Nuova Alitalia, l’ultimo piano industriale riduce aerei e personale

Nuova Alitalia, nell’ultimo piano industriale meno aerei e dipendenti

02/03/2021 19.01.00

Nuova Alitalia, nell’ultimo piano industriale meno aerei e dipendenti

Riunione del Consiglio di amministrazione della newco Italia Trasporto Aereo: il business plan prevede 45-47 aerei e 4.500-4.900 dipendenti. Decollo in primavera

Il personaleSecondo le fonti al momento del decollo — Europa permettendo — Italia Trasporto Aereo partirebbe con 45-47 aerei e circa 2.800 dipendenti tutti legati al ramo aviation e alla parte gestionale dell’azienda. Gli altri duemila circa saranno assunti quando la newco spera di aggiudicarsi gli altri rami aziendali messi a gara (handling, manutenzione e MilleMiglia) presumibilmente in autunno, anche in corrispondenza della scadenza dalla cassa integrazione per oltre 6.800 dipendenti dell’attuale Alitalia.

Vitalizio al condannato Formigoni? Chi l'ha concesso dice che era 'un atto imposto da una legge dei 5 stelle'. Ecco perché è una balla - Il Fatto Quotidiano Vitalizio a Formigoni, Gomez a La7: 'Fa orrore restituirlo a un condannato per corruzione' [VIDEO] Erdogan risponde alle parole del premier Draghi: 'E' impertinente e maleducato'

La nota della societàIn una nota pubblicata nel pomeriggio la newco conferma il Cda che si è riunito «per una sessione di aggiornamento sul processo di pianificazione che è via via in completamento sulla base di tre fattori chiave: 1) l’evoluzione del dialogo istituzionale, delle relative scadenze e delle implicazioni sulla struttura con cui ITA sarà autorizzata ad operare; 2) l’aggiornamento delle proiezioni del traffico aereo atteso per i prossimi trimestri; 3) le modalità e i tempi con cui Alitalia in amministrazione straordinaria gestirà il processo di dismissione dei suoi asset». Nell’incontro, prosegue la nota stampa, «è stato anche illustrato un primo schema di pianificazione a cui il management sta lavorando per impostare l’avvio della fase operativa, una volta concluso il dialogo istituzionale, anche con le istituzioni comunitarie, che ne determinerà tempi e modalità».

Leggi di più: Corriere della Sera »

L'ambasciatore Razov a Rainews24: 'Roma mantenga la linea del dialogo'

'Siamo consapevoli che l'Italia agirà come membro della Nato ma contiamo sul mantenimento della linea del dialogo'

Speriamo.... E di meno dirigenti quando se ne parla? I sindacati non convocati. Meno aerei? Sono, comunque, troppi: la società va liquidata.