Ristoratori pronti ad aprire: «Sbagliato fare chiusure generalizzate e non selettive»

Ristoratori pronti ad aprire: «Sbagliato fare chiusure generalizzate e non selettive»

28/03/2021 16.59.00

Ristoratori pronti ad aprire: «Sbagliato fare chiusure generalizzate e non selettive»

Paolo Bianchini, presidente di Mio Italia e ideatore dell’iniziativa del 6 aprile: «Ero capogruppo di Fratelli d’Italia nel consiglio comunale di Viterbo, mi sono dimesso. Siamo “apartitici” è Salvini che segue noi, ha capito che qui c’è la “ciccia”, un movimento che fa proposte concrete»

, 45 anni, un ristorante nel centro di Viterbo, l’«Osteria del vecchio orologio», presidente nazionale del «Mio - Movimento imprese ospitalità», 1200 iscritti in Italia, 300 a Roma e nel Lazio, è convinto che saranno in molti. Molti di più degli iscritti.

Covid, stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Il Vaticano si scaglia contro il ddl Zan: «Fermate la legge, viola il Concordato» Fendi presenta la collezione PE22 alla Milano Fashion Week

Continuate ad avere altre adesioni?«Certo. Stanno aderendo altri movimenti spontanei, associazione territoriali di varie province, ristoratori da nord a sud, da Mantova a Monopoli in Puglia. Il fronte si allarga di giorno in giorno. E abbiamo avuto

endorsementimportanti, come quello dello chefFilippo La Mantiache in un comunicato ha sostenuto la nostra iniziativa».Il vostro movimento in realtà ha una vita recente, come è nato?«Tutto è iniziato con un gruppo Facebook, poi a metà maggio del 2020 abbiamo iniziato a fondare l’associazione e poi siamo entrati a metà Giugno in Federturismo e in Confindustria». headtopics.com

Dove sono in realtà già altre associazioni di categoria...«Non ci sentiamo rappresentati dalle vecchie associazioni di categoria che hanno metodi che non tutelano come vogliamo tutelare noi i piccoli e piccolissimi imprenditori, che sono la base del tessuto economico italiano».

Voi avete deciso di aprire sempre dal 6 aprile. Allora perché non per Pasqua?«E’ semplice. Il governo in questo momento sta discutendo sulla questione delle riaperture e il 5 scade l’ordinanza in vigore, devono fare la nuova. Noi vogliamo lavorare secondo quello che dice la legge rispettando i protocolli, tutelando la salute innanzi tutto delle aziende, dei clienti e dei collaboratori. Ma dal 6 aprile è una questione di sopravvivenza».

Però da quel giorno andrete anche contro le scelte del governo e del Comitato tecnico scientifico?«Noi contestiamo le scelte fatte finora, ovvero le chiusure generalizzate e non selettive. Non possiamo continuare con queste chiusure generalizzate con le spese fisse, che stanno correndo, gli sfratti esecutivi che stanno arrivando con le convocazioni dei tribunali, non possiamo veder morire le nostre aziende dopo tutti gli sforzi fatti per aprirle e per avviarle».

Quindi voi vorreste delle chiusure zona per zona, comune per comune?«Sì, chiudere dove gli indici sono da chiusura. Se Viterbo è con gli indici bassi con i contagi giornalieri minimi perché deve essere chiusa come una zona dove è un focolaio in corso? Aperture e chiusure devono essere selettive e capillari». headtopics.com

Netflix: accordo con Spielberg per diversi film all'anno 'Io e tanti altri espatriati non torneremo se l'Italia non ci tutela' Carl Nassib fa coming out: è il primo nella storia della Nfl

Ma forse è complicato sia da annunciare che da applicare con controlli così parcellizzati.«Mettessero in campo l’esercito. Noi siamo disposti ad avere tutti i controlli che vogliono. E rigettiamo la questione degli aiuti economici, che sono elemosina. Il decreto “Sostegno” risarcisce il 5% delle perdite del nostro fatturato che sono del 60% - media nazionale - rispetto al 2019, mettendo in confronto i due anni 2019-2020. Poi c’è il tema che dal 30 giugno ripartono i mutui e le moratorie Abi: quindi chi ha i soldi per pagare se non lavoriamo?».

Non temete le multe?«Stiamo lavorando con gli avvocati per tutelarci da questo punto di vista. Chiediamo che prima del 6, prima che entri in vigore la nuova ordinanza che il Governo ed il Comitato tecnico scientifico si rendano conto della situazione ormai irreversibile delle imprese e dei ristoratori italiani. Abbiamo cuore che si tuteli la salute, ma anche l’economia perché questo alla fine può fare più danni del virus».

E pensate che i clienti verranno?«C’è una solidarietà enorme. Arrivano telefonate di clienti che ci dicono: “fateci sapere chi riapre e quando riapre”. Anche perché in tanti ormai hanno i tamponi negativi, hanno fatto vaccini e hanno avuto il Covid, quindi non capiscono il motivo per il quale devono essere ancora reclusi in casa».

Vi dichiarate apartitici, però gli appoggi arrivano da una precisa parte politica?«Noi siamo “apartitici”, parliamo con tutti i partiti. È Matteo Salvini che segue noi perché ha capito che qui c’è la “ciccia”, un movimento che fa proposte concrete ed essenziali. Ed è arrivata anche Italia Viva». headtopics.com

Anche Virginia Raggi vi appoggia: che ne pensate della lettera al governo?«Tutti i politici seri capiscono che la nostra è una proposta di buon senso. Soprattutto I sindaci perché sanno che se le nostre aziende chiudono sono i primi ad avere problemi di bilancio. Virginia Raggi fa notizia, ma sono tanti i sindaci di piccoli comuni che ci stanno sostenendo».

Lei, però, ha fatto politica.«Fino ad aprile dello scorso anno sono stato capogruppo di Fratelli d’Italia nel consiglio comunale di Viterbo. Ma mi sono dimesso, proprio per essere “super partes”». Leggi di più: Corriere della Sera »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Aprire con sicurezza Possono anche riaprire 7/7 H24 ma col cazzo che ci vado a bar e ristoranti finché non sarò vaccinato! vaccino Aprire subito Che palle Avete stufato! Non siete l’unica categoria in difficoltà!

Draghi: “Pronti ad aprire al mondo per le vacanze”. In arrivo il green pass nazionaleIl premier rassicura il settore del terziario: «Regole semplici per i turisti, anticiperemo di un mese il passaporto europeo per le vacanze»

Rapina al giallorosso Smalling, in tre armati in casa - CronacaRapina nella notte in casa del giocatore della Roma Chris Smalling. Tre uomini armati sono entrati nell'abitazione in zona Appia e lo hanno costretto ad aprire la cassaforte. ANSA

Svizzera, le banche chiudono le porte ai promotori del referendum contro i matrimoni gayGli oppositori al 'Matrimonio per tutti' non riescono ad aprire un conto corrente: i grandi istituti preferiscono una denuncia per discriminazione ai…

L'amico, indagato, di Ciro Grillo: «Suo padre Beppe ha sbagliato a fare il video»A di Massimo Giletti parla, in esclusiva, uno dei quattro ragazzi accusati di stupro che rivendicano la propria innocenza. «Andava detto di vedere bene com’è andata. E che siamo c.... Ma la cosa della denuncia dopo 8 giorni non andava detta» Vedendo per la prima volta la foto di questo non ho più dubbi, è stato stuprodigruppo

Chiusure e pic-nic vietati, è Pasqua da zona rossa in Valsesia: “Non rischiate multe salate”Sarà una Pasqua deserta in Valsesia? Non proprio: ai residenti si è unito qualche proprietario o affittuario di seconde case che ha scelto di trascorrere in montagna i giorni di festa. A passeggio nei boschi, o tra le vie del centro per le ultime spese, incontrare gente, in particolare nelle ... KIVESTRAMUORT KIVESTRAMUORT KIVESTRAMUORT