Sport%2Ccalcio%2Cserie%20A%2Cqui%20Lazio

Sport%2Ccalcio%2Cserie%20A%2Cqui%20Lazio

Poker della Lazio al Lecce: 4-2 all’Olimpico - La Stampa

Poker della Lazio al Lecce: 4-2 all’Olimpico

10/11/2019 19.36.00

Poker della Lazio al Lecce: 4-2 all’Olimpico

Quarta vittoria di fila per i biancocelesti che consolidano la zona Champions. Apre e chiude Correa: in rete Lapadula, Milinkovic-Savic, Immobile e La Mantia

Poker della Lazio al Lecce: 4-2 all’OlimpicoQuarta vittoria di fila per i biancocelesti che consolidano la zona Champions. Apre e chiude Correa: in rete Lapadula, Milinkovic-Savic, Immobile e La MantiaPubblicato il10 Novembre 2019ROMA. La Lazio di campionato dimentica la sua sbiadita gemella di coppa, batte il Lecce e infila la quarta vittoria di fila, consolidando la posizione in zona Champions. All'Olimpico finisce 4-2 ma la vittoria dei biancazzurri è stata meno facile di quello che dice il punteggio, non solo per il gioco espresso, un passetto indietro rispetto a Milano, ma anche per la chance del rigore sprecata da Babacar sul 2-1. Contro i salentini Inzaghi recupera Correa, il match winner di San Siro che lascia il segno con una doppietta che apre e chiude il match. In mezzo, i gol del pareggio di Lapadula e il nuovo sorpasso biancoceleste firmato Milinkovic e Immobile (su rigore), premiato prima del match per i 100 gol in Serie A, prima del gol nel finale di La Mantia.

La moglie di Johnson al G7 con abiti noleggiati G7, Draghi: 'Cina è autocrazia che non aderisce alle regole multilaterali, non condivide la stessa visione del mondo delle democrazie' - Il Fatto Quotidiano Droga a Torino, spacciatore arrestato per la quarta volta in un anno

Di contro, Liverani, 5 anni in biancazzurro, deve fare a meno di Falco e dà fiducia a Babacar vicino a Lapadula. Una assenza pesante quella del fantasista che scombussola i piani del tecnico giallorosso che scende all'Olimpico con un ruolino di marcia comunque tutt'altro che disprezzabile: 4 pareggi di fila, compresi quelli contro Juve e Milan. Ma al di là delle assenze sono i tremila salentini al seguito a dare coraggio alla squadra giallorossa che dopo appena 45" già rischia su una percussione di Correa deviata da Gabriel in angolo. Le Lazio parte determinata, forse per chiudere presto il match ed evitare che le tossine accumulate in coppa possano farsi sentire. La prima palla gol arriva al 13' con Milinkovic ma il serbo la spreca malamente. Così come Mancosu due minuti dopo grazia Strakosha dal dischetto. Non sbagliano invece Correa al 30' sull'ennesimo assist di Luis Alberto, e al 40' Lapadula che sugli sviluppi di un corner la mette dentro. Il pareggio a fine primo tempo premia il buon gioco del Lecce che però deve ringraziare Luis Alberto capace al 42' di mangiarsi un gol incredibile a porta vuota.

La ripresa inizia con un brivido per i tifosi di casa per la traversa colpita di testa da Babacar (5'), grazie anche al colpo di reni di Strakosha. Il Lecce si muove meglio ma la legge del calcio è spietata e così ci pensa uno sbiadito, fino a quel momento, Milinkovic approfittare di una dormita di Calderoni e bruciare Gabriel per il nuovo vantaggio. Che potrebbe durare lo spazio di 3': il tempo di fischiare un rigore (22') assai dubbio su Babacar che il senegalese si fa parare. Sulla respinta segna Lapadula ma la rete, dopo un gran caos in campo e qualche ammonizione, viene annullata perchè l'ex Genoa era entrato in area prima del penalty. Il can-can ha almeno il pregio di scuotere la partita che vive di 10 minuti intensi che portano all'uno-due biancoceleste, prima con Correa e poi con Immobile su rigore.  headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Ragazzi all’Onu: “La tolleranza la insegniamo noi” - La StampaTre giorni a New York a simulare i lavori del Consiglio di Sicurezza ONU con i grandi della musica e dello sport strapagati e mantenuti

Grigi, scelte obbligate a centrocampo e slitta a dicembre la partita con la Juve - La StampaGrigi, scelte obbligate a centrocampo e slitta a dicembre la partita con la Juve

Molise, la delibera da Washington per la nomina del capo della sanità - Il Fatto QuotidianoSulla delibera scrivono che “nella sede dell’Ente” a Campobasso, il 31 ottobre scorso, c’erano il governatore della Regione Molise Donato Toma, il vicepresidente e tre assessori tra cui Nicola Cavaliere. Delibera delicata, l’urgente nomina del commissario straordinario dell’Azienda sanitaria regionale. Avevano già fatto un mezzo pasticcio qualche giorno prima, nominando l’ex direttore generale che però … amantovani71 Era su Rousseau amantovani71 Perché no? Già oggi tantissime decisioni, a vari livelli aziende, vengono prese in “telepresenza”, con la stessa responsabilità dell’essere fisicamente presenti, ovviamente. marcotravaglio amantovani71 Ahahah ahahah si cambia colore ma è sempre la stessa cosa è inutile credere la politica è inutile si cambia la musica ma il suonatore e sempre lo stesso

Torino sarà la “Città del cinema 2020”: un film lungo un anno - La StampaL’evento inaugurale il prossimo 21 novembre con il taglio del nastro dell'installazione dedicata a Torino Città del Cinema.

La notte dell’Ilva, la notte infinita di TarantoGli spettacoli alla Vaccarella dei grandi italiani, i colpi della criminalità organizzata e l'abbandono colpevole degli spazi, il peso del rischio di guai con la legge a tutti i livelli, la consapevolezza ormai diffusa di dover tenere insieme lavoro e salute dopo le negazioni del passato, l'accorato invito dell'arcivescovo a non accontentarsi di facili scorciatoie davanti ai grandi problemi

Serie C, Pro Patria – Alessandria /La diretta - La StampaCalcio d’inizio domenica 10 novembre alle 17,30