Quando Agnelli beccò la Ekberg con l’amante: “Ah, mi fa piacere... ” - Il Fatto Quotidiano

Definirla “bella” non rende l’idea. Anita Ekberg era esagerata, quando passava era come ricevere uno schiaffo in faccia, della serie “sveglia, sono qui!”

23/07/2021 12.30.00

Definirla “bella” non rende l’idea. Anita Ekberg era esagerata, quando passava era come ricevere uno schiaffo in faccia, della serie “sveglia, sono qui!”

Definirla “bella” non rende l’idea. Anita Ekberg era esagerata, quando passava era come ricevere uno schiaffo in faccia, della serie “sveglia, sono qui!”. E lo sapeva, ci rideva, ci giocava, dominava la scena, qualunque fosse: dalla passeggiata di via Veneto ai continui party dell’epoca, una festa perenne dove nasceva il generone romano in totale libertà. …

150 commenti alla settimanaTermini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5) Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Willy, la mamma dei fratelli Bianchi: “Manco fosse morta la regina”

Leggi su Sky TG24 l'articolo Omicidio Willy, la mamma dei fratelli Bianchi: “Manco fosse morta la regina”

'Indro, il 900', Marco Travaglio presenta il libro su Montanelli a 20 anni dalla scomparsa: la diretta - Il Fatto Quotidiano🔴 INDRO. IL 900 / LA DIRETTA Il direttore de il Fatto Quotidiano, marcotravaglio, presenta a Fucecchio il suo libro su Indro Montanelli. Segui live marcotravaglio Non arrivi nemmeno a pulire il culo di Montanelli marcotravaglio Per alcuni era un pedofilo. marcotravaglio Buonasera direttore marcotravaglio esiste una registrazione della presentazione? Grazie in anticipo.

Il Fatto di Domani del 21 Luglio 2021 - Il Fatto QuotidianoMA LA MINISTRA HA LETTO LA SUA RIFORMA? “I procedimenti puniti con l’ergastolo non sono soggetti ai termini dell’improcedibilità” e comunque “per i reati più gravi si prevede una possibilità di proroga”: questo ha affermato oggi la Guardasigilli durante un question time alla Camera, quasi a voler rassicurare i pm antimafia De Raho e Gratteri … E su cosa NON litigano i partiti ormai...

Il regista Vicari: 'Quando la democrazia rinuncia a se stessa. Il mio film testimonianza''La sospensione dei diritti delle persone è entrata nelle nostre vite e non ce ne siamo resi conto'. Daniele Vicari ha raccontato la violenta irruzione della polizia nella scuola Diaz di Genova nel suo film del 2012 'Diaz – Don’t clean up this blood'. 'Il film resta come testimonianza della attitudine dello stato democratico a mettere in discussione i principi fondamentali della democrazia. Se un criminale mi colpisce chiamo le forze dell'ordine, ma se sono le forze dell'ordine a colpirmi, chi chiamo? Questo mette in crisi tutte le cose in cui io credo e mi aveva portato anche a pensare di non poter realizzare questo film. Poi ho concluso che il cinema poteva essere il modo per restituire dignità a un essere umano umiliato dalle istituzioni'.Intervista di Arianna FinosG8 Ritorno a Genova - Lo speciale ah, io avevo capito che il 'film testimonianza' parlasse di questo biennio.

C’è musica a Porto Rubino: suona Enea con Moby Dick - Il Fatto QuotidianoIl battesimo dell’acqua fu propizio. “Ero piccolo”, ricorda Renzo Rubino. “Mio nonno Lino mi portò in barca con i suoi amici. Con la fortuna dei neofiti, fui l’unico a prendere pesci. Lì mi innamorai della navigazione. Io vengo da Martinafranca, in collina. Scendere al mare era un regalo. Nonno mi offrì una lezione di vita: …

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 23 Luglio: I Migliori peggio di B. Fiducia sul Salvamafia - Il Fatto QuotidianoI Migliori peggio di B. Fiducia sul Salvamafia. Ricatto di Draghi sul vecchio testo, bocciato pure dal Csm. Cartabia contro M5s il premier finge di aprire a “miglioramenti tecnici” che cambierebbero poco. Il Csm: “obbligatorietà violata e appelli in fumo” Che schifo Il signor Travaglio è disperato Ringraziamo gli ignavi a 5 stelle! gotham

Green Pass, dove sarà obbligatorio in Italia: la conferenza stampa di Draghi Diretta videoIl premier con la Guardasigilli Marta Cartabia e il ministro della Salute Roberto Speranza Se non ci saranno controlli effettivi il green pass sarà perfettamente inutile.Chi controllerà (e con qual frequenza) che i titolari di ristoranti, cinema etc.verifichino il possesso del green pass da parte dei clienti? A monte, ci sono le risorse x effettuare questi controlli? Questa foto rende benissimo l'idea.. PIETOSO.