Sei Nazioni, rugby italiano più «forte» ma non sul campo

Sei Nazioni, rugby italiano più «forte» ma non sul campo

17/02/2020 09.45.00

Sei Nazioni, rugby italiano più «forte» ma non sul campo

Dopo essersi assicurato il 27% della Premiership e in dirittura di arrivo per il Pro14, il fondo Cvc punta anche al torneo Sei Nazioni

versa oltre 100 milioni di euro all’anno per trasmettere il Sei Nazioni nel Regno Unito - raggiunse gli 8,9 milioni di telespettatori per il match Galles-Inghilterra. Ma i contratti con formule televisive a pagamento sarebbero più lucrosi e si inizia a ipotizzare un passaggio di alcuni incontri in esclusiva su questi canali.

Riccardo Puglisi, chi è 'l'ultras liberista' chiamato a Palazzo Chigi Sileri, stop ai voli dal Regno Unito se la variante Delta elude i vaccini Liliana Segre: 'Le parole sono pietre. No all'indifferenza verso chi sparge odio'

Un rugby a «due velocità»Di sicuro è in vista un ulteriore sbilanciamento finanziario tra i 2 emisferi, con Sudafrica, Nuova Zelanda e Australia in difficoltà. Non a caso la maggioranza degli atleti sudafricani che a novembre hanno vinto i Mondiali gioca all’estero, principalmente per club di Francia, Inghilterra e Giappone. Il Sol Levante è la novità di lusso: per i risultati in campo, con tanto di ottavo posto nel ranking internazionale, per il successo organizzativo della Coppa del Mondo (400mila appassionati arrivati dall’estero, un impatto economico di 3,6 miliardi di euro per il Paese nipponico, audience tv “interne” che hanno superato i 50 milioni) e per la presenza di un campionato sempre più ricco.

Più risorse per il rugby italianoDal Sei Nazioni laFirriceve già, in via diretta, buona parte dei propri profitti: 19 milioni su un budget di circa 45 (dati del bilancio federale 2018). «L’afflusso dei capitali di Cvc è un’opportunità importante - dice headtopics.com

Andrea Rinaldo, ex azzurro, rappresentante del Top 14 nella società che gestisce le Coppe europee di club - anche perché l’Italia, con i suoi 60 milioni di abitanti e con un numero molto alto di persone potenzialmente avvicinabili al rugby, può essere considerata un mercato di grande interesse».

Poi, certo, bisognerebbe anche tornare a vincere alcune delle partite che contano di più. Leggi di più: IlSole24ORE »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Cvc con sede in Lux .Che gestisce Formula 1, MotoGP, e rugby. Pensa di pagare le tasse? Per quanto mi riguarda essendo appassionato di moto e motociclista, da quando hanno smesso di trasmettere moto GP non lo seguo più. Fate 2conti se questo è il mondo che vi piace tenetevelo

Blog | Sei giovane e cerchi lavoro? Ecco dove dovresti emigrare (in Italia) - Info DataPochi giovani e poco lavoro? Gli esempi al negativo di Due esempi di Ferrara e Sassari.

Imprenditori non trovano 32,8% assunti - EconomiaI posti di lavoro ci sono, manca chi assumere, dicono gli imprenditori. Pochi candidati o scarsa preparazione, dai cuochi ai tecnici ANSA Astenersi perditempo e persone in cerca di retribuzione. Finché le richieste sono queste cosa pretendono? Vogliono pagare 1 che faccia 3/4 lavori e pagarlo la metà. È questo il mercato adesso, non raccontateci la storiella che mancano i specialisti o robe del genere. Sappiamo meglio di voi come funziona, inutile prendere in giro!! Certo che non li trovano basta vedere le ricerche: Giovani, super specializzati con anni di esperienza, , contratti assurdi stipendi da fame e supersfruttati. Aiuto alcune persone a trovare lavoro, lo faccio perché i giovani hanno diritto ad un futuro, ma ho tanta rabbia !

Lodi, gli operai: “Non controllammo sul posto se lo scambio fosse chiuso” - Il Fatto QuotidianoLa mattina del 6 febbraio, pochi minuti prima che il Frecciarossa Etr 9595 deragliasse a Ospedaletto Lodigiano provocando la morte dei due macchinisti, i 5 manutentori di Rfi non sono andati a vedere fisicamente se lo scambio sul quale avevano lavorato fosse effettivamente chiuso (non lo era), ma lo hanno manovrato da remoto. Questo il … marcotravaglio E SEMPRE COLPA DEGLI ALTRI. La manutenzione viene appaltata a terzi,che lavorano con i tempi contati e,quando il pezzo di ricambio non è subito disponibile,si tampona saldando,niente,tra ponti, autostrade mezzi pubblici fatiscenti,manutenzione all'osso,c'è poco da stare sereni nel viaggiare,in questo paese. Lo chiamerei treno FRECCIANERA. Facile attribuire la responsabilità agli operai quando succede una catastrofe ma i sistemi di sicurezza sgnalazioni da remoto a cosa servono? Xdire ke anticipa l'arrivo di un'ora e ne perdi 24. Nn viaggerei mai su binari/rotaie inadeguati a 400Km/h

Rc auto, la polizza famiglia si allarga a tutti i veicoliIl beneficio esteso a tutti ma non si deve aver fatto incidenti negli ultimi cinque anni Ah chi può usufruirne..e chi non può? Se lo prende in quel posto come capita spesso in Italia Un’altra mazzata al sistema bonus malus. Non serve essere virtuosi al volante, se la classe si “eredita”.

In serie C, scivolone del Novara sul campo di Gorgonzola: all’Albinoleffe basta un gol - La StampaPasso falso del Novara nello scontro diretto con l’Albinoleffe in chiave playoff sul campo del Gorgonzola in un match caratterizzato ancora da un black out. Visto l’esito, sarebbe facile l’accostamento: come a Lecco, via la luce e il Novara perde. In realtà non è proprio così. Un mese fa il black out aveva spento anche gli azzurri. Con l’Albinoleffe pesa invece il cedimento improvviso della difesa sul gol partita di Cori, che peraltro potrebbe essere in fuorigioco quando tocca tutto solo alle spalle di Lanni. Una partita, quella di Gorgonzola, spezzata da un lungo e non richiesto intervallo supplementare. Era successo anche un mese fa. Albinoleffe (3-5-2): Abagnale; Canestrelli, Gavazzi, Riva; Gusu, Gelli, Genevier (24'st Nichetti), Giorgione (30'st Bertani), Petrungaro (41'st Galeandro); Cori, Sibilli. All. Zaffaroni. Novara (4-3-2-1): Lanni; Barbieri (29'st Pinzauti), Sbraga, Bove, Cagnano; Bianchi, Buzzegoli, Schiavi; Peralta (22'st Cisco), Gonzalez (11'st Piscitella); Bortolussi. All. Banchieri Arbitro: Cudini di Fermo Reti: st, 26' Cori Note: ammoniti: Cagnano, Schiavi; recupero: pt 0', st 4'

Pro Vercelli beffata nei minuti di recupero sul campo della Pergolettese - La StampaLa Pro Vercelli interrompe la striscia positiva e dopo due vittorie di fila torna dal campo della Pergolettese con una sconfitta che sa di beffa, maturata nei minuti di recupero: 2-1. Non ci voleva, prima del tour de force serale al Piola con Novara (lunedì 24) e Juve Under 23 (giovedì 27). I padroni di casa erano passati in vantaggio già dopo 4’: l’arbitro concede un calcio di rigore che Bortoluz trasforma. Risponde immediatamente la Pro: prima con un calcio di punizione di Bani, poi con un cross di Iezzi per Comi che la difesa locale disinnesca. L’occasione più limpida è al 20’, con Masi che di testa obbliga Ghidotti a una parata strepitosa. Pochi minuti dopo ancora Comi gira di testa fuori di un soffio. Prima dell’intervallo, intervento dubbio di un difensore della Pergolettese su una conclusione di Graziano: per il direttore di gara non è stata deviata con il braccio. Nella ripresa l’opportunità migliore capita a Emmanuello al 60’: la sua conclusione coglie l’incrocio dei pali. Al 71’ arriva il pareggio della Pro, ed è ancora su rigore: fallo del portiere Ghidotti sul nuovo entrato Petrovic, quest’ultimo si incarica della battuta e non sbaglia. E’ 1-1. La beffa arriva in zona Cesarini. Al ‘92’ Bakayoko segna il gol più pesante: i leoni possono solo disperarsi.