Nata con la sindrome di Down perde la causa contro la legge sull'aborto: ho diritto a vivere - VanityFair.it

Heidi Crowter vorrebbe cambiare la legge, in vigore nel Regno Unito, che dà la possibilità alle donne incinte, se il feto ha la sindrome di Down, di interrompere la gravidanza fino all’ultimo

26/09/2021 14.01.00

Heidi Crowter vorrebbe cambiare la legge, in vigore nel Regno Unito, che dà la possibilità alle donne incinte, se il feto ha la sindrome di Down, di interrompere la gravidanza fino all’ultimo

Heidi Crowter vorrebbe cambiare la legge, in vigore nel Regno Unito, che dà la possibilità alle donne incinte, se il feto ha la sindrome di Down, di interrompere la gravidanza fino all’ultimo

interrompere la gravidanza fino al giorno della nascita. Heidi Crowter, una donna di 26 anni con la sindrome di Down, ha sollevato il caso con Màire Lea-Wilson, il cui figlio Aidan è nato con la trisomia 21: insieme si sono appellate all’Abortion Act

Nasce il robot bambino iCub, e ci fa innamorare subito Il Milan si prende vittoria e primato solitario contro il Bologna in nove Bologna-Milan LIVE

del 1967, che fissa unlimite di 24 settimane per gli aborti, a meno che non vi sia un «rischio sostanziale» che il bambino sia «gravemente handicappato».In un’udienza di due giorni a luglio, le due donne hanno sostenuto che la legge che permette l’aborto fino all’ultimo giorno

stigmatizza le persone che sono nate con la sindrome di Down, violando i diritti sanciti dalla Convenzione europea sui diritti umani (ECHR) e, più in generale, «i diritti alla dignità, all’autonomia e allo sviluppo personale». Tuttavia, i giudici non hanno dato loro ragione: secondo il tribunale, la legislazione in vigore non è illegale e mira a trovare un equilibrio tra i diritti del nascituro e quelli delle donne. headtopics.com

«Le questioni che hanno dato origine a questo ricorso sono molto delicatee talvolta controverse», hanno spiegato i giudici nella sentenza. «Generano sentimenti forti e sincere divergenze di vedute su questioni etiche e religiose. Questa corte non può entrare in quelle controversie; deve decidere solo a norma di legge».

E ancora: «Vi sono prove importanti, che sono state portate davanti a questo tribunale, di famiglie che hanno creato un ambiente amorevole per i bambini nati con gravi disabilità, ma non sappiamo cosa accadrebbe, nel caso in cui alcunedonne si sentissero costrette dalla paura di violare la legge penale

a dare alla luce bambini che non saranno amati o voluti».Heidi Crowter ha commentato spiegando che, per lei, è un giorno «triste», e ha promesso di continuare a combattere. Insieme al marito, James Carter, fuori dallaRoyal Courts of Justice

, ha spiegato: «I giudici potrebbero non pensare che questa legge mi discrimini, il governo potrebbe non pensare che mi discrimini, mavi sto dicendo che invece mi sento discriminata. Il verdetto non cambia il modo in cui io e migliaia di altre persone con la sindrome di Down ci sentiamo». headtopics.com

VIDEO. Bologna-Milan, Mihajlovic sente di aver vinto I monoclonali rischiano di marcire nei frigo: in sette mesi usate solo 12mila dosi su 80mila. La Lombardia ne 'smaltisce' 5200 in Romania - Il Fatto Quotidiano Ora il caso Austria fa paura: impennata di contagi e lockdown ai non vaccinati, cosa sta succedendo davvero Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Green pass, a Roma 12 arresti: anche vertici di Forza Nuova

Leggi su Sky TG24 l'articolo Green pass, a Roma 12 arresti: anche vertici di Forza Nuova

La «chirurgia etica» contro l'abuso di interventi estetici - VanityFair.itLabbra XXL, seno boombastico, zigomi affilati, effetto plastic doll dilagante. Negli ultimi anni si è ricorso troppo alla chirurgia estetica. Che sia giunto il momento di un approccio più etico per cercare di stabilire un limite al numero di interventi su ogni paziente?

Area Marina: «La lotta alla violenza di genere passa anche per la televisione» - VanityFair.it«La società è bravissima a dirci come prevenire la violenza, ma non insegna mai agli uomini a non commetterla» MarinaCuollo

Il tweet personale di Kate Middleton per la ragazza uccisa in Inghilterra - VanityFair.itDopo aver partecipato in incognito alla veglia per Sarah Everard la duchessa ha scelto un tweet personale per ricorda Sabina Nessa, anche lei uccisa a Londra

Ipercolesterolemia Familiare Omozigote: la storia di Valentina, in cura da quando aveva 1 anno - VanityFair.itIl 24 settembre ricorre la Giornata Mondiale dell’Ipercolesterolemia familiare omozigote, una malattia del sangue. Sapete di cosa si tratta? Ecco il nostro approfondimento e il racconto di una paziente

Close up: 9 artiste femminili che hanno cambiato la storia (con un ritratto) - VanityFair.itLa mostra fino al 2 gennaio alla Fondation Beyeler di Basilea celebra in modo originale l’empowerment di donne che hanno fatto la rivoluzione con una tavolozza in mano. Ecco «Close up» e l'arte del ritratto

In Gran Bretagna scarseggia la benzina: assalto alle pompeLa causa è la carenza di autisti e camionisti dopo la Brexit che sta provocando problemi nella catena logistica per i beni di prima necessità Hanno voluto la brexit e allora si aggiustono Amici di italexit, tutto a posto? 🤣 Venite tutti sotto casa mia, allora, perché non c’è fila e c’è tutta la benzina che volete! Ma zitti!