Bridgerton

Bridgerton

Nicola Coughlan: «La mia Penelope di Bridgerton e il futuro della serie» - VanityFair.it

Racconta anche il futuro della serie... #Bridgerton @Netflix

04/04/2021 21.01.00

Racconta anche il futuro della serie... Bridgerton Netflix

Nicola Coughlan, la «signorina in giallo» di « Bridgerton », racconta i retroscena della sua Penelope e il futuro della serie

body positivity.Si collega su Zoom dalla sua camera e alle sue spalle spunta un poster di David Bowie, immagine psichedelica in un ambiente coloratissimo almeno quanto la sua personalità. Ombretto fuxia, caschetto biondissimo con molletta fluo e un sorriso che illumina una stanza: Nicola Coughlan non sta più nella pelle all’idea della seconda stagione, di cui sono attualmente in corso le riprese.

Bari, 54enne in rianimazione: “Ischemia dopo vaccino”. Era in cura per “trombosi venosa periferica”. Il 26 maggio immunizzato con J&J - Il Fatto Quotidiano Pubblica amministrazione, il primo concorso con la 'formula Brunetta' è un flop: allo scritto si presenta poco più della metà degli ammessi. Ministero costretto a riaprire le selezioni - Il Fatto Quotidiano Il Fatto di Domani del 14 Giugno 2021 - Il Fatto Quotidiano

Ai Golden Globe ha sfoggiato un delizioso abito giallo, il colore che Penelope invece detesta e che la madre le fa indossare di continuo. Il suo guardaroba l’ha contagiata?«Assolutamente sì, da quando interpreto Penelope ho iniziato a vestirmi di giallo e faccio più attenzione ai dettagli, anche se poi dal set non ho chiesto nessuno dei suoi accessori, ne ho preferito uno di Lady Danbury indossato durante un ballo».

Anche lei, come Penelope, sa tenere un segreto?«Non direi, non quanto lei almeno. Lo dico alle mie sorelle e la mia migliore amica quando l’eccitazione è troppa da poterla contenere. Comunque non lo spiffererei a tutto il mondo».La domanda che tutti si pongono è: cosa succederà nel futuro della saga in TV? headtopics.com

«Me lo sono chiesta anch’io, quando ho ottenuto la parte: ho letto per primo il libro di Penelope (in italiano si chiama Un uomo da conquistare, ndr.), che è ambientato quasi dieci anni dopo le vicende di quello di Daphne (Il duca e io, ndr.). Non vedo l’ora che lei cresca e che il pubblico la apprezzi ancora di più, ma bisogna avere pazienza perché la seconda stagione ruota attorno al personaggio di Anthony (

Il visconte che mi amava, ndr.)».Quando ha girato le prime otto puntate non sapeva come avrebbero reagito gli spettatori. La serie è stata presentata come una sorta di Gossip Girl dell’Ottocento. È d’accordo?«Sì, per un anno e mezzo ho vissuto e respirato l’atmosfera dei Bridgerton, e sin dall’inizio conoscevo la verità su Penelope, ma non ho visto Gossip Girl, quindi durante le riprese questo paragone non mi è venuto in mente, anche se capisco che entrambe le storie parlano di scandali e fanno leva sulla curiosità. Chi non vuole conoscere i pettegolezzi? È questo che rende il tutto molto intrigante».

Sono anche piovute delle critiche sulla poca accuratezza storica, come ha reagito?«La diversity sullo schermo fa parte del DNA della serie: Bridgerton non è Jane Austen e lo si vede benissimo già dai libri. Siamo abituati a serie in costume sui toni del grigio e qui invece vediamo un’esplosione di colori. Questa grandiosità è la cifra stilistica della produttrice Shonda Rhimes e a tratti sembra persino un fantasy, ma di certo non un documentario, come s’intuisce benissimo dalla musica pop, inclusa quella di Ariana Grande. Tutto questo mi ha sorpreso? Assolutamente sì ma lo adoro.

Penelope è un’adolescente che sogna un’indipendenza economica in un’epoca in cui le donne non potevano neppure firmare un assegno. Lei ha iniziato a lavorare fin da giovane, ma in questo desiderio le somiglia?«Io alla sua età già recitavo da sempre e avevo da parte dei risparmi tutti miei. Sono grata di essere nata in un’epoca in cui le donne possano essere libere o almeno non dipendente dai maschi, come succedeva a quei tempi. Mi piace che si vedano in Bridgerton donne indipendenti, come Lady Danbury, che è vedova e finanziariamente solida». headtopics.com

Un video della tv australiana imbarazza Oms: 'Pipistrelli vivi nei laboratori di Wuhan' In Edicola sul Fatto Quotidiano del 15 Giugno: Vaccini nel marasma e nessun dato su AZ. Ora parli Draghi - Il Fatto Quotidiano Covid Uk, Johnson: 'Riapertura totale rinviata al 19 luglio'

Il suo personaggio preferito, a parte Penelope?«Ovviamente Eloise, la mia migliore amica, una che dice sempre quello che pensa, come vorrebbe fare Penelope anche se non ci riesce. Davanti a lei censura i suoi sentimenti romantici per Colin e il suo desiderio di matrimonio».

Si aspettava di ottenere la parte?«No, sono andata al provino a cuor leggero, ho recitato due scene e sono andata via. Quando dopo due settimane mi hanno richiamata ero sconcertata ma anche gasatissima perché i fan della serie sono meticolosissimi, affettuosi ed esigenti».

Che lavoro farebbe Penelope se vivesse ai giorni nostri?«Non me lo sono mai chiesta, ma di sicuro sarebbe su Instagram e si godrebbe la sospirata libertà con Eloise». Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

San Nicola Manfredi, svaligiata la villa di Nunzia De GirolamoNella casa del Beneventano vivono i genitori dell’ex ministro, ma al momento del colpo era vuota. Portati via contante, gioielli e anche due pistole regolarmente detenute Boccia purtroppo lo hanno lasciato lì Le tocchera di dare via il culo un altra volta per rifarsi. Ah quella di uomini e donne giusto?

Toro, Nicola e la filosofia Ubuntu: “Andiamo al massimo dal Verona a fine campionato”Il tecnico granata: «La prossima partita è sempre la più importante a prescindere da infortuni e squalifiche»

Culicchia: 'La cura Nicola sta dando i suoi frutti al Toro'Il Torino batte in casa la Roma per 3-1 e fa un passo importante verso la permanenza in Serie A. La strada è ancora lunga ma la cura Nicola sta dando i suoi frutti: il ritorno di grinta e combattività. Il commento delle scrittore e tifoso granata Giuseppe Culicchia nella consueta rubrica Il Toro è casa mia. LEGGI ANCHE- Il Torino torna a volare: 3 a 1 alla Roma nella partita più bella della stagione

Nicola e quei 3 punti pesanti contro la Roma: “Adesso vediamo anche chi ci sta davanti”L’allenatore granata, dopo il successo contro i giallorossi: «Gran partita, vale molto dal punto di vista della convinzione» Nicola, sicuramente un motivatore...!

Derby della Mole, Nicola: “Rammarico per il pari, ma sono orgoglioso dei mei ragazzi”Il Torino ha strappato un pareggio contro una Juve che negli ultimi tempi è diventata la sua bestia nera