Scienziato, Attenzione, Salute, Scienza, Politica

Scienziato, Attenzione

Priorità alla scienza, finalmente

Priorità alla scienza, finalmente

03/04/2020 02.10.00

Priorità alla scienza, finalmente

Gli scienziati, con il loro straordinario lavoro, sono ritornati al centro della attenzione. Questo la politica non lo può ignorare

Caro direttore, non ci posso credere! Lo spavento deve essere stato veramente grande.Sembra che almeno per un po’, ma ci farebbe solo bene, il nostro sarà un Paese a «trazione scientifica». Evviva! Confesso che mi fa una certa impressione ascoltare alcuni politici, opinionisti di rango, ma non solo quelli, «no vax» fino a ieri tanto per intenderci, rimettersi ora ai tempi e alle procedure della scienza medica, difendendone almeno a parole il suo operato. Con qualche vizietto italico però duro a morire, come quello del tanto miracoloso farmaco, l’Avigan, divenuto il pomo della discordia. Che molti vorrebbero sdoganato, approvato a furor di popolo, anzi a furor di video, divenuto quello sì subito virale. E questo in assenza di una comprovata efficacia, certificata dagli organi competenti e non come accade spesso da noi, da chi preso dall’ansia e da una paura scomposta, oppure a caccia di facile consenso, cerca l’ennesima pericolosa scorciatoia verso la salvezza.

Strasburgo, David Sassoli ricoverato per polmonite da 5 giorni Covid: vitamina D potrebbe potenziare l’effetto del vaccino Altro ultimatum all'Uefa per la Superlega: 'Annulli le sanzioni'

Il nostro è un Paese con una lunga e robusta tradizione antiscientifica.Abbiamo tristemente vissuto i «fenomeni» Di Bella e stamina, dimostrando di aver imparato poco o nulla da quella esperienza. Alla faccia, ora, dei virologi nostrani e dei comitati scientifici esperti in materia, che si erano già espressi dubbiosi se non contrari in merito all’Avigan. La politica, per lungo tempo, si è illusa con una certa supponenza e a volte arroganza di poter governare, dominare da sola i maggiori processi, eventi epocali, per non parlare poi di quelli emergenti. In barba agli scienziati e ai loro noiosi dossier fatti di dati su cui almeno riflettere e confrontarsi. Però i nodi stanno venendo al pettine: la gente ha capito sulla propria pelle. La scienza, le risorse per la ricerca, nel nostro Paese sono state messe letteralmente in ginocchio, umiliate. Quello che è accaduto, l’emergenza sanitaria purtroppo in atto, ha contribuito a ridurre, se non ad azzerare, le distanze e le incomprensioni tra scienza e società. La salute, gli scienziati con il loro straordinario lavoro, sono ritornati al centro della attenzione e delle priorità dell’opinione pubblica. Questo la politica non lo potrà più ignorare. Almeno si spera.

2 aprile 2020, 21:25 - modifica il 2 aprile 2020 | 21:25 Leggi di più: Corriere della Sera »

11 settembre: 20 anni che valgono un secolo

Le storie

Sì, quella che non ha visto il virus all'orizzonte... Sì, ma gli scienziati non sono maghi. Spesso si sbagliano. E l'Italia giocava alle carte parlava di c.. StatoDEccezione coronavirusitalia Scienza Politica Governo costituzione autoritarismo dittatura repressione diritto zonarossa COVID19 coronavirus pandemia contaminazione salute ssn sanità

Bye bye Milan: senza gli amici Boban e Maldini, Ibra dà l'addioLo svedese non resterà a Milano anche la prossima stagione, perché poco attratto dal progetto di Gazidis. Si fa largo l'idea di smettere Gazidis oltre ad uccidere il Milan e cacciare Boban e una leggenda come Maldini, fa appendere le scarpe al chiodo ad Ibra. Terminator “Pronto ciao gazzetta, io sottoscritto Zlatan comunico che lasciare Milan”.

Piero e gli altri che videro la guerra: «Se ne vanno i ragazzini di allora»Anziani soli nei paesini. Il sindaco di Valtorta, ucciso dal virus, non si aspettava alla sua età (86 anni) di dover assistere a qualcosa di mai visto

Progetti per gli uffici pronti ad adeguarsi allo smartworkingConcept più flessibili favoriscono team building, condivisione di spazi e interazione con chi lavora da casa Bello avremo UN SUPER UFFICIO e poi staremo a casa con i vecchi MATERASSI perché non abbiamo i soldi per CAMBIARLI... Decidetevi a pagare chi se lo merita altro che UFFICI FUTURISTICI riportateVi i piedi per terra ed entrate nelle case degli igegneri 40 enni a vedere cosa hanno.

Blog | Sindaci presi d’assalto, ma i 4,3 miliardi non servono per gli aiuti direttiSindaci presi d’assalto, ma i 4,3 miliardi non servono per gli aiuti diretti | Post di FscoMer , analista del linguaggio ed economico-finanziario | via econopoly24 econ24 2aprile --- segui Econop... FscoMer econopoly24 A giorni le persone scenderanno per strada avendo fame assalteranno negozi banche

Coronavirus: il Papa prega per i giornalisti e gli operatori dei mediaCOVIDー19 PapaFrancesco PreghiamoInsieme per tutti quelli che lavorano nei media, che lavorano per comunicare, per l’informazione, perché la gente non si trovi tanto isolata Oltre che pregare io gli dedico un pensiero di un grande del giornalismo... Ahahahahah e magari che facciano informazione...non quella cosa che si vede in tv (con le dovute ed apprezzate eccezioni ovviamente)

Coronavirus, i buoni alimentari sulla tessera sanitaria: il modello Cesena per distribuire gli aiutiUn modello che consente di superare molte difficoltà burocratiche e aggirare l’ostacolo ‘fisico’ di una eventuale distribuzione di buoni cartacei