Quegli anziani dimenticati dalle “fasi” restano blindati nelle case di riposo

Sono state le vittime più numerose del Covid-19. E ora aspettano che anche per loro arrivi l’atteso momento di incontrare i parenti che vedono solo dietro i vetri

09/06/2020 07.22.00

Sono state le vittime più numerose del Covid-19. E ora aspettano che anche per loro arrivi l’atteso momento di incontrare i parenti che vedono solo dietro i vetri.

Sono state le vittime più numerose del Covid-19. E ora aspettano che anche per loro arrivi l’atteso momento di incontrare i parenti che vedono solo dietro i vetri

Amedea FrancoSono state le vittime più numerose del Covid-19.  E ora aspettano che anche per loro arrivi l’atteso momento di incontrare i parenti che vedono solo dietro i vetriL'incontro tra un'ospite e i famigliari schermato dal plexiglass fissato al cancello

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Cts: stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure

Amedea FrancoPubblicato il09 Giugno 2020Sono stati le vittime più numerose del Covid-19. Gli anziani delle case di riposo ora sono in un limbo. Quando potranno incontrare i parenti? Non si sa.Tutto tace. Se lo chiedono loro e se lo chiedono i familiari stufi di telefonate, incontri attraverso un plexiglass o dietro le finestre, dove la comunicazione è impossibile perché molti anziani già non «sentono» in una situazione normale, figuriamoci con le voci attutite da doppi vetri. Qualcuno si aiuta con il cellulare, ma quello che manca è l’incontro. E pazienza se non si potrà dare loro un abbraccio o una carezza o un bacio. Già essere insieme nella stessa stanza non potrà che fare bene a loro e ai familiari.

Il personale in questi mesi ha fatto il possibile e l’impossibile per arginare queste mancanze, ma ora c’è bisogno davvero di ritrovare gli affetti.Dopo settimane al centro delle cronache, con alcune strutture sotto accusa per aver mal gestito l’emergenza, con l’arrivo delle Fasi 1 e 2 gli anziani delle case di riposo sono stati di nuovo dimenticati. Intanto, nelle città sono tornate a riempirsi le strade, bar e ristoranti hanno riaperto, libera circolazione tra regioni. headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Un piano per ridurre la distanza economica e geografica del sudStatalizzare Alitalia rischia di danneggiare le città servite dalle compagnie low cost Il ponte sullo stretto? 😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂 Tra poco obiettivo decrescita porterà economia del nord al livello del sud Ah perché da dopo il covid esiste ancora distanza economica tra nord e sud?

La Bibbia di Trump, il silenzio di Trudeau e il post nero: la lettura è politica - VanityFair.itSono le elezioni americane a fare da sfondo alle reazioni agli scontri nelle strade dopo la morte di George Floyd a partire da quella di Trump

Ristoranti e negozi, ora uno su dieci teme di finire nelle mani della malavitaDopo liquidità, costi e crollo dei consumi, ora c’è anche il rischio usura con i tentativi illeciti della malavita di impadronirsi delle aziende Gli altri nove nelle mani di Equitalia.....e non so cosa sia peggio. welikeduel andratuttobene Intanto ristoranti, parrucchieri hanno aumentato i prezzi.

Insegnanti in piazza in tutta Italia: la protesta contro il decreto scuolaProteste diffuse in varie piazze italiane. A Torino docenti simulano il distanziamento in classe: 'Per 50 ragazzi non basterebbe mezza Piazza Castello' Hanno mandato in crisi studenti alla soglia della laurea che vedono vanificati gli enormi sforzi compiuti per costruire i propri sogni a suon di sacrifici. Imperdonabili. governodisumano

Forti piogge e allagamenti: la tempesta 'Cristobal' raggiunge la LouisianaLa tempesta tropicale Cristobal si è abbattuta ieri sulle coste della Louisiana, nel Sud-Est degli Stati Uniti, con venti fino a 80 chilometri orari

Lyda Patitucci, regista di Curon: «Le gabbie dalle quali noi donne dobbiamo liberarci» - VanityFair.it«Curon», la nuova serie originale di Netflix prodotta da Indiana Production, sbarca sulla piattaforma a partire dal 10 giugno. VanityFair.it incontra la regista Lyda Patitucci che, tra le difficoltà di una donna nel farsi largo in un industria a netta prevalenza maschile e la palestra nei film di Matteo Rovere, apre il suo cassetto di ricordi ed esperienze