Salute

Salute

Ogni 39 secondi un bambino muore di polmonite: analisi delle sei principali organizzazioni sanitarie mondiali - La Stampa

Malattia prevenibile, ma uccide più bambini di qualsiasi altra infezione. A gennaio tutti i leader mondiali al Global Forum on Childhood Pneumonia in Spagna

12/11/2019 19.37.00

Malattia prevenibile, ma uccide più bambini di qualsiasi altra infezione. A gennaio tutti i leader mondiali al Global Forum on Childhood Pneumonia in Spagna.

Malattia prevenibile, ma uccide più bambini di qualsiasi altra infezione. A gennaio tutti i leader mondiali al Global Forum on Childhood Pneumonia in Spagna

17:11L’anno scorso la polmonite ha causato la morte di oltre 800.000 bambini di età inferiore ai cinque anni, in media un bambino ogni 39 secondi. La maggior parte dei decessi si è verificata tra i bambini di età inferiore ai due anni e quasi 153.000 bambini nel primo mese di vita. 

Vaccini Covid, De Magistris a La7: 'In questo momento siamo tutti cavie, sapremo tra qualche anno cosa ci siamo messi nel braccio' Prato, operai della Texprint picchiati dai vertici dell'azienda: un lavoratore colpito con un mattone. Sindacato: 'Tre finiti in ospedale' - Il Fatto Quotidiano Ci sono Riccardo Puglisi (università di Pavia) e Stagnaro dell'Istituto Bruno Leoni

Lanciando l'allarme per questa epidemia dimenticata, sei importanti organizzazioni sanitarie e per l'infanzia oggi promuovono un appello per un'azione globale. A gennaio le stesse organizzazioni ospiteranno i leader mondiali al Global Forum on Childhood Pneumonia in Spagna.

Secondo il dottor Seth Berkley, CEO of Gavi, the Vaccine Alliance «Il fatto che questa malattia prevenibile, curabile e facilmente diagnosticabile sia ancora la principale causa di morte al mondo di bambini piccoli è francamente scioccante. Abbiamo compiuto notevoli progressi nell'ultimo decennio, con milioni di bambini nei paesi più poveri del mondo che ora ricevono il vaccino pneumococcico salvavita. Grazie in gran parte al supporto di Gavi, la copertura del vaccino contro lo pneumococco nei paesi a basso reddito è ora superiore alla media globale, ma abbiamo ancora del lavoro da fare per garantire che ogni bambino abbia accesso a questo salvavita». headtopics.com

I finanziamenti disponibili per combattere la polmonite sono molto inferiori rispetto a quelli destinati alla prevenzione di altre malattie. Solo il 3% dell'attuale spesa globale per la ricerca sulle malattie infettive è destinata alla polmonite, nonostante la malattia abbia causato il 15% dei decessi nei bambini di età inferiore ai cinque anni.

Spiega la dottoressa Henrietta Fore, Executive Director of UNICEF: «Ogni giorno quasi 2.200 bambini di età inferiore ai cinque anni muoiono di polmonite, una malattia curabile e per lo più prevenibile. Un forte impegno globale e maggiori investimenti sono fondamentali per la lotta contro questa malattia. Solo attraverso interventi protettivi, preventivi e terapeutici, efficaci in termini di costi, saremo in grado di salvare veramente milioni di vite».

Leggi di più: La Stampa »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Terribile questa notizia 😢😔

Tanti auguri a Ryan Gosling, 39 anni di fascino e talento. FOTO | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Tanti auguri a Ryan Gosling, 39 anni di fascino e talento. FOTO | Sky TG24

Ilva, Misiani: trattare ma non ad ogni costo. Priorità è non chiudereIl viceministro dell’Economia, Antonio Misiani (Pd) insiste sulla strada del dialogo: per salvare l’ex Ilva, così come per introdurre modifiche alla legge di Bilancio «mantenendo invariati i saldi e l’impianto».

Una magia di Dybala stende il Milan e la Juve torna in testa - La StampaLa Joya entrata al 10’ del secondo tempo al posto di un deludente CR7

La buona informazione tra carta e digitaleOgni lunedì la pagina delle lettere al Corriere della Sera curata dal direttore Luciano Fontana. Gia ma nessuno scrive una parola sul ColpodiStatoBolivia O sulla rivolta del popolo in Chile o sulle violenze di Moreno In Equador gli USA stranamente in silenzio

Uomo muore travolto da un gruppo di bufale - La StampaIncidente sul lavoro in una azienda agricola del Salernitano eh sì, le bufale possono anche fare molto male! Le bufale imbufalite? 🤔

Il salto di Marco Pentagoni è da sesto posto ai Mondiali di Dubai - La StampaMarco Pentagoni, a Dubai per il suo primo Mondiale assoluto paralimpico, porta a casa un sesto posto, frutto di un salto di 5,53 metri nel lungo. Un ottimo risultato per l’atleta di Quinto, che però di fronte a prestazione e piazzamento, storce il naso. La serie di salti, per lui che agli Europei di Berlino lo scorso anno aveva saltato 5,85 e all’Italian Open Championships di Grosseto del giugno scorso aveva fatto registrare 6,11 metri, a Dubai è stata tutta intorno ai 5,40 metri con il migliore a 5,53. Marco si è visto annullare, al sesto e ultimo tentativo, il salto, dato nullo per un errore di uscita dalla sabbia, che poteva issarlo al quarto posto e consegnargli il pass per Tokyo. Ma nulla è compromesso sulla strada che porta alle Paralimpiadi del 2020: ci saranno altre chances.