Stati generali a porte chiuse ma si parte con il “one-man-show” del premier

Stati generali a porte chiuse ma si parte con il “one-man-show” del premier

14/06/2020 00.08.00

Stati generali a porte chiuse ma si parte con il “one-man-show” del premier

Nel primo giorno l’evento voluto da Conte per raccogliere idee per il “rilancio” del Paese si è limitato a un trasferimento dei ministri da palazzo Chigi a Villa Doria Pamphili, dove hanno ascoltato i big europei in video-conferenza

22:06ROMA. Nel seicentesco Casino del Bel Respiro il presidente del Consiglio e i suoi ministri hanno appena finito di passeggiare tra i sontuosi stucchi e le statuine barocche dei principi Doria Pamphili e finalmente alle 10,25 si siedono tutti attorno ad un lunghissimo, bizzarro tavolo arancione: da quel momento ha inizio un piano-sequenza, che racconta bene la prima giornata di questi Stati generali dell’economia. Pensati, voluti e scalettati da Giuseppe Conte. La prima parola è la sua, un breve discorso motivazionale che culmina in una frase: «La scelta del Casino è apparsa inusuale ma nel momento in cui progettiamo il rilancio dobbiamo far in modo che il mondo intero possa avere concentrata la sua attenzione sulla bellezza del nostro Paese».

Migrante di 27 anni muore nel Brindisino: tornava da una giornata di lavoro nei campi In Edicola sul Fatto Quotidiano del 25 Giugno: Grillo sfascia tutto. Conte pronto all’addio - Il Fatto Quotidiano Un chilometro contromano sulla A5, multato autista di un Tir - Attualità

Difficile misurare quanta parte del «mondo intero» sia concentrato sul Casino romano ma l’evento inaugurato dal presidente del Consiglio ha vantato da subito molti prestigiosi invitati: restati tutti a casa loro. E dunque, nel suo primo giorno, il grande evento “con ospiti internazionali”, di fatto si è trasformato (a parte l’intervento del Governatore Visco) in una trasferta del Consiglio dei ministri da palazzo Chigi a villa Doria Pamphili. E da lì, in teleconferenza, i ministri hanno ascoltato i saluti e gli auguri delle principali personalità della nomenclatura europea. E quando si è trattato di collegarsi con il nord Europa, inconvenienti tecnici hanno solleticato qualche battuta scherzosa. Quando è apparsa in video Ursula Von der Leyen, il presidente del Consiglio ha chiosato: «Non si sente un…», non andando oltre ma accendendo i sorrisi di qualche collega. E alla fine del primo dei nove giorni di lavori, smentendo l’annunciato format “a porte chiuse”, il presidente del Consiglio si è preso di nuovo tutta la scena: ha convocato i giornalisti e si è prodotto nella sua esternazione sui temi del giorno. Ma sullo scenario “alto” e nobile di villa Pamphili.

Sono partiti così gli Stati generali dell’economia, fortemente voluti dal presidente del Consiglio con la dichiarata intenzione di raccogliere idee e progetti per fare ripartire un Paese ferito dal virus. Nel primo giorno – col Casino circondato da pratini rasati, roseti e 700 agenti antisommossa – è rimasta sospesa la mission dell’evento, oscillante tra opzioni opposte: si prepara una penetrante ricognizione tra idee forti e concrete, oppure i nove giorni sono l’occasione per rimpinguare l’immagine dello statista solitario che vigila sulla salute fisica e finanziaria del suo popolo? In soldoni, evento capace di suscitare una scossa o one man show? headtopics.com

La prima sorpresa di buona mattina: sul sito Governo.it la mission dell’evento risulta ristrutturata: accantonato il “Piano di rinascita” (ci si era dimenticati che proprio così si chiamava il progetto caro a Licio Gelli) ora Conte è approdato ad un più prosaico “Progettiamo il Rilancio”, anche se con la maiuscola sul sostantivo. Nel sito del governo, per la verità, è scomparsa anche l’espressione “Stati generali” che nei giorni scorsi aveva consentito diverse dotte esercitazioni sui precedenti storici, a cominciare da quelli dell’Ottantanove francese, dimenticando però il riferimento più recente: quello del congresso tante volte rimandato dei Cinque stelle, che si chiamava (e forse si chiamerà) proprio così.

Alle 10 del mattino i ministri arrivano alla spicciolata, circondati dai tiratori scelti e da quel momento l’evento in teleconferenza va avanti sino al tardo pomeriggio, quando Conte – rompendo le consegne – si propone in una breve conferenza stampa. A sera i Tg Rai restituiscono il consuntivo della prima giornata: titoli e aperture tutti concentrati sugli Stati generali dell’economia, indicato come evento di prima grandezza, secondo gli auspici del regista di queste eventi, il portavoce di palazzo Chigi Rocco Casalino. Le opposizioni? Un tempo Berlusconi - quando si trattava di oscurare o limitare gli effetti di qualche evento del centro-sinistra - era maestro nella controprogrammazione, ma stavolta le iniziative del centrodestra si sono rivelate tutte fiacche. E il primo giorno si è chiuso col risultato che si poteva immaginare alla vigilia: un punto per la coppia Conte-Casalino.

©RIPRODUZIONE RISERVATAI perché dei nostri lettori“Un’informazione seria, libera, competente e autorevolecome quella de La Stampa merita un abbonamento.FrancescoI perché dei nostri lettori“Perché La Stampa è il quotidiano su cui ho imparato a leggere. La famiglia di mia mamma era di Torino. Una copia era sul tavolo, tutti i giorni.

Per me La Stampa è casa.PaolaI perché dei nostri lettori“informa senza distorcere i fatti, perché nella suasa prendere posizione autonoma anche a costo di andare contro corrente.FabrizioI perché dei nostri lettori“Da 50 anni sono un lettore de La Stampa. È il quotidiano che apprezzo perché è headtopics.com

Italia-Austria, tutti in piedi: i giocatori azzurri non si inginocchieranno Spagna: da oggi in vigore la legge sull'eutanasia - Mondo Mattarella: 'La pandemia non è stata sconfitta in modo definitivo, l'impegno dovrà proseguire' - Il Fatto Quotidiano

equilibrato nei commenti, ha editoriali interessanti, giornalisti competenti Leggi di più: La Stampa »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

emerito stronzo Quanto sperpero per niente, Mattarella metti fine a questo teatrino. Che spettacolo quella villa... ha un certo non so che di ghigliottina sta foto ginugiola Perdonate mi sfugge l’articolo della Costituzione che prevede la convocazione degli StatiGenerali da parte del premier 🤔 14giugno

Ci stiamo perdendo anche La Stampa.

Stati generali, Conte apre la prima giornata con il Gotha europeo: 'Omaggio alla bellezza'Ospiti internazionali da von der Leyen a Lagarde. Previsto panel su 'Policy in the Post Covid World: challenges and opportunities' con il premier. Si

Conte apre gli Stati generali dell’economia: «Investire nella bellezza dell’Italia»Al via con l’intervento introduttivo del Presidente del Consiglio la serie di incontri sul tema dell’economia. Presenti a villa Pamphili tutti i ministri. In collegamento la presidente della commissione Ue Ursula Von der Leyen Finalmente il governo annuncia 'Via al programma di rilancio dell'Italia.' Scusate c'è stato un refuso 'Via il programma di rilancio dell'Italia'. A volte i vecchi palazzi crollano. Se poi con tutti dentro...ci facciamo pure noi quattro risate. Da il via al bilderberg 2.0. Traditori

Stati Generali, Conte: «Puntiamo su modernizzazione, green e inclusione»Conte: «Puntiamo su green, modernizzazione e inclusione» GreenNewDeal e cannabislegale per rilanciare il Paese ed in particolare il Mezzogiorno! 🤣🤣🤣 Queste stronzate le sentiamo ogni volta da tutti i presidenti del consiglio di turno che l'hanno preceduto fai sti cazzo di decreti invece di sparare minchiate per dieci giorni agli stati generali dei miei coglioni

Stati Generali, Conte: “L’Italia non può tornare alla normalità, dobbiamo sfruttare questa crisi per rilanciarci”ROMA. «Sarà settimana intensa e confido che ci sarà la possibilità di un confronto anche con forze di opposizione. Noi siamo sempre aperti». Così il premier. Giuseppe Conte, ha aperto la sua conferenza stampa al termine della prima giornata degli Stati Generali, convocati a Palazzo Pamphilj per rilanciare l’Italia. Un appello alla minoranza che ieri non ha partecipato agli incontri: «Vi prego, dateci una mano, anche per contrastare quei partiti di destra che in Europa stanno ostacolando le iniezioni di denaro che aiuterebbero molto l’Italia». Il 19 giugno si riunirà il Consiglio europeo. «Non credo che sarà risolutivo ma ci impegneremo perché sia una tappa importante per discutere del Recovery Fund» ha detto Conte. Per il premier l’Italia da 20 anni stenta a seguire gli altri Paesi europei ed è stata maggiormente colpita dalle precedenti crisi economiche. Per questa ragione non si dovrà tornare all’esistente ma andare avanti. «Non ci accontenteremo di ripristinare la normalità, vogliamo migliorare le nostre performance coniugandola con lo sviluppo sostenibile». A livello internazionale riconoscono che l’Italia ha affrontato bene la crisi Covid «Michel ha detto che l’Italia ha salvato anche l’Europa» ha dichiarato Conte. «Non vogliamo sprecare neanche un euro per il rilancio del Paese. Alcuni fondi dell’Ue arriveranno in autunno, il grosso arriverà nel 2021. Noi comunque non aspetteremo settembre per allocare le risorse». Uno dei punti toccati dal premier è la riforma del Fisco. Una riforma che l’Italia aspetta da tempo. «Per raggiungere questo obiettivo useremo anche i fondi europei». Un deficiente!!! Non ha mai capito un cazzo nemmeno da avvocato. Il nulla cosmico. E ci tocca pagarlo La sintesi non rende comprensibile il ragionamento

Stati Generali, Conte: “Non ci accontenteremo di tornare a normalità”Leggi su Sky TG24 l'articolo Stati Generali, Conte: “Non ci accontenteremo di ripristinare la normalità” 'faremo ben di peggio' 😅 Ma tanto giggino dimaio aveva già sconfitto la povertà. Aspettiamo questo ennesimo miracolo made in M5S .

Stati Generali, la conferenza stampa del premier ConteIl premier fa il punto al termine della prima giornata di incontri Il monarca a reti unificate ha rotto il cazzo. Parla di cose nn condivise ma più che altro di cui nn si sa' un emerito niente. IL NULLA Ci vorrebbe un bel terremoto e risolveremmo i problemi dell’Europa... un bel cambio di classe dirigente