memoria industriale e sociale rimane aperto per offrire un panorama diverso.

Qui si vive un turismo per pochi, con spiagge immense e selvagge, con ristoranti, chioschi e baretti pronti a offrirvi il meglio della cucina locale(menzione speciale per spaghetti areselle e bottarga all’Ancora di Portixeddu, e per la pizza ai ricci di mare di Fluminimaggiore da Su Delegau). headtopics.com

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Willy, la mamma dei fratelli Bianchi: “Manco fosse morta la regina”

Leggi su Sky TG24 l'articolo Omicidio Willy, la mamma dei fratelli Bianchi: “Manco fosse morta la regina”

Esonero contributivo sulla base del reddito della professioneLe risposte del ministero del Lavoro ai dubbi delle Casse di previdenza

Francesco Pantaleo, lo studente trovato carbonizzato a Pisa, e la bugia ai genitori sulla data della laureaEra scomparso una settimana fa. Improvvisamente, senza una telefonata ai genitori, senza scrivere biglietti o lasciare messaggi via social, e senza una ragione apparente. Ma non era una fuga

Lady Kitty Spencer, accompagnata all’altare dai fratelli: «Il momento più bello» - VanityFair.itLa modella, nipote di Lady Diana, si è sposata a Roma con il magnate Michael Lewis: al suo fianco non il papà Charles, bensì Louis e Samuel: «Massimo orgoglio», ha scritto lei sui social, «è stato come uno sogno»

OnePlus, ecco il nuovo smartphone di fascia media che si ricarica in 15 minuti - VanityFair.itPuò ospitare contemporaneamente due schede SIM 5G e permette di scattare fotografie ad alta risoluzione grazie alla tripla fotocamera AI da 50 MP: ecco il nuovo OnePlus Nord 2 5G

Francia, il papà realizza un robot che permette al figlio di camminare - VanityFair.itOscar, 16 anni, non può camminare. Suo padre, ingegnere robotico, ha progettato un esoscheletro per aiutarlo

Malala Yousafzai: «L’istruzione delle ragazze promuove la crescita economica» - VanityFair.itL’attivista e premio Nobel per la Pace ha spiegato che Il mondo sta affrontando una crisi dell'istruzione femminile, esacerbata dalla pandemia