Sneijder, Real Madrid

Sneijder e la biografia shock: 'La vodka era la mia migliore amica'

#Sneijder shock: 'Debole, sempre ubriaco, la vita sfuggita di mano. La vodka era la mia migliore amica' #serieA

25/06/2020 12.51.00
Sneijder, Real Madrid, Yolanthe

Sneijder shock: 'Debole, sempre ubriaco, la vita sfuggita di mano. La vodka era la mia migliore amica' serieA

La biografia dell'olandese: 'Risucchiato dalla movida di Madrid, ma tutto quello che facevo veniva coperto. Amici sbagliati, donne e alcool: ho perso la donna dei miei sogni perché ho rovinato tutto'

Salvato nella pagina"I miei bookmark"La biografia dell'olandese:"Risucchiato dalla movida di Madrid, ma tutto quello che facevo veniva coperto. Amici sbagliati, donne e alcool: ho perso la donna dei miei sogni perché ho rovinato tutto"

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure Università: Bocconi sesta al mondo tra i migliori corsi di finanza

Simona Marchetti25 giugno - 11:50- MilanoLa bottiglia di vodka come migliore amica è costata a Wesley Sneijder il Real Madrid e gli ha pure fatto saltare due matrimoni. “Non ero consapevole del fatto che trasferirmi al Real significava anche trasferirmi nella vita notturna di Madrid – ha raccontato infatti l’ex Inter nella sua biografia,

– e ne sono stato risucchiato. Ero giovane, mi stavo godendo il successo e adoravo tutta quell’attenzione. È lì che le cose hanno cominciato ad andare storto nella mia vita”.Movida—  Quando Sneijder è arrivato al Bernabeu nel 2007, proveniente dall’Ajax, aveva solo 23 anni, ma era già considerato uno dei giovani talenti emergenti del calcio europeo. Poi le sirene della movida lo hanno sedotto ed è stato l’inizio della fine. “Non facevo uso di droghe – ha puntualizzato l’ex Nazionale olandese – ma bevevo parecchio ed essendo una delle stelle del Real Madrid, conducevo una vita spericolata, ma tutto quello che facevo veniva coperto, anche quando ero completamente ubriaco e mi trascinavo per le strade, spendendo migliaia di euro per pagare da bere a tutti in ogni locale. Ero un debole e non facevo resistenza, lasciando che le persone mi trattassero come una star”. headtopics.com

Migliore amica—  Stanca dello stile di vita dissoluto del marito che, insieme alla vodka, si stava bevendo anche la sua carriera calcistica, la prima moglie di Sneijder, Ramona Streekstra, chiese il divorzio e se ne andò via con il figlio Jessy e pure il secondo matrimonio con la modella Yolanthe Cabau è finito (da poco) allo stesso modo. “Non mi rendevo conto che la mia migliore amica era la bottiglia di vodka – ha confessato ancora Sneijder nel suo libro – e me lo hanno fatto capire gli altri. Ruud van Nistelrooy e così pure Arjen Robben mi martellavano, dicendomi di darmi una regolata o non avrei resistito a lungo continuando di questo passo. Non ero concentrato e il mio atteggiamento professionale non era degno del Real Madrid, mentivo a me stesso dicendomi che stavo facendo bene, ma in realtà sono riuscito a rimanere in squadra solo grazie alla mia intelligenza calcistica, perché fisicamente stavo precipitando”.

Autocritica—   Leggi di più: LaGazzettadelloSport »

Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona. VIDEO - Sky TG24

Guarda Cos'è il certificato europeo Covid e come funziona su Sky Video - Sky TG24

Troppi soldi guadagnano !! Alcohol sucks E per i farmaci illeciti presi e poi prescritti da guido rossi ? Ci sono le intercettazioni

La ripartenza dell’auto decisiva per la ripresa di tutto il sistemaIl dibattito sulle misure da adottare per stimolare la crescita. I dati evidenziano il ruolo chiave del settore ma ci sono posizioni ideologiche contro l’automotive. Stride la differenza tra i pochi fondi dell’Italia e i maxi-piani di Francia e Germania Io amo le auto. Ma la pretesa indotta al mercato della domanda di cambiare auto continuamente (ora con la scusa -parliamoci chiaro- dell'elettrico) è assurda: è ossessione. Dico: DOBBIAMO consumare? Fanculo. detto da voi...

La maturità di Alex che ha ucciso il padre per difendere la madre - VanityFair.itIl 18enne è agli arresti domiciliari per aver ucciso il padre il 30 aprile nel tentativo di difendere la madre. Per lui ora c’è il percorso in tribunale. È accusato di omicidio

La cosmesi tridimensionale, la rivoluzione del polimero a base di acido ialuronicoNon si deve più spalmare e massaggiare come la crema: basta applicare un sottile strato, come un leggero foglio di carta. A contatto con la pelle viene assorbito da quest’ultima in profondità

Salvini Confonde la popolarità (da macchietta) con la politica - Il Fatto QuotidianoAlla fine, il primo a farsi la foto sul ponte di Genova redivivo è stato lui, Salvini Matteo, cioè lo stesso che nemmeno alla cerimonia di lutto e dolore per i morti nel crollo aveva resistito alla tentazione dei selfie sorridenti con i fan. Non conosco la borsa valori delle photo opportunity, quindi non so … Tutto il giorno a sparare cazzate poi alla sera non ci vedete più dalle mancate vendite... 😏 Matteo Salvini: un Santori che ce l'ha sfatta virgola, la trippa. nessuno aveva dubbi

La Toscana autorizza la pillola abortiva Ru484 anche in ambulatorioFino a oggi la pratica era consentita solo in day hospital. Una decisione che va in senso opposto a quella dell’Umbria che preve l’obbligo di ricovero in ospedale per tre giorni Era ora. Menomale che sono asessuale e non serve provare a fare sesso perchè mi fa realmete schifo, e non sopporto il dolore, così IO che non amo fare figli, non li faccio Ma giusto così libertà totale alle donne che possano farlo senza vergognarsi di una così siamo nel 2020.

Alla tenuta La Court la land art tra le vigneCASTELNUOVO CALCEA Riscoprire la bellezza, ma in sicurezza. E’ questo il proposito delle Giornate del Fai all’aperto, che nel fine settimana tornano in un’edizione speciale che consentirà di visitare, solo su prenotazione, oltre 200 luoghi in oltre 150 località italiane. Nell’Astigiano, l’iniziativa si svolge al Parco Artistico Orme su La Court, venti ettari di vigneti e di «land art». L’appuntamento è sabato, 26 giugno, dalle 16 alle 20. Ad accompagnare i visitatori lungo il percorso artistico, saranno i volontari Fai della delegazione di Asti. Le visite partono ogni mezz’ora a gruppi di dodici persone, che all’ingresso dovranno igienizzare le mani, sottoporsi alla misura della temperatura corporea e indossare la mascherina per tutta la durata della visita. Altri accorgimenti importanti, sono un paio di scarpe comode e una scorta d’acqua .Svolti tutti gli adempimenti non resta che farsi guidare alla scoperta di un luogo magico. Alla Tenuta La Court, dove nascono alcune fra le più rappresentative etichette della casa vinicola Michele Chiarlo, l’arte è arrivata nel 2003: dall’ispirazione dello scenografo genovese Lele Luzzati, è nato il percorso tra sculture e installazioni dedicate ai quattro elementi. Un altro grande artista di fama internazionale, Ugo Nespolo, ha firmato la Porta sul vigneto con i simboli del vino in chiave pop. Al Parco è arrivato anche il design, con la panchina gigante di Chris Bangle. La galleria a cielo aperto, nel tempo si è arricchita di opere che si fondono con il vigneto, in un continuo dialogo con il paesaggio. Come le teste segnapalo, evocative sculture che reinterpretano l’antica tradizione contadina di porre sui pali di testata della vigna, semplici sculture di pietra con volti stilizzati, che con la loro mistica presenza «proteggono» i vigneti da calamità e parassiti. «Questa nuova edizione delle Giornate Fai – spiegano dalla delegazione astigiana - si carica di un significato speciale: il momento che stiamo vivendo ha imposto a tutt