Si schianta con il deltaplanoMuore a 29 anni: da Jesolotornava a casa in montagna

Si schianta con il deltaplano Muore a 29 anni: da Jesolo tornava a casa in montagna

11/07/2020 21.10.00

Si schianta con il deltaplano Muore a 29 anni: da Jesolo tornava a casa in montagna

Elias Solderer, 29 anni di Ortisei (Bolzano), si è schiantato poco prima di atterrare in un campo di grano. Fatale forse una folata di vento. Un amico lo seguiva su un altro ultraleggero

EmailBOLZANO Non ce l’ha fatta Elias Solderer, il giovane pilota del deltaplano a motore che venerdì pomeriggio si è schiantato in un campo di mais a Varna, a nord di Bressanone, vicino all’abbazia di Novacella. Originario di Ortisei, 29 anni compiuti a maggio, Solderer era partito da Jesolo, al mare, insieme a un amico, a bordo, entrambi, di deltaplani a motore. Un viaggio tranquillo, senza problemi. Almeno fino al momento dell’atterraggio, verso le 16.30 di venerdì, nei campi lungo il lato sinistro del fiume Isarco. Qualcosa è andato storto: il velivolo di Solderer ha perso quota, iniziando a roteare su se stesso. Poi, nel momento in cui ha toccato terra, si è rovesciato più volte su se stesso. Un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo al 29enne, rimasto incastrato fra le lamiere.

Milan, arriva il lieto fine: riscattato Tomori per 28 milioni! Anche il ministro Speranza si è vaccinato: «Una grande gioia» Gli auguri dal carcere di Zaki per la partita Italia - Svizzera

Il deltaplano distrutto. Dal sito: https://www.lavocedibolzano.it/I soccorsiAccorsi sul luogo dell’incidente, i Vigili del fuoco di Novacella, Varna e Bressanone hanno avuto non poche difficoltà a liberare il giovane. Il primo a prestargli soccorso è stato il medico d’urgenza, che ha iniziato subito le manovre di rianimazione. La situazione era apparsa subito gravissima, tanto che, nonostante gli sforzi del medico, Solderer, entrato in arresto cardiaco due o tre volte, è morto oggi in ospedale.

Le indaginiSpetta ora a Polizia e Carabinieri ricostruire la dinamica esatta dell’incidente, per capire come e perché il deltaplano a motore sul quale viaggiava Solderer abbia perso quota fino a schiantarsi. Dalle prime analisi della Polizia scientifica, è emerso che il velivolo avesse carburante a sufficienza. Forse la causa è da ricondurre alle raffiche di vento che colpiscono spesso la zona di atterraggio. L’amico del ragazzo ha riportato ferite alle gambe ed è sotto shock. headtopics.com

11 luglio 2020 (modifica il 11 luglio 2020 | 20:06) Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Perchè sfidare il destino con imprese assurde?

Virus, i contagi diminuiscono poco d’estate e in autunno si teme una nuova ondataCaro Russo, leggendo i giornali e guardando i tg emerge chiaramente che i numeri dei contagi in Italia al momento sono abbastanza bassi, però c’è un elemento che, secondo me, ci deve fare molto preoccupare: i nuovi casi sono costanti, non diminuiscono da settimane, gli scostamenti sono poco significativi. Come è possibile? Mi sembra, ma dica lei se sbaglio, che stiamo perdendo un'occasione importante. Non dovevamo sfruttare queste temperature alte, visto che il virus fatica maggiormente a circolare, per avvicinare allo zero la sua presenza? Invece, la discesa si è fermata. Qualcosa non sta funzionando… Il fatto poi che pare evidente che questo virus sia sensibile al fattore climatico, fa aumentare molto i timori di una nuova ondata di contagi per l’autunno-inverno. Cordialità Pasquale Bruni Caro Pasquale, lei non sbaglia affatto. Dal 19 giugno nei bollettini della protezione civile abbiamo assistito alla solita altalena quotidiana dei contagi, che in tutto questo tempo non sono però diminuiti più di tanto: erano 251 allora, sono 229 oggi. E oltre la metà dei casi registrati in quest’arco di tempo sono stati notificati in un’unica regione, la Lombardia. Numeri bassi, sia chiaro, ma non come ci si aspettava con l’arrivo dell’estate, nemica del virus, sia perché tutti in questo periodo facciamo vita all’aperto, dove è più difficile la trasmissione del contagio. E vuoi anche per le alte temperature, che fanno evaporare rapidamente le famigerate goccioline, il “droplet” attraverso il quale tossendo o starnutendo, ma anche parlando ad alta voce si trasmette il virus. Che qualcosa non stia funzionando lo dice anche il direttore del laboratorio di microbiologia e virologia dell’Università di Padova, Andrea Crisanti, uno che le dinamiche dei virus le ha insegnate dall’alto di una cattedra al prestigioso Imperial College di Londra. «Basta guardare i numeri della Lombardia – dice - per capire che non si sta facendo il tracciamento dei casi, perché altrimenti il calo sarebbe pr

Metà a casa e programmi dimezzati: in 7 ore si è deciso il destino delle scuoleLa Regione: l’anno inizierà il 14 settembre. Corsa contro il tempo per i dirigenti scolastici. 2 mesi ...sono pochi!?in in azienda privata anche troppi .

I ritratti icona di Andy Warhol si costruiscono con i mattonciniNasce la nuova linea Lego Art: fra i soggetti i Beatles e Iron Man.

Protesta della Lega al Senato contro Azzolina: «Si dimetta», ed è bagarre in AulaProtesta della Lega in Senato La calamita sei tu bauscia e ganassa,campi da trent'anni sulle spalle degli italiani.

Reon Pocket, il condizionatore portatile di Sony: si «indossa» sul collo e mantiene freschiGrande come uno smartphone, una volta piazzato dietro al collo diffonde una rapida frescura per tutto il corpo adattandosi alla temperatura corporea. In più costa 150 euro

Fotografata dallo spazio 'Godzilla', la gigantesca nube del Sahara che si sposta sull'AtlanticoI satelliti europei hanno ricostruito il viaggio dal Sahara al Sudamerica di Godzilla, la più grande nuvola di sabbia sahariana degli ultimi 20 anni fotografata mentre attraversa l'Atlantico. co to za grafika komputerowa? Insomma, non bastavano i clandestini?! Foto o grafica al computer?