Sindaci in bolletta: mancano 8 miliardi nelle casse dei Comuni. L’Economia in edicola lunedì

Sindaci in bolletta: mancano 8 miliardi nelle casse dei Comuni. L’Economia in edicola l...

06/06/2020 01.15.00

Sindaci in bolletta: mancano 8 miliardi nelle casse dei Comuni. L’Economia in edicola l...

Dalle multe alle tasse di soggiorno, l’Anci stima il costo del lockdown e della pandemia. Ecco perché le amministrazioni chiedono più flessibilità sull’utilizzo di accantonamenti e avanzi di bilancio

06 giu 2020È allarme nelle città: una «crisi davvero senza precedenti» è quella paventata dai comuni italiani, che denunciano di non sapere come chiudere i bilanci a luglio. Una certezza, stando ai dati presentati dalla loro associazione, l’Anci, nell’ultimo incontro con il presidente del Consiglio. Perdite complessive calcolate in 8,3 miliardi rispetto alle entrate dello scorso anno, che comprendono tasse ed risorse extra tributarie per 7,4 miliardi più circa un miliardo di altre voci. Per Comuni e Città metropolitane la crisi sta facendo emergere gli effetti dei tagli stabiliti nel quinquennio 2011-2015, così, per i sindaci questa è anche l’occasione di puntare il dito contro «i limiti dettati da una regolamentazione amministrativa e contabile ancora densa di controlli, divieti ed ostacoli alla spedita azione delle amministrazioni locali».

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi I lavoratori del magazzino Lidl: 'Non ci sono orari, siamo pagati quanto vogliono loro e ricattati per gli straordinari. Li prende solo chi non fa storie' - Il Fatto Quotidiano Morto Paolo Armando, partecipò a Masterchef: lo chiamavano «tigre»

I buchi nelle casse dei Comuni, dalle tasse di soggiorno alle rette degli asili, dai parcheggi all’Imu-tasi, e le richieste per ripartire dei primi cittadini di tutta Italia nell’approfondimento che poterete leggere suL’Economia, lunedì nel nuovo numero del supplemento economico del

Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Devono risparmiare sui loro compensi troppo esosi. A forza di dare bonus .....

Fase 3, Conte e Sanchez scrivono all’Ue: bisogna coordinare le misure sui confini e seguire criteri comuni“Cara Presidente, cara Ursula” comincia così la lettera a quattro mani inviata dai premier italiano e spagnolo, Giuseppe Conte e Pedro Sanchez, alla leader della Commissione europea Ursula von der Leyen per chiedere il ripristino della libera circolazione tra i Paesi membri e anche all’esterno. Roma e Madrid vorrebbero che, dopo oltre due mesi di un lockdown stabilito in ordine sparso, l’apertura delle frontiere avvenisse in maniera coordinata e non alla spicciolata, per evitare il rischio di vedere alcuni discriminati rispetto ad altri. Il punto che sta a cuore ai due governi, tra i più colpiti dal coronavirus, è un coordinamento che garantisca il ritorno alla normalità “in base a criteri epidemiologici chiari e trasparenti”. Vale a dire che l’auspicio che ragione e medicina prevalgano sul pregiudizio. Spagna e Italia condividono non solo il prezzo altissimo pagato alla pandemia in termini di vittime ma anche i danni collaterali, nel senso che entrambi dipendono in maniera sostanziale da quei turisti che rappresentano oltre il 13% del Pil e che per il momento restano alla larga da prenotazioni e vacanze. La road map stabilita da Roma prevede che, in teoria, si possa entrare già dal 3 giugno (per uscire dipende dalla destinazione) mentre Madrid si è presa ancora qualche giorno ma a partire dal 22 giugno dovrebbe eliminare i controlli al confine con Francia e Portogallo. Ringraziando la Commissione per lo sforzo profuso nella tutela della salute di tutti i cittadini comunitari, Conte e Sanchez propongono che il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie giochi un ruolo chiave, con strumenti concordati da tutti, per la riapertura in sicurezza delle frontiere e il ripristino dello spazio aperto di Shengen. Originali... Era una notte buia e tempestosa....... si vede che è arrivato Giannini ... linea editoriale pendente

Multa dalla Corte dei conti a Pieve Vergonte e Villette per un documento pubblicato in ritardoSanzionati i sindaci uscenti per la dimenticanza sulla relazione di fine mandato.

Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di giovedì 4 giugnoI giornali in edicola nella nostra foto rassegnastampa news

Coronavirus, Iss: ecco le regole per spiagge sicure. Lo sconforto dei sindaci: difficile farle rispettareRischio trascurabile per i bagni in mare. Restano distanziamento e divieti per feste e balli Era ovvio! 🙄 Ma finitela...che fate ridere anche i pesci... Da: è poco più di una influenza a rischio trascurabile ci passano 35000 decessi

Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di venerdì 5 giugnoLe prime in edicola oggi Marrazzo?...cambio TG di riferimento. W. petergomezblog

Scuola: Conte, si ritorna in presenza ma con il plexiglass fra i banchiIl decreto passa con 305 sì, ma i sindacati confermano lo sciopero di lunedì prossimo Quindi ricapitolando, si torna a scuola con distanziamento, mascherine, guanti e plexiglass. Io invece direi di imporre come divisa scolastica lo scafandro, così l'acquisto sinfa una volta sola e via. Speriamo anche per le università Andate a fare in culo AzzolinaLucia