Europaitalia, Europa

Sostenere i piccoli pescatori con progetti di innovazione: gli imprenditori ittici si alleano con i ricercatori

È quel che si propone Ariel, un pentagono di poli marittimi tra quattro paesi, in mezzo l'Adriatico e lo Ionio

19/01/2021 15.06.00
Europaitalia, Europa, Commissione Europea

Sostenere i piccoli pescatori con progetti di innovazione: gli imprenditori ittici si alleano con i ricercatori europaitalia

È quel che si propone Ariel, un pentagono di poli marittimi tra quattro paesi, in mezzo l'Adriatico e lo Ionio

Ariel. Se insomma siamo sulla buona strada, se possiamo in qualche modo restituire il favore dei frutti del mare di cui godiamo. Il tema della sicurezza alimentare, intesa anche e soprattutto come sostenibile, è molto complesso. La pesca artigianale, o su piccola scala, può esserne un tassello importante. Privilegiare la pesca che guarda alla tradizione e coinvolge piccoli pescatori, anziché grandi società ittiche commerciali, è un passo importante per virare verso l'impatto zero, per abbattere lo spreco di cibo e valorizzare le tradizioni locali - che utilizzano una quantità minore di capitale ed energia, pescherecci relativamente piccoli (se presenti) e effettuano brevi battute di pesca, vicino alla riva, e principalmente per il consumo locale.

Omicidio Desireé: tutti condannati, due all'ergastolo - Cronaca 'Certi amori non finiscono', Zeman torna a Foggia - Calcio Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo

. Si tratta di un progetto Interregfinanziato con i Fondi europei per lo sviluppo regionale 2014-2020, promosso e sviluppato congiuntamente da nove partner scientifici e istituzionali tra Italia, Croazia, Grecia e Montenegro: lo scopo è sviluppare sistemi innovativi, avvalendosi anche ma non solo di soluzioni tecnologiche a beneficio della pesca e dell'acquacoltura su piccola scala, per la crescita blu e sostenibile delle comunità adriatiche e ioniche.

 L'istituto di risorse biologiche e biotecnologie marine del CNR fa da capofila al progetto, sostenuto dal 2018 dalle competenze del Centro ellenico per la ricerca marina, dell'Istituto di risorse biologiche marine e acque isolane, dell'Istituto di oceanografia e pesca di Spalato in Croazia, della Protezione per la pesca, il commercio e i consumatori della Regione Marche, del Ministero dell'agricoltura e sviluppo rurale in Croazia, del Public Institution RERA SD per il Coordinamento e lo sviluppo di Spalato in Croazia, del Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione Sicilia e dell'Istituto di biologia marina dell'Università del Montenegro. headtopics.com

 Un mix di piccoli imprenditori ittici e ricerca scientifica, moltissime realtà, impiegate nella pianificazione dello spazio marittimo, in chiave di sostenibilità ambientale e socioeconomica. Una cooperazione pratica che intende influenzare anche le politiche europee della pesca sostenibile. La app "VirMa" fa mercato virtuale e informa i territori della disponibilità dei prodotti ittici, permettendo ai pescatori di calibrare le uscite e la quantità di pesce richiesta, per soddisfare i consumatori evitando gli sprechi. Inoltre, traccia e informa sulla qualità dei frutti di mare e dei prodotti ittici, incentivando la consapevolezza dei consumatori e promuovendo l'attività di co-gestione in chiave sostenibile.

Il carattere transnazionale di Ariel consente di mettere insieme sforzi e conoscenze per affrontare questa complessa sfida ecologica, economica e sociale, sostenendo lo sviluppo di una consapevolezza e di competenze, strumenti e metodi comuni e trasferibili in altri contesti che accompagnino il processo di innovazione della pesca e dell'acquacoltura su piccola scala e networking nel bacino del Mar Adriatico e Ionio.

 È stato implementato un audit sull'innovazione sulle piccole imprese di pesca e acquacoltura che tengano insieme buone pratiche e ricerca scientifica, aspetti politici ed economici che descrivono lo stato di avanzamento dell'innovazione e lo scenario di sviluppo futuro. Sulla base di questo risultato, il progetto appena concluso ha testato soluzioni innovative pilota definite congiuntamente tra piccole imprese di pescatori e istituti di ricerca.

 Gli eventi di intermediazione dell'innovazione hanno facilitato il trasferimento delle pratiche ideate in azioni concrete e fattibili per gli attori della pesca e dell'acquacoltura su piccola scala, accompagnando il loro processo di aggregazione, scambi oltreconfine e cooperazione. La creazione della piattaforma Ariel ha inoltre facilitato il networking e il partenariato attorno a idee e soluzioni innovative durante e oltre la vita del progetto, favorendo uno scambio permanente tra gli attori interessati. headtopics.com

Roma, autobus in fiamme sulla Portuense, nessun ferito Report, dal Tar ok all'accesso agli atti - Politica Padova, violentò cinque ragazze straniere in vacanza nel suo bed & breakfast: 9 anni e 8 mesi di carcere a un carabiniere - Il Fatto Quotidiano

 Infine, lo sviluppo di un'agenda di ricerca comune per la pesca e l'acquacoltura su piccola scala e una Carta dei servizi per l'innovazione, assieme a un piano d'azione strategico e multidisciplinare hanno definito priorità che hanno viaggiato oltre il mare, fino a Bruxelles, per suggerire priorità, aree di miglioramento, soluzioni basate sulla conoscenza territoriale per spingere la nuova agenda istituzionale in chiave di valorizzazione e non mortificazione delle risorse.

  Leggi di più: la Repubblica »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.