Torino%2Casti%2Cgiustizia

Torino%2Casti%2Cgiustizia

Sentenza prima dell’arringa difensiva. Il caso Asti finisce dal Guardasigilli - La Stampa

La corte aveva pronunciato la condanna a 11 anni nei confronti di un padre accusato di violenza sessuale: poi sentenza stralciata

24/12/2019 00.37.00

La corte aveva pronunciato la condanna a 11 anni nei confronti di un padre accusato di violenza sessuale: poi sentenza stralciata.

La corte aveva pronunciato la condanna a 11 anni nei confronti di un padre accusato di violenza sessuale: poi sentenza stralciata

Sentenza prima dell’arringa difensiva. Il caso Asti finisce dal GuardasigilliLa corte aveva pronunciato la condanna a 11 anni nei confronti di un padre accusato di violenza sessuale: poi sentenza stralciataPubblicato il23 Dicembre 2019ASTI. La gaffe del Tribunale di Asti fu clamorosa. E la ricordiamo. Un giudice legge la sentenza di condanna ad 11 anni nei confronti di un padre accusato di violenza sessuale nei confronti della figlia. Il tutto, però, prima che la difesa avesse preso la parola per la propria arringa. Stupore, imbarazzo, incredulità e tante scuse da parte del presidente del Tribunale  Roberto Amerio che, dopo aver stracciato la sentenza aveva deciso di astenersi. A denunciate la clamorosa gaffe era stata la camera penale del Piemonte. Ora, sulla vicenda è stata presentata un’interrogazione in Commissione giustizia da parte di alcuni parlamentari Pd, tra cui anche l’ex ministro della Giustizia Andrea Orlando. Nell’interrogazione indirizzata al Guardasigilli Alfonso Bonafede, gli esponenti Pd, dopo aver ricostruito la vicenda, commentano così: «Appare molto grave, ove venisse accertata, la non piena applicazione delle garanzie e tutele previste dalla Costituzione». Infine chiedono al ministro Bonafede se «sia a conoscenza dei fatti e se corrispondano al vero». E, in caso affermativo, «quali iniziative di competenza intenda assumere, nel pieno rispetto dell’indipendenza e dell’autonomia della magistratura, per la salvaguardia dell'immagine della stessa, quanto alla corretta applicazione delle norme processuali ispirate ai principi costituzionali previsti dal nostro ordinamento giudiziario». 

Lapadula, gol e assist contro l'Ecuador. E il Perù impazzisce per lui Ronaldo, un altro super record nella storia Il c.t. Rossi: 'Orgoglioso della mia Ungheria'

©RIPRODUZIONE RISERVATAQui andrà inserito il messaggio del Direttore, esempio:"Chiunque ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione; questo diritto include libertà a sostenere personali opinioni senza interferenze...."

Leggi di più: La Stampa »

Siparietto Draghi-Casellati: 'Forse la presidente mi ha tolto parola' - Italia

Lei: 'Non mi permetterei' (ANSA)

Pazzesco

Blog | Latte artificiale, il grande affare e il rischio di dimenticare la fameIl consumo non necessario di latte di formula è, in radice, la vittoria di una nutrizione in cui il cibo è sganciato dalla terra e da chi lo produce

Con il vento forte in montagna può aumentare il rischio valanghe - La StampaIl foehn persisterà anche nei prossimi giorni In quota attenzione alla neve soffiata dal vento. Questa sì che è una notizia! Non come il blitz e gli arresti di ndrangheta in Calabria!!! Bravi!! RotoliDiStampaigienica

Il caso Antonio Rudiger e il razzismo di ritorno nel Regno Unito - La StampaImmaginate la scena: siete al lavoro – in ufficio, in fabbrica o a casa – e, all’improvviso, una mandria di razzisti arriva e incomincia ad insultarvi. Con impunità. Senza motivo. Solo perché possono. È successo, domenica pomeriggio, ad Antonio Rudiger. Per lui, che di mestiere fa il difensore del Chelsea, il posto di lavoro era lo stadio del Tottenham Hotspurs, dove i Blues erano protagonisti di un attessissimo derby londinese. Invece di preoccuparsi della propria squadra, che stava sotto 2-0, verso il 63esimo minuto alcuni imbecilli hanno incominciato a fare il verso della scimmia verso l’ex-giocatore della Roma. Per la Gran Bretagna, l’episodio avrebbero dovuto essere un enorme campanello d’allarme. Quei cori scandalosi ed inaccettabili non sono più il monopolio delle arene italiane, spagnole ed dell’est-Europa, paesi da criticare con la condiscendenza di chi pensa di aver debellato il problema a casa propria. Al contrario, gli ululati dei trogloditi del Tottenham hanno confermato, con triste coincidenza, il messaggio del rapper Stormzy che in una controversa intervista a Repubblica si é detto sicuro “al 100%” che nel Regno non così-Unito il razzismo sia vivo e vegeto. Se una manica di mentecatti non ha paura a fare la scimmia di fronte a 61mila persone nella città più multiculturale del mondo, dove uno su tre abitanti è straniero, che cosa ci si può aspettare nelle parti più buie del nord-Inghilterra, tipo Sunderland e Newcastle, dove la classe operaia bianca è povera, depressa e incazzata con tutti e nessuno? Non è un caso che quelle zone abbiamo votato per Brexit ma attenzione alle equazioni troppo approssimative: alle Parlamentari di due settimane fa, entrambe quelle città sono rimaste in pugno ai laburisti, nonostante l’onda di voti che ha portato Boris Johnson a Downing Street. Un partito laburista, non dimentichiamoci, che per anni ha tollerato una frangia apertamente anti-semita. Ha detto bene Gary Neville, ex-difensore del Manchester United ai microfoni Sarà sta Brexit

Natale a Buckingham Palace: la torta la prepara il principe GeorgeAlle prese con il dolce di Natale, sotto lo sguardo vigile e divertito del papà, del nonno e della bisnonna. La foto che ritrae il principe George (e che Buckingham Palace ha diffuso nel weekend prima di Natale) mostra un quadretto famigliare tipico delle Feste: anche i reale inglesi condividono momenti di intimità come quelli di tutte le famiglie (Getty Images) A Natale aiuta a rendere il mondo migliore: appendi ad un albero un Windsor Rettiliani Che fortuna saperlo !

Natale amaro per il Toro, la Spal rimonta e vince in casa dei granata - La StampaNon basta Rincon, pari di Strefezza e rete di Petagna. La squadra di Mazzarri chiudoe in dieci (espulso Bremer) e tra i fischi con la contestazione dei tifosi

La partigiana e il Natale 1945: «La libertà riconquistata e il dolore per il mio Giorgio, fucilato dai fascisti»A 96 anni Maria Lucia rilegge l’ultima lettera del fidanzato ucciso Ma quanti anni ha costei, 120? Basta con le stronzate. Persero l'onore. E adesso i fascisti ritornano!