'Ndrangheta, per i pm Cesa faceva parte di un 'connubio diabolico tra politici, imprenditori e agenti'. Ai domiciliari l'assessore regionale Talarico: 'Voti in cambio di affari' - Il Fatto Quotidiano

‘Ndrangheta, per i pm Cesa faceva parte di un “connubio diabolico tra politici, imprenditori e agenti”. Ai domiciliari l’assessore regionale Talarico: “Voti in cambio di affari”

21/01/2021 15.32.00

‘Ndrangheta, per i pm Cesa faceva parte di un “connubio diabolico tra politici, imprenditori e agenti”. Ai domiciliari l’assessore regionale Talarico: “Voti in cambio di affari”

Per la Dda di Catanzaro, in Calabria “si è venuto a creare un connubio diabolico tra soggetti appartenenti a diverse estrazioni: uomini politici, imprenditori ed esponenti delle forze di polizia”. Tra i politici ci sarebbe, secondo gli inquirenti, il segretario nazionale dell’Udc Lorenzo Cesa, perquisito stamattina nell’ambito dell’inchiesta “Profilo basso” dove è indagato con l’accusa …

“Frà (Talarico,ndr)..noi ora dobbiamo parlare con Cesa.. – dice Tommaso Brutto in un’intercettazione – io mi devo risolvere il problema di miofiglioe gliela dobbiamo mettere anche sul piano Frà che noi qui dobbiamo tenere unpartito, dobbiamo tenere una segreteria… dobbiamo tenere…mio figlio è disoccupato, io ho un mezzo inc…”. Sono stati i due Brutto a creare

Conte torna in cattedra: «Tutelare la salute ha permesso di tutelare anche l’economia del Paese» Ora è ufficiale: stop a «Live - Non è la d’Urso» dal 28 marzo Carelli (ex M5s): 'Rientrare nel Movimento moderato e liberale di Di Maio? Tutto è possibile in futuro, solo gli stupidi non cambiano idea' - Il Fatto Quotidiano

l’impalcaturadella rete di relazioni arrivata fino alla segreteria nazionale dell’Udc. Secondo gli inquirenti, infatti, Tommaso e Saverio Brutto hanno individuato Gallo quale figura imprenditoriale in grado di insinuarsi efficacemente nel settore degli appalti: “Lo mettevano in contatto con Francesco Talarico, per creare un connubio efficace volto a reperire

appoggi a livello politicoe con il maresciallo Ercole D’Alessandro dellaGuardia di Finanza, per potere disporre di notizie di tipo investigativo”.Due giorni dopo, a casa di Tommaso Brutto c’è statoun altro incontro. Cesa era assente ma di lui si è parlato: “Il tema della riunione – scrivono i pm – afferiva ‘entrature’ da ottenere per il tramite di Lorenzo Cesa ed anche di headtopics.com

Pierferdinando Casini”. Quest’ultimonon è indagato, ma in quell’occasione il maresciallo D’Alessandro ha raccontato di averlo visto: “Io l’altro giorno quando sono andato aRoma, mi sono incontrato anche con Pier Ferdinando Casini che questo amico mio che stiamo andando giorno 12, praticamente è il braccio destro suo per quanto riguarda l’estero… e mi ha detto Casini che io, qualsiasi cosa avete

bisogno, in Albania io… capito?”. “Nel corso della riunione – riassumono gli inquirenti – i presenti manifestavano l’auspicio di ottenere importanti commesse presso Enti nazionali qualiEnel, Eni, Arpacal, Calabria Verde, Tim, anche grazie all’apporto di esponenti della politica regionale e nazionale, passando per le figure di Franco Talarico, segretario regionale dell’Udc, e Lorenzo Cesa, segretario nazionale dell’Udc e parlamentare europeo”. E ancora: “Oltre agli appalti presso i citati Enti, la

caricadi parlamentare europeo di Cesa attirava l’attenzione di tutti gli interessati per gli investimenti in Albania e comunque nell’est Europa, potendo egli aprire canali importanti per vendere i prodotti commercializzati da Gallo presso enti pubblici stranieri,

ospedali, cliniche, facendo leva proprio sulla sua attuale carica di europarlamentare”.Non solo voti, ma anchesoldi. “Devo concretizzare… Facciamo le cose solo per gli altri?” si domanda infatti Talarico in merito all’aiuto concesso all’imprenditore legato ai clan. “Ti serve in tutti i sensi Francù… – lo tranquillizza Tommaso Brutto – economicamente… Nella headtopics.com

Sandra Milo si vaccina e lancia un appello: «Fatelo per senso civico e senza alcun timore» Juric sfida la Juve: 'Servirà partita perfetta' Congo, polemica sulla scorta La Farnesina: 'Fu rafforzata' - Africa

campagna elettorale… si muove, non è che dici tu è uno che si tira indietro… questo non si spaventa… non ha la mano corta eh!.. azziccato! è azziccato, Franco, ma sai perché? perché…. (è un generoso) bravo!… non è fesso!”. La conversazione è dell’

ottobre 2017. Cinque mesi dopo si sarebbe votato per le politiche e il segretario regionale dell’Udc Talarico si vedeva già a Roma. Ma per la campagna elettorale ci vogliono soldi e il futuro assessore regionale al Bilancio, stando alle accuse, puntava al

5% degli affariche avrebbe fatto fare a Gallo attraverso Cesa: “Noi – dice – vediamo qual è la fornitura in base al discorso… noi sappiamo preciso.. il 5%… Lorè (Cesandr), questo c’ha il 5%.. capito… ora vediamo… facciamo le cose… fatte bene… e poi lo stabiliamo con lui! quante ne da, quanto ne (inc)… naturalmente che rimane cose… per noi… per voi, no… che facciamo…”. Brutto è d’accordo con la strategia: “Solo che dobbiamo vedere come cazzo possiamo fare che Cesa gli fa chiudere qualche cazzo di cosa… hai capito? … pure che gli prende un appuntamento con Lotito, capito! Fra!… cioè se non… se hai

un aggancio importante…”.Giustizia di Fatto- Ottieni i i dossier e le informazioni più importanti per essere sempre informato su tutto ciò che avviene nell'ambito della GiustiziaSostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momentoabbiamo bisogno di te headtopics.com

.In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.

Leggi di più: Il Fatto Quotidiano »

Un anno di Covid

Dai primi casi alla corsa per i vaccini, la sfida della pandemia in Italia e le storie di chi lotta contro il coronavirus

Li dovete beccare uno ad uno. Non è così solo in Calabria ,passate al setaccio la Campania ,quasi sempre sono eletti con percentuali altissime e ovviamente non per meriti politici ma per voti di scambio,lavoro appalti etc etc. caterino_teresa che brutta faccia News24_it bravi ragazzi Allucinante. Ah, ecco 😞

Ecco fatto, un altro pronto a votare il condono totale assieme ai due Matteo, ma possibile che in questo Parlamento siano così ben rappresentate le organizzazioni criminali !!! E noi continuiamo a preoccuparci dell': America, di Biden e di Trump. 😭😭 Udc, sempre gli stessi. Ce l'hanno nel genoma Aspettate che se vota con il governo viene subito riabilitato

E questi sarebbero stati l’ago della bilancia per salvare il governo? Grazie a Dio hanno votato contro insieme all’opposizione! Ora capisco perché l’udc è finito nel centrodestra! A destra sono tutti mafiosi!!! Bravo cesa i destronzi non si smentiscono mai, gongolano nel sistema marcio, corrotto e mafioso

Povera Italia,povera Calabria ci vuole un cambiamento radicale di mentalità altrimenti non cambierà mai niente, alle prossime elezioni vedremo se i calabresi capiranno cosa è giusto fare....... Cesa..mai con Conte, meglio i madonía, lo diceva anche Silvio. Ah bene, piano piano. Cesa sta lì da 227 anni, ma vabbè, dai

La parte + squallida della politica Come con Conteballe? Guarda caso sono rimasti ben saldi al centrodestra l'altro giorno. ...si vedrà!