Sangue e segreti dall’Iran in Europa Quattro casi fra passato e presente

Sangue e segreti dall’Iran in Europa Quattro casi fra passato e presente

15/11/2019 17.40.00

Sangue e segreti dall’Iran in Europa Quattro casi fra passato e presente

Presunti torturatori, spie, cacciatori di dissidenti sono protagonisti di due casi misteriosi in Svezia: storie che si allungano nel resto del Nord Europa

EmailPresunti torturatori, spie, cacciatori di dissidenti sono protagonisti di due casi in Svezia, storie che legano passato e presente per allungarsi in altri paesi del nord Europa.Raccolta di proveLa procura di Stoccolma ha annunciato l’arresto di un iraniano, H.N., sospettato di essere coinvolto nelle esecuzioni di oppositori alla fine degli anni ’80. L’uomo è stato bloccato all’aeroporto e rinchiuso per almeno un mese in carcere. Secondo indiscrezioni avrebbe ricoperto il ruolo di assistente procuratore nelle prigioni di Gohar Dasht e Evin, partecipando alla feroce repressione del movimento Mujaheddin Khalq. Un’epoca segnata dall’uccisione di alcune migliaia di militanti. Il legale di H.N. ha negato qualsiasi addebito e sostiene che il suo assistito è estraneo a quei crimini. Fonti vicini agli esuli, invece, ribattono che vi sarebbero molte prove ed hanno chiesto tempo per presentare la documentazione alla magistratura.

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Berrettini vince il torneo del Queen's Primarie a Roma e Bologna, Letta e il Pd: «Grande affluenza, una festa della democrazia»

L’estate di sangueI fatti contestati si riferiscono alla fase quando il regime di Khomeini tra luglio e agosto 1988 lascia campo libero al boia, con quasi 5 mila (ma forse sono di più) prigionieri portati al patibolo. La chiameranno l’estate di sangue, è in parte una ritorsione all’assalto lanciato dai Mujaheddin Khalq schieratisi al fianco di Saddam Hussein. Un periodo durante il quale spicca un personaggio truce, Asadollah Lajevardi, procuratore di Teheran e direttore del carcere di Evin. Sarà uno dei simboli di un sistema feroce. Si vanterà spesso delle sue capacità nel far confessare le «colpe» alle persone interrogate, l’interprete fedele degli ordini arrivati dalla Guida. Non si godrà però la pensione: alla fine di agosto del 1998 due killer lo sorprenderanno nel negozio che gestiva nel bazar di Teheran.

Missione di spionaggioIl secondo episodio riguarda un giornalista iracheno finito in manette ancora in Svezia. Per la polizia sarebbe una pedina dello spionaggio iraniano, impegnato nella missione di sorveglianza ricognizioni di alcuni membri del movimento di liberazione dell’Ahvaz, fazione separatista araba attiva in Iran e presente, con suoi rappresentanti, nei paesi europei. Il presunto agente si sarebbe recato anche in Olanda al fine di raccogliere informazioni su possibili bersagli. Se le autorità si sono mosse con fermezza lo si deve a quanto è accaduto in passato. headtopics.com

Omicidi di esuliAhmad Mola NissiNel 2017 il leader del movimento Ahvaz Ahmad Mola Nissi è stato assassinato in Olanda, agguato compiuto da sicari della criminalità comune probabilmente ispirati dai servizi di Teheran. Un omicidio mirato preceduto da un’altra esecuzione contro un esponente dei Mujaheddin Khalq accusato di aver partecipato all’ attentato che nel 1981 provoca la morte di alti dirigenti islamici, tra loro anche l’ayatollah Behesti. Successivamente in Norvegia è stato sventato un piano contro attivisti dell’Ahvaz e i danesi hanno estradato in Svezia un cittadino d’origine iraniana, forse parte di un network più esteso. Il mosaico di eventi ha riportato al periodo in cui l’Iran ha organizzato squadre della morte per liquidare oppositori in molte città occidentali: Ginevra, Parigi, Roma, Berlino e Vienna sono solo alcune delle «piazze» dove i team hanno agito.

15 novembre 2019 (modifica il 15 novembre 2019 | 13:16) Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

La leggenda Mike Piazza nuovo c.t. degli azzurri di baseball - VanityFair.itIl miglior battitore della storia prova a rilanciare il baseball italiano. E' di origini parlermitane, vive a Parma, ha un passato (anche) nel calcio da patron della Reggiana e conserva un posto speciale nel cuore di New York

Cucchi, sentenza Appello Ter: prescrizione per quattro medici e uno assolto'La prescrizione del reato è una sconfitta per la giustizia, ma questo processo è stato fatto tra mille difficoltà', così il procuratore generale Mario Remus . . . con il massimo rispetto per chi non c'è più . . . . ma ce l'avete veramente fatto a fette ! ebbbbbbbbbasta Ancora con questa storia ... Basta.

McLaren Elva, supercar a cielo aperto da 815 cavalli e quasi 1,8 milioni di euroMcLaren, la casa di woking, presenta un'inedita barchetta, realizzata in soli 399 esemplari e ispirata ai modelli del passato.

Jennifer Aniston e il mitico taglio “alla Rachel” - Glamour.itL’attrice pubblica una foto del passato con l’hair stylist che ha realizzato negli anni ’90 il mitico taglio sfoggiato in Friends

Influenza, in quattro settimane a letto 341 mila italianiOltre centomila persone ammalate solo la scorsa settimana, soprattutto bambini. L’avvertimento dell’Aifa: «Attenzione alle fake-news» La maggior parte delle colpe, da attribuire ai repentini cambiamenti climatici

Cybersicurezza: ecco obblighi e sanzioni per Pa e impreseAlla Camera il sì definitivo alla legge sulla sicurezza cibernetica. Si istituisce un “perimetro” nazionale dove entro quattro mesi si faranno rientrare...