Scudetto Juventus 2019

Scudetto Juventus, con Cristiano Ronaldo la superiorità in Serie A diventa irridente

Scudetto Juventus, con Cristiano Ronaldo la superiorità in Serie A diventa irridente [news aggiornata alle 19:47]

20/04/2019 21.20.00
Scudetto Juventus 2019

Scudetto Juventus, con Cristiano Ronaldo la superiorità in Serie A diventa irridente [news aggiornata alle 19:47]

Ha inziato a segnare con il Sassuolo alla quarta giornata e non si è più fermato. I bianconeri avrebbero probabilmente vinto anche senza CR7 ma con lui lo strapotere è diventato lampante

Qualcuno aveva già deciso di preoccuparsi. In campionato Ronaldo non segnava. Aveva giocato tre partite e si era limitato a un assist, correndo poco, cercando adattamenti. Che succede? Niente. Anzi quasi bene, visti i precedenti. Tante volte al Real Madrid, infatti, Ronaldo aveva cominciato la stagione in ritardo di carburazione. Come fosse un vezzo. E vezzo era. E lo è. Ronaldo aspetta il Sassuolo per firmare il primo autografo sull'erba. Gliene fa due esultando come se avesse raggiunto chissà quale liberazione.

Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di domenica 20 giugno 2021 Il Santissimo Draghi “si immola” e “offre il suo corpo per noi” - Il Fatto Quotidiano 'In Tunisia io e mia moglie siamo diventati imprenditori. L'Italia, che amo, incastrata in una burocrazia senza visione'

In effetti qualcosa di strano c'era, ma in positivo. Quello che Ronaldo toglie all'avvio regala in corso d'opera. I fatti del passato lo dimostrano. Era venuto per vincere. Forse non il campionato. Ma intanto ha già vinto. La Juventus aveva bisogno di lui? Non si può non aver bisogno di Ronaldo, anche se tra tutte le possibili configurazioni dello strapotere calcistico, in questa e nelle altre stagioni, forse proprio la Juventus, alla luce della più drammatica e irreversibile eclissi delle "seconde", ormai incapaci di lottare, era quella che meno necessitava di un arricchimento. Sarebbe bastata anche una Juventus senza Ronaldo, quest'anno, per dominare. Sarebbe bastata una Juventus senza punte, addirittura, o magari senza Chiellini dietro o con un Mandzukic legato e imbavagliato. Sarebbe bastato giocare in nove, forse.

Però adesso con Ronaldo è stato tutto più divertente, quasi irridente. Si sono sentiti profumi diversi, regali. La superiorità della Juventus in Italia è, in un certo senso, simboleggiata dalla forza espressiva del calcio di questo ragazzo dalla complessione fisica fuori categoria, un giovanotto di 34 anni che col passare del tempo ha perfezionato, un giorno dopo l'altro, la sua impressionante "sensazione" della porta avversaria, quell'avvertire l'opportunità di fare la differenza esattamente come nel mondo animale si percepisce il pericolo: un mistero che non si può svelare. Come pochi al mondo, Ronaldo è un corpo unico con una diabolica propensione alla marcatura. Segna. Questo fa. Non altro. Parliamo di percezioni e di gesti conseguenti. Segna di qualità, di rapina, segna di testa con una continuità esasperante. Forse ha appena rallentato un po' con i calci piazzati. Ma ci può stare. Una volta era più ciarliero, in ottica calcistica. Comunicava di più con il resto della squadra. Così lo aveva impostato Ferguson. Era più disciplinato (non che adesso non lo sia). headtopics.com

Da sei/sette anni a questa parte ha tuttavia smesso di fingere: lui non è un uomo a tutto campo, non spazia come Messi per esempio, non lo trovi che imposta o illumina gli altri della sua luce accecante. No. La luce è, a suo giudizio, una proprietà privata e lui la sua se la tiene stretta. Ronaldo è l'istinto del gol che si mette una maglia addosso. Più raramente escogita trucchi per lanciare gli altri (però ogni tanto lo fa e sono comunque dolori). E a uno così, alla fine, l'assist viene quasi, disperatamente naturale. Inutile riannodare il filo dei suoi numeri, tra i quali spicca l'inversione tra presenze e reti al Real Madrid (450 reti in 438 presenze). Inutile ricordare i Palloni d'oro, le 135 reti in Champions League. Questi sono soltanto gli effetti di una genetica meraviglia. La Juventus, e i tifosi bianconeri, e il mondo che ama la bellezza concreta a prescindere dal tifo, non possono che rallegrarsene. Certi gesti appartengono a tutti. Sono come i quadri di un museo: ci sarà pure un proprietario, ma cosa conta? Non ha senso interrogarsi su quanto potrà durare, alla Juventus o altrove, questo patrimonio dell'umanità. Bisogna solo viverlo. Non è bastato per conquistare la Champions. E neppure per smantellare i sogni di una boy band chiamata Ajax. Ma questi sono altri discorsi. Che forse un giorno faranno. O forse no.

Leggi di più: la Repubblica »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Ronaldo, Cristiano Jr a Madeira con la Juve Under 9: foto con la statua di papàIl figlio dell’asso portoghese partecipa con gli altri piccoli bianconeri all’International Maritimo Centenary Tournament. E la squadra va prima al museo di Cristiano, poi fa la foto con la sua statua all’aeroporto Ma non vi fate un po' vergognatevi a pubblicare certi articoli? Ruttosporc Siamo alla frutta... Ruttosporc Ammazza che brutta la statua 😂

Juventus campione, da Ronaldo alla panchina lunga: i 5 fattori dell'ottavo scudetto consecutivoLa Juventus è campione d'Italia per l'ottava volta consecutiva. La squadra di Allegri ha dominato il campionato e ha vinto il 35esimo scudetto...

Champions, Juventus: Cristiano Ronaldo cerca la nona semifinale di filaDopo averne disputate otto consecutive con il Real Madrid, il portoghese insegue la nona con la maglia bianconera. Dal 2011 al 2018, le ultime semifinali di CR7 in otto scatti

La Juventus batte la Fiorentina e vince l’ottavo scudetto consecutivoE’ stato l’anno di Ronaldo, che ha vinto in A dopo Premier e Liga 😴

La Juventus Women vince ancora ed è a un passo dallo scudettoTravolto il Tavagnacco 5-0. Mercoledì le ragazze di Rita Guarino si giocano anche la Coppa Italia

Torino, la Juventus festeggia l’ottavo scudetto consecutivo Diretta videoTra i tifosi bianconeri dopo che la squadra di Allegri ha battuto la Fiorentina e ha conquistato il 35 titolo nazionale Auguri juventusfc nuovo scudetto 😴😴😴 Congratulazioni 🎊

Juventus, l'ottavo scudetto di fila: la festa esplode allo StadiumTifosi scatenati al triplice fischio della sfida con la Fiorentina. Allegri, Barzagli e Ronaldo coperti di schiuma, poi il giro di campo dei giocatori Ma questo è lordo o netto? A piazza San Carlo non c'è nessuno.... Fallimento ChampionsLeague Che pena! SerieA JuveFiorentina SkySerieA juventus SerieATIM

Scudetto Juventus, la stagione del trionfo vista dai social dei protagonistiLa Juventus ha vinto il suo ottavo scudetto di fila, il 35° della propria storia. Una cavalcata chiusa con 5 giornate d'anticipo e raccontata con intensità dai protagonisti sui social network. Passo dopo passo, vittoria dopo vittoria, la stagione bianconera si è accesa con l’acquisto di Cristiano Ronaldo, ha raccontato con entusiasmo 28 successi in 33 partite, ha visto l’addio a Twitter e Instagram del tecnico Allegri e le braccia larghe di Kean di fronte ai buu razzisti di Cagliari. Fino alla celebrazione di sabato 20 aprile, resa possibile dalla vittoria all'Allianz Stadium contro la Fiorentina per 2-1. quando la classe non è acqua ,,,,, 😂

juventus-fiorentina : Serie A - Segui la partita live con Corriere.itJuventus-Fiorentina per lo scudetto: Bernardeschi con Cr7 e Cuadrado Diretta

Calciomarket, Juventus: Cristiano Ronaldo ci crede, ma aspetta gli acquisti - Video Gazzetta.itCarlo Laudisa inquadra il futuro del rapporto fra CR7 e la Juventus nella sua rubrica sul mercato Gli è rimasto da comprare solo gli arbitri....internazionali 😂😂😂😂 Su Amazon 😂😂😂

Scudetto Juventus, Allegri: fantasia e tranquillità per costruire il trionfoHa cambiato formazioni, moduli e uomini e alla fine le ha vinte quasi tutte. Una gestione del gruppo praticamente perfetta ne fa uno degli artefici principale della vittoria Fantasia... Per carità... La fantasia della libera interpretazione del regolamento.