Non c'è solo la pandemia, la criminalità rialza la testa (di D. Tissone)

13/01/2022 14.52.00

Non c'è solo la pandemia, la criminalità rialza la testa

Non c'è solo la pandemia, la criminalità rialza la testa

Mentre discutiamo di obbligo vaccinale e di contrasto al Covid, tra chi evoca improbabili complotti e chi rifiuta di immunizzarsi, qualcuno si arricchisce illegalmente

ANSApandemianon può farci dimenticare le questioni reali, a partire dalla sicurezza, che il nostro Paese si troverà ad affrontare anche nel 2022.Su tutti resta il problema della criminalità organizzata, sia per la capacità di penetrazione nei territori, sia per la costante tendenza ad infiltrarsi nell’economia reale, come hanno dimostrato alcuni dati diffusi recentemente durante il trentennale della Dia: l’immissione di capitali di origine mafiosa di cui non conosciamo l’origine mette in difficoltà gli imprenditori onesti e non a caso da tempo, come sindacato, chiediamo delle migliorie legislative che snelliscano le numerose fattispecie di reato attualmente esistenti e ciò al fine di poter lavorare maggiormente sulla prevenzione del fenomeno, piuttosto che sulla repressione.

Leggi di più: L'HuffPost »

Elezioni, Renzi: 'E' Calenda che deve decidere su terzo polo con noi' - Politica

'Noi siamo disponibili a stare in squadra perché il Terzo polo sarebbe la grande sorpresa delle elezioni e solo con un terzo Polo forte si potrà chiedere a Draghi di rimanere a Palazzo Chigi', ha detto Renzi. Il leader di Azione: 'Renzi? Ci siamo parlati ieri, ci riparliamo oggi. Quello che voglio è chiarezza sui temi e sui comportamenti'. Franceschini: 'Calenda cerca di seminare zizzania' (ANSA) Leggi di più >>

Ci credo....polizia e carabinieri controllano solo i NaziPass Eh ma noi facciamo i controlli Greenpass e supergreenpass Che scoperta! Bravissimi Non l'ha mai abbassata e giustamente voi mandate i pochi poliziotti che abbiamo a controllare greenpass e quelli senza vaccino li lasciate proprio a casa, le vostre lauree ve le siete meritate tutte

“Studio su sei ospedali: 34% dei ricoverati Covid non entra per il Covid” - Il Fatto QuotidianoNon è questione di minimizzare il Covid-19. Anzi, proprio ieri all’allarme della Società italiana di chirurgia per il rinvio di interventi programmati nell’ordine del 50-80 per cento nelle diverse aree del Paese si è aggiunto quello della Federazione degli oncologi, cardiologi ed ematologi: “Siamo molto preoccupati per il blocco dell’attività chirurgica programmata determinato dalla nuova … amantovani71 Con Conte ci sarebbero stati 1500 morti al giorno. Forza Draghi. marcotravaglio amantovani71 Ma in due anni di emergenza è mai stato fatto qualcosa di serio al di là di costringere col ricatto la popolazione a vaccinarsi Ad esempio aumentare le terapie intensive......meglio montare tende da campo come a Palermo vero!!!

Il Belgio verso una svolta: non più corsie preferenziali per i pazienti CovidI responsabili dei comitati addetti alla salute di Bruxelles ripensano l’utilizzo dei reparti di terapia intensiva: «Torneranno a essere aperti a tutti quelli … Certo non è facile Vaccinato, comunque grave (pochi, ma ci sono) sarebbe 'messo in coda'? A chi, a novax ancora negativo e con altra urgenza? Lasciare novax a casa ci starebbe a sto punto, ma non gli altri Va bene tutto, ma dove sta scritto che uno vaccinato con il Covid ha priorità su un no vax con un infarto? Un infarto ti viene anche se sei a casa

Covid, non solo supermercati: dove si potrà entrare senza Green PassLeggi su Sky TG24 l'articolo Covid, dai supermercati agli ambulatori medici: dove si potrà entrare senza Green Pass Ma andate a 💩 Dove dove ancora perderanno clienti? NoGreenPass Sicuramente al cimitero.

Per non chiudere le scuole in Francia gli studenti faranno gli autotest CovidSi tratta della terza modifica in una settimana al protocollo sanitario per le scuole francesi e che ha suscitato proteste e malcontento delle famiglie, dei sindacati e dei docenti

Un giudice dice che non ci sono relazioni tra Covid e inquinamentoL'inchiesta era nata sulla base di un esposto che riportava numerosi studi scientifici che riguardavano il possibile legame e anche il ruolo del 5G Ma un giudice è un medico virologo ricercatore? Ha analisi di rispondenza certificati dagli organi scientifici internazionali che confermino ciò che afferma? Mah?! Chiedo per un amico.... Anzi....si consiglia di respirare a pieni polmoni polveri sottili, fanno bene 🤣🤣 Zerbino venduto come voi

Covid, ecco perché la quarta dose potrebbe non essere una buona ideaPer Marco Cavaleri, responsabile per  farmaci e vaccini contro il virus all’Agenzia europea per i medicinali 'una campagna di massa ogni 3-4 me… Assist ai novax. VacciniBrodaglia vi ricordo che avete scritto la stessa cosa per la terza.

Segretario generale sindacato di polizia Silp Cgil ANSA pandemia non può farci dimenticare le questioni reali, a partire dalla sicurezza, che il nostro Paese si troverà ad affrontare anche nel 2022.La rivelazione “Studio su sei ospedali: 34% dei ricoverati Covid non entra per il Covid” La Federazione degli oncologi, cardiologi ed ematologi: “Siamo molto preoccupati per il blocco dell’attività chirurgica programmata determinato dalla nuova ondata pandemica di Omicron” 12 Gennaio 2022 Condividi Non è questione di minimizzare il Covid-19.I responsabili dei comitati addetti alla salute di Bruxelles ripensano l’utilizzo dei reparti di terapia intensiva: «Torneranno a essere aperti a tutti quelli che dovessero averne bisogno» Emanuele Bonini Modificato il: 12 Gennaio 2022 1 minuti di lettura (lapresse) Fino ad oggi i pazienti affetti da Coronavirus in condizioni gravi hanno avuto la precedenza in ospedale, ma la musica rischia di cambiare.Il governo sta ancora lavorando al Dpcm - la proposta sarà del ministero della Salute "d'intesa con i ministri dell'Economia e delle Finanze, della Giustizia, dello Sviluppo economico e della Pubblica amministrazione” - e sempre secondo quanto si apprende questa volta non si dovrebbe procedere , come accaduto in passato, a individuare le attività attraverso i codici Ateco 4/10 ©IPA/Fotogramma Una scelta, quella di non procedere per codici Ateco, che fa intuire come il governo non intenda allargare l’esenzione ad attività non considerate strettamente essenziali (ad esempio negozi che vendono prodotti per animali o abbigliamento per neonati).

Su tutti resta il problema della criminalità organizzata, sia per la capacità di penetrazione nei territori, sia per la costante tendenza ad infiltrarsi nell’economia reale, come hanno dimostrato alcuni dati diffusi recentemente durante il trentennale della Dia: l’immissione di capitali di origine mafiosa di cui non conosciamo l’origine mette in difficoltà gli imprenditori onesti e non a caso da tempo, come sindacato, chiediamo delle migliorie legislative che snelliscano le numerose fattispecie di reato attualmente esistenti e ciò al fine di poter lavorare maggiormente sulla prevenzione del fenomeno, piuttosto che sulla repressione. Tra l’altro la criminalità è tornata a farsi sentire “rumorosamente” proprio in questo inizio 2022 con 4 attentati in Puglia nei primi giorni di gennaio. Bombe legate al racket che hanno fatto saltare ingressi di alcune attività commerciali nel foggiano e nel nord barese. Un progetto allo studio, su cui si sta ragionando, e che contiene un nuovo ulteriore invito a vaccinarsi. A proposito di infiltrazioni, non è da sottacere il fatto che gli ecoreati siano in aumento: ciclo illegale dei rifiuti, archeomafia, reati contro la fauna sono i settori più interessati che vedono primeggiare, dopo le “tradizionali” Campania, Calabria, Sicilia, Puglia e dopo il Lazio, anche la Toscana che ha raggiunto il sesto posto nazionale con una escalation dei delitti che interessa città come Livorno, Firenze e Arezzo. Mentre discutiamo di obbligo vaccinale e di contrasto al Covid, tra chi evoca improbabili complotti che nascondono fragilità e strumentalizzazioni di ogni tipo e chi rifiuta di immunizzarsi in nome di convinzioni pseudoscientifiche che pullulano su internet e sui social, qualcuno si arricchisce illegalmente.

E implementa la distruzione del nostro territorio dal punto di vista sociale ed economico, minando quel bene primario che è la sicurezza di tutti noi. Un piano reso necessario dall’avanzata di Omicron, la variante di Covid più contagiosa. La politica in questi giorni è presa completamente dalla discussione sul nuovo Capo dello Stato e, a parte le questioni legate al Covid, il Parlamento non sembra occuparsi di altro. Forse sarebbe ora di pensare a un piano serio e concreto, anche utilizzando i fondi del Pnrr, per implementare Commissariati e Stazioni sui territori anziché chiuderli, per assumere nuovo personale giovane anziché ipotizzare allungamenti dell’età pensionabile, per rafforzare uffici strategici come la Dia e le squadre mobili, per non parlare dell’intelligence, che sono fondamentali nel contrasto alle mafie. Queste sono le cose concrete da fare. La crisi sanitaria ha ridisegnato politiche mediche e organizzazioni ospedaliere. Subito.

.