Pace fiscale, rottamazione ter: riaperti i termini. C’è tempo fino al 31 luglio. I nuovi modelli sul sito: ecco come funziona

Condoni, multe e tasse: come si fa a «fare pace» con il Fisco. Le regole

04/07/2019 19.05.00

Condoni, multe e tasse: come si fa a «fare pace» con il Fisco. Le regole

Le domande di adesione ai due provvedimenti, che consentono ai contribuenti di regolarizzare i propri debiti con il fisco in forma agevolata, dovranno essere presentate entro la nuova scadenza del 31 luglio 2019, come previsto dal cosiddetto Decreto Crescita

RCS MediaGroup S.p.A. - Divisione Quotidiani Sede legale: via Angelo Rizzoli, 8 - 20132 Milano | Capitale sociale: Euro 270.000.000,00 Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Pace fiscale, al via la «rottamazione-ter»: tempo fino al 31 luglioPorte aperte ai ritardatari per rottamazione delle cartelle e «saldo e stralcio». Previste quasi 2 milioni di domande

'Primo tra gli umani': lo speciale di Rainews24 a 100 anni dalla nascita di Primo LeviIl 31 luglio del 1919 nasceva, a Torino, Primo Levi. Al grande scrittore, vittima della persecuazione nazista, abbiamo dedicato uno speciale, dal titolo 'Primo tra gli umani'. A cento anni dalla nascita, per ricordare l'uomo, l'eccellente chimico, e il testimone. Vediamo con Loretta Cavaricci e Carlotta Macerollo.

Istat: calano i residenti e crollano del 4% le nascite, minimo storico dall'unità d’ItaliaIl calo è interamente attribuibile alla popolazione italiana, che scende al 31 dicembre 2018 a 55 milioni 104 mila, 235 mila in meno rispetto all'anno precedente (-0,4%). Rispetto al 2014 la perdita di italiani è pari alla scomparsa di una città grande come Palermo E quanti aborti? Quindi qual'è il messaggio? Più immigrati? No grazie, sto bene così. E vai con 'e poi chi ti paga la pensione', bla bla bla e amenità simili Tutta colpa dei cervelli dei fasciosovranisti, pesano pochissimo e quindi contano poco

Vercelli, il talento letterario di Primo Levi debuttò sul settimanale del Pci - La Stampa - News dall'Italia e dal mondoVERCELLI. La prima storia è famosa: Einaudi che rifiuta il manoscritto di «Se questo è un uomo», futuro best-seller mondiale. È il 1946 e Primo Levi ci resta male. Dovrà ripiegare su una casa minore, De Silva di Torino, illuminata dal faro di Franco Antonicelli. L’altra storia, meno famosa, è che prima che il libro uscisse è stata Vercelli a lanciare Levi come scrittore. Prima con la poesia «Buna Lager», nel giugno 1946. E poi con quelli che sarebbero stati i primi 5 capitoli di «Se questo è un uomo». Uscì tutto sull’«Amico del popolo», il settimanale della Federazione comunista di Vercelli. Per puro caso: a dirigere il Pci locale fu mandato il torinese Silvio Ortona, nome di battaglia «Lungo», ex partigiano e amico di Levi, di cui aveva sposato la cugina Ada Della Torre. Sicuramente ambiva a un debutto più nobile uno dei più grandi autori del Novecento e nato un secolo fa, il 31 luglio 1919. Ma aveva troppo bisogno di raccontare l’inferno dei lager. Dopo il rientro da Auschwitz nell’autunno 1945 frequentò molto Vercelli, dove s’erano trasferiti gli Ortona. A loro, un giorno, mostrò una poesia. Era «Buna Lager», e Silvio Ortona gliela pubblicò. A quanto risulta, è il primo testo di Levi dato alle stampe. La lirica era dedicata alla fabbrica di gomma Buna, che doveva nascere ad Auschwitz e alla quale lavorò anche Levi, con centinaia di altri schiavi. Nel marzo 1947, «Lungo» annunciò sull’«Amico del popolo» una nuova serie di brani, li definì «passi di un libro di prossima pubblicazione». L’ultimo dei 5 capitoli si chiamava «L’incidente», e comprendeva la poesia «Salmo», forse il brano più famoso di Levi: «Voi che vivete sicuri / nelle vostre tiepide case, / considerate se questo è un uomo...». Fu un pubblico di militanti comunisti di provincia, a giudicare quel capolavoro. Antonicelli credeva nel libro, che uscirà nell’ottobre ’47 vendendo poco. Einaudi rimedierà nel ’58 al gran rifiuto pubblicando «Se questo è un uomo» nei Saggi. Da quando è nel catalogo dello Struz

Pace fiscale, al via la «rottamazione-ter»: tempo fino al 31 luglioPorte aperte ai ritardatari per rottamazione delle cartelle e «saldo e stralcio». Previste quasi 2 milioni di domande