Razzocinese, Allerta

Piovono razzi! Il cinese “Lunga Marcia 5B” in caduta sulla Terra, allerta in Italia

🔸 #Razzocinese 'Lunga marcia 5B' in caduta tra oggi e domani: 9 regioni italiane in #allerta. Ecco quali: 🚀 Le previsioni di rientro saranno aggiornate, ma la #ProtezioneCivile consiglia di «evitare di stare all'aperto».

08/05/2021 09.21.00
Razzocinese, Allerta, Protezionecivile

🔸 Razzocinese 'Lunga marcia 5B' in caduta tra oggi e domani: 9 regioni italiane in allerta. Ecco quali: 🚀 Le previsioni di rientro saranno aggiornate, ma la ProtezioneCivile consiglia di «evitare di stare all'aperto».

Il primo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5 B (18 tonnellate di metallo e altro distribuiti su 30 metri di lunghezza) cadrà molto probabilmente fra l'8 e il 9 di maggio, possibile caduta di frammenti in 9 regioni del Centro-Sud Italia

4' di letturaNon sarà la fine del Mondo, neanche questa volta, ma certo non è simpatico passare il fine settimana sapendo che potrebbe caderci sulla testa tutto, o anche solo un pezzo, del primo stadio del razzo cinese Lunga Marcia 5 B: 18 tonnellate di metallo e altro distribuiti su 30 metri di lunghezza. Cadrà di sicuro, molto probabilmente fra l’8 e il 9 di maggio: la previsione di rientro sulla terra è fissata per le ore 2:24 del 9 maggio, con una finestra temporale di incertezza di ± 6 ore. Ma non si sa bene dove cadrà, e neppure lo si potrà sapere mai con certezza finché non sarà atterrato, ma la probabilità che arrivi in un centro abitato sono vicinissime allo zero. La Protezione Civile, però, avverte: in 9 regioni del Centro Sud Italia potrebbero comunque cadere frammenti del razzo, dunque meglio restare al chiuso.

Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo Fotorassegna stampa, le prime pagine dei quotidiani di domenica 20 giugno 2021 Omicidio Desirée: tutti i 4 imputati condannati, due all'ergastolo

Un ritorno incontrollatoVenerdì 7 sera il razzo viaggia a oltre 27.000 chilometri all’ora ed è a un’altezza di 240 chilometri dal suolo terrestre, orbita molto bassa. Ha portato giorni fa con successo nella sua orbita il primo modulo della nuova stazione spaziale cinese, solo che non è stato previsto il suo rientro in modo controllato. Si pensa, e spera, che si disintegri nel rientro in atmosfera, anche se non proprio al 100%. Insomma, è un gioco di probabilità, che però va sfacciatamente a nostro favore, vedremo perché.

Loading...Allerta in 9 regioni italianeUmbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna: sono queste le regioni che, in alcune loro “porzioni”, potrebbero essere interessate dalla caduta di frammenti del razzo spaziale cinese. . Le indicazioni arrivano dal Comitato Operativo della Protezione Civile convocato dal capo Dipartimento, Fabrizio Curcio. Il consiglio è di stare al chiuso e non in luoghi aperti dal momento che “è poco probabile che i frammenti causino il crollo di edifici”. headtopics.com

Non sarà l’ultimoAltri due lanci con lo stesso razzo vettore sono previsti nei prossimi mesi. Il Lunga Marcia 5B è il più potente dei vettori cinesi ed è stato pure modificato apposta per portare il grande e pesante modulo abitativo, 22,5 tonnellate, di quella che sarà la terza stazione spaziale cinese, il Palazzo Celeste. Non avendo raggiunto un’orbita stabile, come il carico che trasportava ha invece fatto, sta perdendo energia nella sua orbita molto ellittica e verso i 100 chilometri da terra inizierà ad avere i suoi bei problemi con l’atmosfera che, per quanto estremamente rarefatta, inizierà a frenarlo e contemporaneamente a riscaldarlo.

L’illustrazione della nuova stazione spaziale cineseQui si gioca la partita, nel senso che, se il riscaldamento sarà molto efficiente, i 30 metri del razzo cinese svaniranno in tanti piccoli e inoffensivi pezzi, come altrettante stelle cadenti, ma se invece questo non succederà avremo dei detriti, quanto grandi e dove cadranno è materia da indovini più che da scienziati.

0Gli scienziati: probabile impatto domenica mattinaNon che questi ultimi siano stati con le mani in mano e diversi modelli matematici per il fenomeno sono stati sviluppati da fior fior di cervelli, utilizzando il metodo di Montecarlo, la chiave inglese degli statistici, ma la indeterminazione regna sovrana. Basta infatti un leggero aumento di temperatura nell’atmosfera per far cadere diversamente il pezzo di razzo. Si calcola che una differenza di 1 solo grado nella temperatura dell’atmosfera incontrata nel rientro sposti il punto di impatto di almeno 500 chilometri. Comunque, i centri specializzati in Europa e negli Usa danno

domenica 9 mattinail momento più probabile per l’impatto, con una indeterminazione di una diecina di ore e più. Il punto di arrivo sarà nella fascia da +41 a -41 gradi di latitudine, per visualizzare da New York o Napoli giù fino a Sidney. La nostra Protezione Civile comunque segue l’evento. headtopics.com

Omicidio Desireé: tutti condannati, due all'ergastolo - Cronaca Calcio, Zdenek Zeman torna sulla panchina del Foggia Focolaio di Covid nel carcere (sovraffollato) di Taranto: almeno 36 contagi

Leggi ancheDalla Luna a Marte, missione per missione: il 2021 della «space economy»Caduta in mare molto probabileLa paura per questi eventi serpeggia, forse stavolta anche meno del passato anche perché, nonostante tutta la nostra recentissima tecnologia, ci portiamo dentro l’atavica paura della punizione che viene dal cielo. Da Giove coi suoi fulmini in avanti, nel cielo abbiamo messo i presagi, i castighi, le speranze, gli dèi di tante religioni e queste cose non si liquidano facilmente in qualche decina di anni, ce le portiamo dietro. Comunque sia non c’è da avere troppa paura, basta pensare che il 70% e più della superfice terrestre è ricoperta da acqua: oceani, laghi e fiumi. Il rimanente 30% è per metà praticamente disabitato: deserti, montagne, zone dove la vita è impossibile, come i poli.

Insomma, se anche arriva al suolo, il razzo o, più probabilmente i suoi detriti, cadranno in mare. Bisogna poi anche dire che c’è un rovescio della medaglia: questo bel razzo dipinto di rosso sarebbe un bersaglio perfetto per qualche esercitazione di guerra spaziale, verso cui i militari delle grandi potenze si stanno orientando da qualche anno - la Space Force di Trump insegna - ma gli americani hanno già detto che non faranno nulla, forse per non offendere la Cina.

Le responsabilità cinesiQuest’ultima poi le sue responsabilità ce le ha. Lo scorso anno i detriti di un suo razzo vettore simile arrivò sulle belle spiagge della Costa d’Avorio. Potevano ben pensarci e procurarsi un meccanismo che portasse autonomamente il grande pezzo di razzo direttamente sull’oceano con la giusta traiettoria. Ma la legislazione spaziale è inesistente nonostante oramai i problemi siano tantissimi: dai pezzi di satellite che quotidianamente cascano sulla Terra - questo cinese è solo molto grande e pesante ma non è una eccezione - agli oltre 150mila detriti che per fortuna non sono ancora cascati sul pianeta e restano in orbita, dove sono però un pericolo mortale per i satelliti funzionanti e fondamentali per la nostra vita quotidiana.

Comunque possiamo goderci tranquillamente questo fine settimana in zona (quasi tutta) gialla, la probabilità che il Lunga Marcia 5B ci cada in testa è tipo quella di fare 6 al superenalotto. Qualcuno, per la verità, l’ha azzeccato in passato. headtopics.com

Leggi di più: IlSole24ORE »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Andate a cagare! La terra è piatta quindi dove cadrà si sa già Oh sti cinesi si può dire che si tengano le mani in tasca e stiano un po' fermini o si passa da razzisti? chissà se ci sono più possibilità di morire di trombosi con Astra Zeneca o che il razzo ci finisca sulla testa... Come tutti i prodotti made in China costano poco e si rompono subito. Meglio se a casa di qualcun altro!

Ma sta Cina ha rotto il caz...😤 Covid free Ma almeno per questo, possono chiedere i danni alla Cina? Ma che Razzo dite? CE ... China exportation❗️😡 Soffiate tutti in direzione Cina, così la facciamo finita una volta per tutte. Confucio 🧙‍♂️

«Il potere dell’alleanza»: il nuovo Vanity Stage dedicato alla sensibilizzazione contro il tumore ovarico - VanityFair.itInformazione, ricerca e condivisione sono le armi per combattere una delle neoplasie femminili più aggressive. L’incontro virtuale è in programma stasera alle ore 18:30, sulla piattaforma dedicata e sui canali social di Vanity Fair Italia

Le provano tutte, per farci stare in casa

Culicchia: 'Il Toro lascia il campo scaligero con il rimpianto di aver buttato una vittoria decisiva'Verona e Torino hanno pareggiato 1-1 nell'incontro valido per la 35/a giornata di Serie A. Il commento dello scrittore e tifoso granata Giuseppe Culicchia per la rubrica Il Toro è casa mia.LEGGI: Toro, il successo sfumato a Verona e i rimpianti di Nicola: “So che il gruppo ha dato il massimo, ora c’è da lottare” (Francesco Manassero)

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 9 maggio: 8.292 nuovi casi e 139 mortiIn Italia 8.292 nuovi casi e 139 morti. Il tasso sale al 3,7%: il bollettino di oggi

Coronavirus in Italia, il bollettino con i dati di oggi 9 maggioLeggi su Sky TG24 l'articolo Coronavirus in Italia, il bollettino del 9 maggio: 8.292 nuovi casi, i morti sono 139 Temo che presto si potrà fare a meno di tutti quei virologi o presunti tali ( visto che quando la stampa scava trova veterinari o gente che ha interessi forti con le aziende farmaceutiche ) . Mi chiedevo , come faranno senza la ribalta ? Cioè , quando nessuno li considererà più ? Non ce frega più niente....è inutile...sono tutti dati fasulli e falsati giusto per covidioti e vaccidioti.... I guaritiiiii... Scrivere anche i guaritiiiii

Condé Nast Italia celebra il mese della bellezza - VanityFair.itCondé Nast Italia celebra a maggio il mese della bellezza con numeri speciali dedicati al tema e ricchi palinsesti digitali e social. Da Vanity Fair a VogueItalia, tanti gli appuntamenti in programma