Ok alle risorse per il Sistema integrato 0-6 per gli anni 2021, 2022 e 2023

Ok alle risorse per il Sistema integrato 0-6 per gli anni 2021, 2022 e 2023

21/09/2021 20.08.00

Ok alle risorse per il Sistema integrato 0-6 per gli anni 2021, 2022 e 2023

Fondi anche per edilizia scolastica, spese di gestione e per ridurre rette alle famiglie, formazione in servizio per il personale educativo e docente.

(IMAGOECONOMICA)2' di letturaStipulata l'Intesa relativa al riparto delle risorse del Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione per gli anni 2021 (seconda parte di finanziamento), 2022 e 2023. L'Intesa fa riferimento al Piano di azione pluriennale per il Sistema integrato 0-6 anni approvato lo scorso 8 luglio in Conferenza Unificata. Con le risorse del Fondo nazionale per il Sistema integrato, che il ministero assegna direttamente ai Comuni, in forma singola o associata, sulla base delle programmazioni regionali, possono essere finanziati interventi di edilizia su edifici pubblici che ospitano servizi educativi o scuole dell'infanzia, spese di gestione, anche al fine di ridurre le rette a carico delle famiglie, formazione in servizio per il personale educativo e docente e il funzionamento dei coordinamenti pedagogici territoriali. Dal 2021 le Regioni e le Province autonome hanno la possibilità di conoscere in anticipo le risorse assegnate per gli anni successivi, in modo da poter programmare la destinazione delle stesse per un triennio.

Nasce il robot bambino iCub, e ci fa innamorare subito Bologna-Milan LIVE VIDEO. Bologna-Milan, Mihajlovic sente di aver vinto

Risorse per 309 milioni di euro all’annoPer ciascuna delle tre annualità, 2021, 2022 e 2023, le risorse assegnate ammontano a 309 milioni di euro. Per il 2021 una quota pari a 1,5 mln di euro è destinata all'attivazione da parte del ministero dell'Istruzione dell'Anagrafe nazionale dei servizi educativi; le risorse rimanenti sono state ripartite per 264 mln in continuità con le assegnazioni del 2020 e per 43,5 mln in relazione ai medesimi criteri condivisi per il 2022 e 2023, che fanno riferimento al numero di bambini iscritti ai servizi educativi e alle scuole dell'infanzia paritarie (pubbliche e private), alla popolazione di età compresa tra zero e sei anni e alle esigenze di riequilibrio territoriale. In particolare, viene assegnata una quota perequativa, pari al 20% delle risorse disponibili, alle Regioni e Province autonome con una percentuale di copertura dei servizi educativi per l'infanzia inferiore alla media nazionale secondo i più recenti dati Istat; il 40% delle risorse viene attribuito in proporzione agli utenti dei servizi educativi per l'infanzia che prevedono costi a carico dei Comuni; il 30% in proporzione alla popolazione residente in età compresa tra zero e sei anni; il 10% in relazione ai bambini iscritti alle scuole comunali e private paritarie. Dal 2017 al 2023 il Fondo nazionale per il Sistema integrato 0-6 è andato progressivamente crescendo, con un incremento di 100 milioni di euro, passando dagli iniziali 209 mln agli attuali 309 mln. Le Regioni del Sud, fatta eccezione per l'Abruzzo, grazie alla quota perequativa e in virtù dei criteri legati alla popolazione infantile residente, sono quelle che beneficiano dell'incremento maggiore.

Loading...Al Sud l'incremento maggiore dei fondiLe percentuali di incremento vedono favorite Campania (+203,4%), Calabria (+154%), Sicilia (+147,3%). A seguire Basilicata (+73,7%), Molise (+69,1%), Puglia (+68,2%), Provincia autonoma di Bolzano (+67,7%). Incrementi superiori al 50% anche per la Provincia autonoma di Trento (+55%) e il Friuli Venezia Giulia (+53,5%). Il riparto condiviso nell'Intesa risponde alle esigenze di riequilibrio territoriale, destinando una consistente quota di risorse alle Regioni più lontane dall'obiettivo del 33% di copertura dei servizi 0-6. Risponde, inoltre, alle esigenze di mantenimento dei servizi educativi e delle scuole dell'infanzia attivi nelle Regioni che in questi anni hanno maggiormente investito per l'attuazione del Sistema integrato. headtopics.com

Scuola, tutti gli approfondimentiLa newsletter di Scuola+Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox.

Ecco come abbonarsiLe guide e i data base Leggi di più: IlSole24ORE »

Covid, giudice dà torto a mamma no vax di Parma: figli ora vaccinati

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, giudice dà torto a mamma no vax di Parma: sì al vaccino per i figli. VIDEO

Pfizer: “Ok ai vaccini dai 5 anni”. Ma molti scienziati sono scettici - Il Fatto QuotidianoPfizer e Biontech hanno annunciato ieri che un trial del loro vaccino sui bambini tra i 5 e gli 11 anni si è concluso con ottimi risultati di efficacia e sicurezza, paragonabili a quelli per i 12-16enni ma con due dosi da 10 microgrammi, un terzo di quelle inoculate alla popolazione over 12 e che … marcotravaglio amantovani71 Per cambiare idea attendono di bonifici. marcotravaglio amantovani71 Io da quando ho visto il film di Morabito 'il venditore di medicine' con la partecipazione di Marco Travaglio mi si è aperto un mondo. Adesso qualcuno mi spieghi perché dovrei pensarla diversamente. Quel film parla chiaro. marcotravaglio amantovani71 Uno schifo. Gente come Scanzi che non perde momento per attaccare i cosiddetti no vax e non dice una parola sulla 44 2021 (lo scudo penale ai produttori) ed ora su questo. Ma per cortesia.

Pallavolo: 3-2 alla Slovenia, l'Italia vince gli Europei - PallavoloAnche la presidenza del Consiglio festeggia la vittoria dell'Italia agli Europei di pallavolo su Twitter: 'Dopo il successo delle nostre ragazze, il trionfo degli azzurri'. Slovenia battuta 3-2 ANSA Secondo me quest'anno potevamo vincere pure GIOCHI SENZA FRONTIERE.

Quanti anni di risparmi servirebbero per acquistare le «super case» delle celebrity? - VanityFair.itPer diventare il proprietario della dimora di Beyonce e Jay-Z nel distretto di Bel Air, un dipendente europeo dovrebbe risparmiare per oltre 12 mila anni

Young Finance: gli strumenti per investire - Il Sole 24 OREC'è il risparmio che serve tenere a portata per ogni evenienza e c'è anche il denaro di cui possiamo non avere bisogno nell'immediato. E' opportuno...

Sul voto per rinnovare gli Ordini il vincolo della parità di genereIn vista delle tornate elettorali come hanno affrontato le categorie la questione della rappresentanza nelle liste

Sentenza al maxi-processo: il clan Casamonica è mafiaUn colpo durissimo per i Casamonica protagonisti delle cronache giudiziarie degli ultimi vent'anni nella capitale. Anni durante i quali hanno esteso affari e controllo del territorio dalla periferia al centro di Roma Comminate? Forse volevate dire irrogate