Morto Lawrence Ferlinghetti, anarchico del pensiero e poeta beat - VanityFair.it

Il 24 marzo avrebbe compiuto centodue anni.

23/02/2021 23.22.00

Il 24 marzo avrebbe compiuto centodue anni.

Il 24 marzo avrebbe compiuto centodue anni. Invece, l'uomo che ebbe l'ardire di pubblicare «Urlo» di Allen Ginsberg, manifesto della Beat Generation, si è spento martedì, per le complicanze di una malattia polmonare. A riferirlo, il figlio, Lorenzo

Claudia CasiraghiLawrence Ferlinghetti, padre putativo della Beat Generation, poeta senza etichette né confini, si è spento martedì sera, trenta giorni prima di compiere centodue anni. A riferirlo, è stato il figlio Lorenzo, spiegando come il padre sia morto per le complicazioni di una malattia polmonare, a San Francisco, dove decise di vivere per poter abbracciare le proprie «radici italiane». Ferlinghetti, nel cuore di North Beach, dentro una casa a schiera, beige e non dissimile da tante altre, spiegò di aver trovato un senso.

Vietate le seconde domande Vaccino Covid, Draghi: “L’eterologa funziona, la farò anch’io” Le Foche: «AstraZeneca, il richiamo è fondamentale. E per il sistema immunitario è meglio il cambio di farmaco»

Un punto d’unione con la vita passata, quella di un padre che il destino non gli permise di conoscere.Il poeta, che nel 1956, solo contro la censura e le sue derive legali, ebbe l’ardire di pubblicareUrlodiAllen Ginsberg, rimase orfano di padre ancor prima di venire al mondo. Carlo Ferlinghetti, un bresciano di New York, morì pochi mesi prima della nascita del figlio, lasciandogli in lascito un cognome amputato, «Ferling», perché non si dovesse portare appresso il tanfo di «peperoni e cipolle», l’immaginario osceno allora associato agli italoamericani. Ferlinghetti crebbe senza un riferimento maschile, sballottato tra l’Europa e l’America dai sussulti di una famiglia problematica. L’infanzia fu confusionaria, l’adolescenza puntellata di piccole e grandi marachelle. Aveva fame, Ferlinghetti, cui i datori di lavoro di una zia suggerirono di studiare giornalismo. Il ragazzo, che si sarebbe arruolato in Marina per combattere la Seconda Guerra Mondiale e uscire strenuo difensore dell’ideologia pacifista, accolse bonariamente il consiglio. Studiò, e partì per Parigi, per trasferirsi poi a San Francisco, dove

aprì la City Lights, prima libreria, poi casa editrice che avrebbe cambiato la storia degli Stati Uniti d’America e, al contempo, plasmato il pensiero occidentale post-bellico.Lawrence Ferlinghetti fu il grande scopritore della Beat Generation, l’unico che ebbe il coraggio di pubblicarne il manifesto. Pubblicò le proprie raccolte di poesie, aiutò headtopics.com

Jack Kerouac, che di lui scrisse inBig Sur. Si dedicò all’arte e all’arte votò la propria vita, pensatore anarchico come il santo patrono della città che ha contribuito a rendere centro nevralgico della cultura americana. Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Morto Lawrence Ferlinghetti, scompare a 101 anni il poeta della Beat generationAutore, pittore, imprenditore della controcultura, scoprì Jack Kerouac e pubblicò «L’Urlo» di Allen Ginsberg sfidando la censura Osa essere un guerrigliero poetico non-violento, un antieroe ...cente

Usa, è morto il poeta Lawrence FerlinghettiFu esponente chiave della 'controcultura' nel panorama statunitense RIP🙏 Condoglianze

Morto il poeta Lawrence Ferlinghetti, leggenda della Beat GenerationMorto per una malattia polmonare nella sua casa di San Francisco Rip Grande personaggio un pezzo della storia di questo pazzo mondo che se ne va.

Morto il poeta Lawrence Ferlinghetti, leggenda della Beat GenerationAveva 101 anni. Fu a lungo proprietario di City Lights, la libreria e casa editrice di San Francisco

Morto Enrico Vaime, padre del varietà televisivo - VanityFair.itTra i più prolifici e brillanti autori italiani, si è spento al Policlinico Gemelli di Roma, a ottantacinque anni. Secondo Maurizio Costanzo, era malato da un paio d'anni. Su Twitter, il ricordo commosso di colleghi, spettatori e amici