Recuperi di C, la Pro vola a Grosseto: con la Pianese deve ritrovarsi anche senza Gilardino - La Stampa

Recuperi di C, la Pro vola a Grosseto: con la Pianese deve ritrovarsi anche senza Gilardino

22/01/2020 08.05.00

Recuperi di C, la Pro vola a Grosseto: con la Pianese deve ritrovarsi anche senza Gilardino

Due imperativi d’obbligo per la Pro Vercelli oggi alle 15 a Grosseto contro la Pianese: vincere e ritrovare lo smalto di inizio stagione. I leoni hanno avuto infatti un’involuzione preoccupante: nelle ultime sei gare hanno racimolato solo tre punti, frutto dei pareggi contro Renate, Pistoiese e Lecco. I bianchi non vincono dal 17 novembre scorso, dalla trasferta contro il Como: fino a quella data Schiavon e compagni erano riusciti a mettere insieme nelle dieci gare precedenti, ben 9 risultati utili. E sbancare in trasferta, oltre che Como, anche Siena e Novara. Dalla sfida in riva al Lario c’è stato poi un calo, vistoso, di gioco e numerico, con soli tre punti nelle successive sei gare. Un passo indietro, che gli infortuni a cavallo tra novembre e dicembre hanno amplificato, che ora la Pro spera di sanare. Già a partire dalla sfida di oggi contro la Pianese, prima giornata di ritorno non giocata a suo tempo lo scorso 22 dicembre, perché la Lega Pro aveva scioperato in attesa delle risposte da parte del Governo in merito alla defiscalizzazione richiesta dalle varie società di serie C. La sfida contro i toscani di oggi è quindi fondamentale per la Pro Vercelli: un altro scivolone sarebbe rischioso, anche perché alle porte c’è poi la partita, a dir poco proibitiva, di domenica al Piola contro la capolista Monza. La Pro vuol quindi tornare a correre, vuol dimostrare che c’è come squadra e come gioco: ecco quindi l’occasione odierna, contro la Pianese. Una partita, che è una sorta di scontro diretto, con i toscani che, in zona playout, inseguono i bianchi a più quattro in graduatoria. Alberto Gilardino oggi dovrà stare in tribuna: il doppio giallo ricevuto domenica si è trasformato in una giornata di stop. L’allenatore bianco sarà costretto a seguire i suoi ragazzi da lontano: in panchina ci sarà Caridi. A Gorgonzola contro l’Albinoleffe Gilardino aveva disegnato una Pro inedita: con più centimetri nella mediana e con un tridente offensivo tutto nuovo. Aveva lasciato inf

Raffaella LanzaPubblicato il22 Gennaio 2020Due imperativi d’obbligo per la Pro Vercelli oggi alle 15 a Grosseto contro la Pianese: vincere e ritrovare lo smalto di inizio stagione. I leoni hanno avuto infatti un’involuzione preoccupante: nelle ultime sei gare hanno racimolato solo tre punti, frutto dei pareggi contro Renate, Pistoiese e Lecco. I bianchi non vincono dal 17 novembre scorso, dalla trasferta contro il Como: fino a quella data Schiavon e compagni erano riusciti a mettere insieme nelle dieci gare precedenti, ben 9 risultati utili. E sbancare in trasferta, oltre che Como, anche Siena e Novara. Dalla sfida in riva al Lario c’è stato poi un calo, vistoso, di gioco e numerico, con soli tre punti nelle successive sei gare. Un passo indietro, che gli infortuni a cavallo tra novembre e dicembre hanno amplificato, che ora la Pro spera di sanare. Già a partire dalla sfida di oggi contro la Pianese, prima giornata di ritorno non giocata a suo tempo lo scorso 22 dicembre, perché la Lega Pro aveva scioperato in attesa delle risposte da parte del Governo in merito alla defiscalizzazione richiesta dalle varie società di serie C.

Lapadula, gol e assist contro l'Ecuador. E il Perù impazzisce per lui Ronaldo, un altro super record nella storia Il c.t. Rossi: 'Orgoglioso della mia Ungheria'

La sfida contro i toscani di oggi è quindi fondamentale per la Pro Vercelli: un altro scivolone sarebbe rischioso, anche perché alle porte c’è poi la partita, a dir poco proibitiva, di domenica al Piola contro la capolista Monza.La Pro vuol quindi tornare a correre, vuol dimostrare che c’è come squadra e come gioco: ecco quindi l’occasione odierna, contro la Pianese. Una partita, che è una sorta di scontro diretto, con i toscani che, in zona playout, inseguono i bianchi a più quattro in graduatoria. Alberto Gilardino oggi dovrà stare in tribuna: il doppio giallo ricevuto domenica si è trasformato in una giornata di stop. L’allenatore bianco sarà costretto a seguire i suoi ragazzi da lontano: in panchina ci sarà Caridi. A Gorgonzola contro l’Albinoleffe Gilardino aveva disegnato una Pro inedita: con più centimetri nella mediana e con un tridente offensivo tutto nuovo. Aveva lasciato infatti in panchina, sul fronte d’attacco, Rosso e Azzi, che tra l’altro proprio ieri è diventato papà della piccola Giulia. Oggi i due potrebbero giocare fin da subito a sostegno di Comi, che sabato scorso con Della Morte e Varas aveva faticato a trovare il giusto feeling.

Di sicuro la Pro, che fatica a far gol, deve migliorare in fase difensiva: nell’ultimo periodo, ogni palla vagante nell’area piccola dei bianchi, si trasforma in rete per gli avversari. Quagliata è ancora squalificato: deve scontare la seconda delle tre giornate di stop. Al suo posto ci sarà probabilmente Iezzi, che con Franchino presidierà la fascia. headtopics.com

Auriletto potrebbe rientrare a tempo pieno, dopo essere stato tenuto a riposo precauzionale nell’ultima giornata, a fianco di Masi. Nella mediana Graziano, Schiavon e Bani sono in pole per partire titolari, anche se Gilardino, in tempi non sospetti ha detto che, le tre sfide in sette giorni (Albinoleffe, Pianese e Monza), avrebbero richiesto il turnover.

Leggi di più: La Stampa »

Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, stop mascherine all'aperto: ecco quando potrebbe arrivare

Si dà fuoco con la benzina, muore per le ustioni - La StampaLa vittima di 39 anni, Salvatore Blanco, si è trasformata in una torcia umana domenica mattina nel cortile della sua abitazione nel Siracusano Rip Rip

Il rallo di Guam è risorto dall’estinzione e torna a sfidare la sorte - La StampaDa 'estinto in natura' a 'in pericolo'. Dopo quattro decenni, un uccello tropicale è tornato a vagare liberamente su due isole dell'oceano Pacifico. La storia del rallo di Guam è davvero sorprendente, proprio come la sua rara 'promozione' che lo ha fatto tornare indietro dall'oblio. Solo un altro uccello, il ...

Marco Giallini: ''Villetta con ospiti', una storia in cui il nostro inferno ricade su chi ci è accanto'Una famiglia borghese del Nordest, le complessità dei rapporti tra genitori e figli, tra uomini e donne, tra generazioni diverse. L'integrazione...

Reddito di cittadinanza a oltre un milione di famiglie, sussidio medio di 493 euro - La Stampa2,4 milioni di persone coinvolte.

Meng, l’erede Huawei a processo: arriva coi tacchi a spillo nella neve e braccialetto elettronicoComincia la battaglia legale (e di immagine) a Vancouver dove la donna è stata arrestata dalla giustizia Usa con l’accusa di frode bancaria per aggirare le sanzioni con l’Iran Ogni giorno cadete sempre più in basso,tra un po' scaverete

Maria Pia Ercolini, la prof che chiede più vie dedicate alle donneLa battaglia della professoressa in pensione, che con questa iniziativa di pari opportunità ha vinto il Premio per la Società civile del valore di 14mila euro Ora sì che il mondo è un posto migliore le battaglie, quelle importanti...