Reese Witherspoon: «Ogni donna può essere madre in modo diverso» - VanityFair.it

Arriva il 22 maggio su Amazon Prime Video «Little Fires Everywhere» la nuova serie prodotta dall'attrice, nella quale interpreta una mamma. «Al cinema», dice, «non sono state raccontate abbastanza»

22/05/2020 08.30.00

Arriva il 22 maggio su Amazon Prime Video «Little Fires Everywhere» la nuova serie prodotta dall'attrice ReeseW, nella quale interpreta una mamma. «Al cinema», dice, «non sono state raccontate abbastanza»

Arriva il 22 maggio su Amazon Prime Video «Little Fires Everywhere» la nuova serie prodotta dall'attrice, nella quale interpreta una mamma. «Al cinema», dice, «non sono state raccontate abbastanza»

Una storia ambientata in Ohio negli anni Novanta.Protagoniste due donne: Elena Richardson, bianca e privilegiata (La Witherspoon) e Mia Warren, una nera, con pochi soldi e aspirazioni artistiche (Kerry Washington, co-produttrice anche del film). «Ho letto il romanzo e l’ho amato subito», dice la Witherspoon, «certi libri rimangono con me, diventano parte della mia vita e

Omicidio Desireé: tutti condannati, due all'ergastolo - Cronaca Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo 'Certi amori non finiscono', Zeman torna a Foggia - Calcio

Tanti piccoli fuochiè uno di quelli. Ho sempre adorato raccontare e ascoltare storie.Da piccola sognavo di fare la scrittrice e, negli anni, ci ho provato più voltea sedermi davanti al computer e a mettere giù una storia. Finora non sono stata in grado di farlo credo sia per questo che adoro chi, invece, ha la capacità di scrivere storie interessanti come questa».

La sua carriera nel cinema è cominciata nel 1991, all’epoca aveva 14 anni e il film eraL’uomo della luna. «Ricordo ancora che per l’anteprima del film volli indossare a tutti i costi un paio di stivali da cowboy, mi sembrava una cosa super cool. Per qualche motivo, all’anteprima venne anche headtopics.com

Arnold Schwarzenegger: ero emozionatissima».Oggi, a 44 anni, la Witherspoon ha trasformato quella sua passione per i libri (che coltiva ancora oggi con il suo book club) in un fiuto formidabile per le storie che non solo che hanno un forte potenziale per funzionare al cinema o in Tv (Tra i film che ha prodotto c’è, per esempio,

Gone Girl) ma anche, come dicevamo all’inizio, centrate su tematiche e protagoniste femminili.Spesso madri come nel caso della serieBig Little Lies,altro successo enorme da lei prodotto e interpretato. «Quella serie ha saputo raccontare la vita interiore delle donne come di rado si era visto prima, dal rapporto di amicizia che le lega alla violenza domestica.

Eppure, non ci saremmo aspettate un successo del genere», spiega. «Credo che, al cinema, le madri non siano state rappresentate abbastanza. Ci sono così tanti modi diversi di essere madre, innumerevoli storie che si possono raccontare. Noi donne lo sappiamo bene. Credo che guardando

Tanti piccoli fuochi, in tante ritroveranno nei personaggi parti di sé o di persone che conoscono, familiari, amici. Sono convinta che questa serie porterà le persone a parlare, a discutere fra di loro. E questo è molto importante.Un aspetto che mi ha intrigato particolarmente di questo progetto è l’idea che maternità non significhi solo rapporto madre-figli: ci sono state donne nella mia vita che hanno svolto ruolo materno nei miei confronti, che mi hanno aiutato in certi momenti o aspetti della vita headtopics.com

Padova, violentò cinque ragazze straniere in vacanza nel suo bed & breakfast: 9 anni e 8 mesi di carcere a un carabiniere - Il Fatto Quotidiano Roma, autobus in fiamme sulla Portuense, nessun ferito Report, dal Tar ok all'accesso agli atti - Politica

rispetto ai quali mia madre non avrebbe potuto fare altrettanto».Con Kerry Washington, racconta, si conoscono da tempo. «Dopo aver letto il libro, ho pensato subito a lei, le ho detto: “Penso di aver trovare una storia alla quale possiamo lavorare insieme”. Il nostro rapporto si è fatto più stretto grazie a Time’s Up

. È stato allora che abbiamo cominciato a ragionare su come rendere l’industria dello spettacolo più sicura per le donne. Ma anche su che cosa significhi gestire una famiglia, i figli, e la carriera.Stiamo vivendo un periodo davvero unico, finalmente noi donne possiamo assumere ruoli guida

. Un risultato che è stato possibile anchegrazie alle piattaforme in streaming. Più progetti, più contenuti, più opportunità Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

La Pina ed Emiliano: «L'amore è dirsi buongiorno ogni mattina (anche in quarantena)» - VanityFair.itLa conduttrice radiofonica e il musicista, tra i protagonisti del «Festival dell'amore 2020», raccontano gli ultimi mesi di «matrimonio e cattività». Tra paure, biglietti strappati e «ti amo» ripetuti spesso: «Abbiamo capito quali sono i rispettivi spazi e fino a che punto possiamo spingerci»

Ecobonus, ecco come funziona e chi può usufruirne - VanityFair.itCon il Decreto Rilancio è prevista una detrazione fiscale spalmata in cinque anni pari al 110% delle spese sostenute per lavori di ristrutturazione «green»

Elodie, «una donna complicata», e la quarantena con Marracash, «un uomo non facile» - VanityFair.itLa cantante rivela alcuni dettagli sul suo isolamento domiciliare insieme al fidanzato: «Abbiamo avuto alcune discussioni, come tutti. Siamo fatti così». Ma l’amore, tra musica e un nuovo look, va comunque a gonfie vele

Maternità surrogata, cosa sarà dei bambini bloccati in Ucraina - VanityFair.itIl caso dei bambini nati da maternità surrogata in Ucraina: non possono uscire dal paese e dall'estero non possono arrivare i futuri genitori

Da Instagram: è il momento della pastel French manicure - VanityFair.itIl classico della manicure si fa rainbow, nei toni pastello. Su Instagram è il trend del momento ed è semplice da realizzare anche a casa manicure Beauty

L'editoriale del direttore Simone Marchetti - VanityFair.itCon una generosità immensa, pari soltanto all’ossessiva minuzia con cui ha controllato tutto, nessun dettaglio escluso, il Premio Oscar Paolo Sorrentino ha creato una sorta di secondo atto del suo capolavoro, «La Grande Bellezza», utilizzando questo giornale come fosse una pellicola cinematografica Adoro❤️ e i suoi libri poi❤️li ho divorati tonypagoda un mito Hi ! How can we get this masterpiece here in Spain? Love it and need it but there are no shipping options for Spain on your website 😕