Piazza San Carlo, «l’errore di due medici segnò il destino di Marisa Amato»

Calca in piazza San Carlo: «L’errore di due medici segnò il destino di Marisa Amato»

24/06/2020 09.30.00

Calca in piazza San Carlo: «L’errore di due medici segnò il destino di Marisa Amato»

Non si sono accorti di una microfrattura all’altezza della cervicale. Un errore che ha segnato il destino di Marisa Amato, la donna di 64 anni...

EmailNon si sono accorti di una microfrattura all’altezza della cervicale. Un errore che ha segnato il destino di Marisa Amato, la donna di 64 anni travolta dalla folla in piazza San Carlo, la sera del 3 giugno 2017, e deceduta diciannove mesi più tardi. Ora due radiologi rischiano il processo: l’accusa è omicidio colposo. Il procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo ha chiuso le indagini e nei guai sono finiti Andrea Rusciano, del Maria Vittoria (assistito dall’avvocato Gian Maria Nicastro), e Augusto Russo, delle Molinette (difeso da Roberto Trinchero). Per la Procura, la mancata diagnosi della microfrattura, che era allineata e non scomposta, avrebbe determinato la paralisi della donna e di conseguenza la sua morte, avvenuta il 25 gennaio del 2019.

Billionaire, le carte dell'inchiesta sul focolaio Covid: mascherine vietate, sintomi e contagi ignorati. Mentre Briatore (non indagato) attaccava i virologi e il sindaco 'grillino' - Il Fatto Quotidiano Ddl Zan, Draghi : 'Il nostro è uno Stato laico, il parlamento è libero' Sala risponde a Paragone: 'Io 'fighetto'? Ci vuole coraggio a dirlo di uno che da 40 anni lavora come un pazzo'

La sera del 3 giugno Marisa Amato non è in piazzaad assistere alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. È a passeggio con il marito Vincenzo d’Ingeo, di 68 anni. La coppia è appena uscita da un ristorante in via Santa Teresa quando viene investita dai tifosi, che in preda al panico si allontanano dal maxischermo dopo che una banda di giovani marocchini ha utilizzato lo spray urticante per mettere a segno una serie di rapine. Due ore dopo la donna è al pronto soccorso del Maria Vittoria. Ha ferite multiple: al torace, alla spalla, al volto. Viene immobilizzata e sottoposta a una Tac «total body». È a questo punto che, stando alle indagini, avviene il primo errore. Rusciano è il radiologo di turno: lo specialista controlla l’esame e — si legge negli atti — «non rileva la lesione cervicale». La paziente viene quindi trasferita alle Molinette. Dove, secondo la Procura, avviene il secondo errore. A commetterlo sarebbe un altro radiologo, Russo: il medico analizza le immagini dell’esame e a sua volta non si accorge della microfrattura alla cervicale. Eppure c’è, per quanto difficile da scorgere.

Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Sindacati, domani in piazza addetti pulizie e menseLeggi su Sky TG24 l'articolo Sindacati, domani in piazza addetti pulizie e mense

Metalmeccanici il 25 in piazza a Roma, serve vera politica industrialeLeggi su Sky TG24 l'articolo Metalmeccanici il 25 in piazza a Roma, serve vera politica industriale

Banda del buco in piazza Cavour: da una chiesa entrano in un supermercatoI ladri hanno scavato dalle fogne verso il luogo di culto

Conte: «L’Italia ha dato grande prova di sé». Speranza: siamo ancora nella battagliaIl discorso di ringraziamento del premier a medici e infermieri delle task force sanitarie L'Italia ha dato grande prova di sé. Queste devono essere le dichiarazioni riciclate di Antonio Conte dopo Euro 2016! Siete robottini programmati col registratore incorporato.

Morto Pierino Prati, attaccante di Milan e Roma: aveva 73 anniMorto l’attaccante Pierino Prati, aveva 73 anni. Vinse tutto con il Milan di Nereo Ro...

Morto Pierino Prati, attaccante di Milan e Roma: aveva 74 anniSegnò tre gol nella finale di Coppa dei Campioni del 1969 contro l'Ajax Corso, Prati... è il Covid? Anno bisesto anno funesto. Ma di merda proprio quest’anno uaglió. E siamo a metà. Tristezza immensa