Sorrisi oltre il risultato, la Juve convince Sarri

Sorrisi oltre il risultato, la Juve convince Sarri

14/06/2020 12.06.00

Sorrisi oltre il risultato, la Juve convince Sarri

Squadra affaticata, ritmi bassi e niente gol, ma il tecnico è fiducioso: «I primi 30 minuti con i rossoneri sono stati i migliori della stagione»

Leonardo Bonucci, 33 anni, in un duello aereo con Rafael Leao (21)antonio barillà14 Giugno 2020TORINO. Niente soste. Juve subito in campo. Mercoledì ci sarà la finale di Coppa Italia e Maurizio Sarri vuole preparare al meglio la sfida con il “suo” Napoli. Il nodo è la condizione, giocoforza approssimativa, e il tecnico, dopo il lavoro a gruppi di ieri - solo scarico per i bianconeri impiegati contro il Milan - comincerà oggi le valutazioni destinate a orientare il turnover. È apparso disteso, sereno: nonostante la sofferenza fisica, oltre lo zero a zero scarno di emozioni che ha comunque permesso di centrare l’obiettivo, la semifinale gli ha lasciato sensazioni positive: «I primi trenta minuti mi hanno piacevolmente sorpreso, sono stati i migliori della stagione: abbiamo fatto circolare la palla a grandissima velocità, avevamo il dominio sulla partita. Dopo abbiamo allentato i ritmi e perso un po’ di lucidità, siamo andati più in azione individuale: non è semplice far tornare alla completa efficienza fisica e all’intensità calciatori rimasti sul divano settanta giorni, ci vorrà un po’ di pazienza ma la premessa della prima mezzora è importante».

Stop alle mascherine all'aperto dal 28, Speranza firma l'ordinanza - Salute & Benessere Europei 2021, Juve e Barcellona per le differenze: loghi arcobaleno Gol del secolo ha 35 anni, Argentina celebra Maradona - Calcio

Dybala bene dopo il CovidSi riparte da lì, pur senza dimenticare le incognite di un’inattività così lunga. E si riparte da risposte individuali incoraggianti. Intanto le soluzioni nuove: Bentancur gigante anche da regista e Bonucci egualmente solido sul centro-sinistra, più CR7 centravanti, apparso opaco ma non per il ruolo. «Ronaldo - spiega Sarri - è talmente straordinario che cinque metri avanti o dietro non cambiano nulla. Non è abituato a sbagliare rigori, perciò l’errore può aver lasciato qualche ripercussione». E poi le certezze antiche: «Dybala, come tutti, deve crescere nella condizione, ma dopo la negatività al Covid l’ho visto bene dal punto di vista fisico e mentale: ho visto un ragazzo maturo uscito da un’esperienza che poteva segnarlo in negativo, ma che anzi mi sembra l’abbia segnato in maniera positiva».

Il caso delle 5 sostituzioniNon sono mancati, naturalmente, lati oscuri ed errori. Che però diventano lezioni in questo calcio diverso, segnato dal protocollo e dalle riforme. Sarri, in particolare, difficilmente replicherà la tripla sostituzione: immaginava una scossa benefica, ha rischiato il boomerang. «Ho fatto una cazzata - confessa -, con la possibilità dei cinque cambi mi son fatto prendere dall'entusiasmo. I tre fatti in contemporanea andavano diluiti perché la squadra si è squilibrata headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Si

Juve, niente Milan per Higuain, Chiellini e RamseyStasera contro il Milan, nella semifinale di ritorno della Coppa Italia, mancheranno l’ex attaccante rossonero e il capitano bianconero. Spazio al 4-3-3 con Pjanic titolare

Juve-Milan di Coppa Italia, l’ingresso in campo ‘scaglionato’: il calcio italiano riparte cosìA Torino stadio deserto per la prima partita dallo stop al calcio per il Covid

Juve-Milan, Coppa Italia: le parole di Pioli dopo la partita - 12 giugno 2020Il tecnico del Milan: 'Abbiamo commesso un'ingenuità e siamo rimasti in 10, ma mi è piaciuta la partita difensiva. Nel doppio confronto non abbiamo fatto peggio della Juve' Sucate pesa anche tu E perché cazzo non hanno giocato?

Il commento su Juve-Milan di Andrea Di Caro sulla Gazzetta dello Sport - 13 giugnoSarri conquista un altro traguardo, ma un po' all'Allegri: senza entusiasmare. Difficile chiedere a Pioli più di quanto fatto vedere dai rossoneri, ancora lontanissimi dal glorioso passato del club La dignitosa pochezza. 😬😬😬 E se sopratutto che rigore al 91 esimo,arbitro con la spazzatura al posto del cuore,oltre che senza cervello DamEnd2796

Juve-Milan, le pagelle: Bentancur e Donnarumma i miglioriJuveMilan, le pagelle: Bentancur mezzala da 6,5. Rebic, che combini? È 4. E Cristiano... CoppaItalia serieA premium

Juve-Milan finisce 0-0: i bianconeri in finale di Coppa Italia. Ronaldo sbaglia un rigore, espulso RebicCristiano Ronaldo manda sul palo un calcio di rigore, espulso Rebic per i rossoneri. Nessun gol allo Stadium, ma alla squadra di Sarri basta l’1-1 dell’andata a San Siro corriere non azzecca un titolo ‘Juve finisce in finale con l’uomo in più e un rigore a favore sin dai primi 10 minuti’