Stati Uniti, il diritto all'aborto è appeso a un filo: ecco perché

ABORTO La legge del Mississippi rischia di mettere in discussione il diritto a interrompere la gravidanza

05/12/2021 11.09.00

Usa, il diritto all’aborto è appeso a un filo: la legge del Mississippi dimezza il tempo a disposizione per interrompere la gravidanza. E la Corte Suprema, in mano ai conservatori, potrebbe approvarla

ABORTO La legge del Mississippi rischia di mettere in discussione il diritto a interrompere la gravidanza

farsi carico di un lungo viaggioeSi tratta di un esito che riflette gli orientamenti generali degli americani? Non proprio. Un sondaggio Gallup dello scorso giugno mostra che il 58 per cento degli americani è contrario alla cancellazione della Roe vs. Wade. Esistono poi sfumature diverse. Per esempio, una ricerca della

la maggioranza degli americani continua a essere pro-choiceRonald Reagan, hanno usato fino in fondo il loro diritto di nominare giudici federali tendenzialmente anti-aborto (Reagan nominò 402 giudici, un record). Parallelamente, negli Stati e nelle città da loro controllati, i repubblicani approvavano norme che rendevano sempre più difficile praticare l’interruzione di gravidanza: da limiti sempre più stringenti all’assunzione di medici abortisti all’aggiunta di regole impossibili da applicare per le cliniche che si occupano dei diritti riproduttivi delle donne. Soltanto nel 2021,

Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Ballottaggio elezioni Parma, il nuovo sindaco è Michele Guerra

Leggi su Sky TG24 l'articolo Ballottaggio elezioni comunali Parma, il nuovo sindaco è Michele Guerra Leggi di più >>

Sono contento per le vite dei bambini che saranno salvate Ma uccidiamoli cazzo ste bambini!! 🔪

Cipro, Papa Francesco: i lager nel XX secolo? Ci sono anche oggi, sono per i migrantiIl Pontefice all’incontro ecumenico a Nicosia: il filo spinato è simbolo d'odio, Dio risvegli la coscienza L'importante è per Papa Imbroglio che i migranti non scavalchino le mura Vaticane. No sono per chi non vuole LEGITTIMAMENTE iniettarsi fuffa sperimentale il Papastro i gulag li ha imposti in Vaticano e li sostiene in Italia mediante la persecuzione dei NoVax con obbligovaccinale e greenpass pure super😎

'Gestiva un traffico di droga': arrestata una 36enne militante della Lega. Sui suoi social selfie con Salvini e post anti-green pass - Il Fatto Quotidiano“Gestiva un traffico di droga”: arrestata una 36enne militante della Lega. Sui suoi social selfie con Salvini e post anti-green pass Questa sì che è una notizia! Salvini ha foto con tutti, basta avvicinarlo e chiedere una foto beh che c'è di strano? perchè quello della lega che l'han beccato con la coca? il problema in I taglia è proprio questo MANCANZA DI AMORE X LA LAGALITA' e x contro solidarietà x i furbetti (rentzie, berluska, craxi ai suoi tempi) La Lega, per essere un partito che ha fatto una battaglia ideologica contro la droga , è molto coerente con se stessa !

Veneto, Zaia: 'Siamo appesi a un filo: due parametri da zona gialla già superati. I No vax? Non li odio ma vaccinarsi è la soluzione'Veneto, Zaia: “Siamo appesi a un filo: due parametri da zona gialla già superati. I No vax? Non li odio ma vaccinarsi è la soluzione” La soluzione per cosa, che 2 vaccinazioni non sono servite e mettono la terza? In Israele sono alla 4a... Io boh. Tra l'altro 20€ a dose per 96 milioni di persone....(2 dosi) senza la terza sono già 18 miliardi, e io non vaccinato pago pure i vaccini agli altri..... Fake

Sangiovanni: «La musica, che non mi tradirà mai»Il cantante da record è tornato sul palco ospite di Radio Italia Live. Voce (da Malibu e Perso nel buio) e parole: «La musica è la mia persona su cui posso sempre contare, è casa»

'Basta matrimoni forzati', la concessione dei talebani alle donne afghaneUn decreto del governo in Afghanistan concede alle donne il diritto di dare il consenso al proprio matrimonio: apertura o fumo negli occhi? 3dicembre

X Factor 2021, i look della semifinaleSiamo alla penultima puntata dell'edizione n.15 del talent show e ne abbiamo viste di tutti i colori, anzi no, boh, insomma: nel senso che, dal punto di vista modaiolo, pochi sono stati i fuochi d'artificio e a imperare è stato il nero, paillettes verde acido di Mika a parte