Modella trevigiana muore per un malore improvviso a 26 anni

28/06/2022 22:59:00

Sara Pegoraro ha avuto un malore all'esterno del supermercato. La procura di Treviso ha aperto un fascicolo per accertare le cause del decesso

Sara Pegoraro ha avuto un malore all'esterno del supermercato. La procura di Treviso ha aperto un fascicolo per accertare le cause del decesso

Sara Pegoraro ha avuto un malore all'esterno del supermercato. La procura di Treviso ha aperto un fascicolo per accertare le cause del decesso

fattirisalgono allo scorso venerdì 24 giugno, a Villorba, una piccola cittadina del Trevigiano. Sara si trovava all'esterno del supemercato"Aldi", in piazza della Repubblica, quando si è accasciata improvvisamente sull'asfalto. Alcuni passanti hanno allertato il 118: la ragazza è stata soccorsa e trasportata all'

ospedale Ca'Foncelloper dei controlli. Di ritorno a casa, poche ore dopo, si è sentita male di nuovo. La madre ha richiesto l'intervento di un'ambulanza ma, purtroppo, all'arrivo dei paramedici la giovane era già morta.Stando a quanto riferisce

Leggi di più:
ilGiornale »

Frana Ischia, individuata ottava vittima: è un uomo

Vigili del fuoco al lavoro tutta la notte dopo il ritrovamento di sette corpi, ancora 4 i dispersi. Droni per mappare la zona della frana Leggi di più >>

Un altra giovane vittima del “malore improvviso” 😢 Novax fra 3 2 1... Nessuna correlazione...

Sara e Jessica, cugine travolte e uccise da un Suv: 7 anni al pirata della stradaIl 61enne Dimitre Traykov è stato condannato per omicidio stradale, con l'aggravante dell'omissione di soccorso. Indignate le famiglie delle giovani vittime: 'Significa che ognuna delle loro vite valeva tre anni e mezzo' Come sempre torno a dire:se fossero state la figlia e la nipote del giudice? Non credo possa esserci una legge che ammette una pena così leggera

Sara e Jessica, cugine morte sulla A28: solo sette anni al bulgaro che provocò l'incidente a 180 all'oraLa vita di due ragazze vale solo sette anni di carcere. È questa infatti la condanna ai danni di Dimitre Traykov, 61enne bulgaro, responsabile del tamponamento mortale del 30 gennaio...

Treviso, malore in casa: la moglie lo trova agonizzante, Alberto muore poco dopoColpito da un malore improvviso mentre si trovava in casa, così è morto Alberto Ingargiola: a trovarlo esanime è stata la moglie che ha subito lanciato l'allarme al 118....

Ravennate, turista 82enne salva bambino in mare e muore in spiaggiaLeggi su Sky TG24 l'articolo Ravennate, un turista di 82 anni salva un bambino in mare e poi muore in spiaggia Spiace ovviamente, mi permetto di dire che tutto sommato è uno dei migliori modi per andarsene, dopo aver salvato una vita. Rip

Turista 82enne muore dopo aver portato in salvo un bimbo che stava per annegare in mareIl piccolo si era lanciato in mare assieme a tre fratellini: tutti sono andati subito in affanno e sono statoi soccorsi dai turisti presenti sulla spiaggia GRANDE PERSONA

Ravenna, ha un malore dopo salvataggio di un bimbo in mare: morto 82enneUn turista di 82 anni di Nogara, nel Veronese, è morto sulla spiaggia tra Lido Adriano e Punta Marina, nel Ravennate, dopo aver portato in salvo un bambino che stava rischiando di annegare. Il piccolo e altri 3 bimbi, tutti tra gli 8 e i 10 anni, non...

I fatti risalgono allo scorso venerdì 24 giugno, a Villorba, una piccola cittadina del Trevigiano.Sara Rizzotto e Jessica Fragasso È stato condannato a sette anni di reclusione Dimitre Traykov, il 61enne bulgaro responsabile del tamponamento mortale avvenuto il 30 gennaio scorso lungo la A28, ad Azzano Decimo, nel quale hanno perso la vita Sara Rizzotto, di 26 anni di Conegliano e la cugina, Jessica Fragasso, di 20, di Mareno di Piave.La vita di due ragazze vale solo sette anni di carcere.Alberto Ingargiola era conosciutissimo a Treviso e in particolare nel quartiere di Santa Bona in cui viveva Colpito da un improvviso mentre si trovava in casa, così è morto Alberto Ingargiola : a trovarlo esanime è stata la moglie che ha subito lanciato l'allarme al 118.

Sara si trovava all'esterno del supemercato"Aldi", in piazza della Repubblica, quando si è accasciata improvvisamente sull'asfalto. Alcuni passanti hanno allertato il 118: la ragazza è stata soccorsa e trasportata all' ospedale Ca'Foncello per dei controlli. La pena tiene conto dello sconto di un terzo grazie al rito abbreviato: la Procura aveva chiesto una condanna a 7 anni e 8 mesi. Di ritorno a casa, poche ore dopo, si è sentita male di nuovo.   Mattarella telefona al papà di Jessica: «Farò il possibile per queste due ragazze»   Il bulgaro è stato condannato dal gup del Tribunale di Pordenone a sette anni di reclusione per omicidio stradale, aggravato dall'omissione di soccorso, e fuga dal luogo dell'incidente: la pena tiene conto dello sconto di un terzo grazie al rito abbreviato, la Procura aveva chiesto una condanna a 7 anni e 8 mesi. La madre ha richiesto l'intervento di un'ambulanza ma, purtroppo, all'arrivo dei paramedici la giovane era già morta. Agli agenti aveva affermato di aver bevuto soltanto dopo l'incidente. Stando a quanto riferisce , la modella 26enne avrebbe assunto degli stupefacenti. Diplomato al liceo scientifico Da Vinci, aveva in precedenza cominciato a lavorare come tecnico informatico alla Eurosystem di Lancenigo di Villorba e poi manager alla Lotto.

Ora resta da capire quale sia stata la sostanza fatale. Inoltre, secondo quanto riportato dal Procuratore capo di Pordenone, Raffaele Tito, l'incidente ha avuto luogo mentre l'uomo era al telefono con la moglie, circostanza che avrebbe contribuito a rendere meno pronti i suoi riflessi alla guida. Agli agenti aveva affermato di aver bevuto soltanto dopo l'incidente. Il sostituto procuratore di Treviso Anna Andreatta ha già disposto gli esami del sangue nel tentativo di fare luce sulle cause del decesso. Il ricordo degli amici Sara era una ragazza piena di vita ed entusiasmo:" un vulcano ", così la descrivono oggi gli amici. "Non è giusto", ha esclamato la nonna di una delle due ragazze, mentre una mamma ha rincarato la dose: "Significa che ognuna delle loro vite valeva tre anni e mezzo". Modella di 26 anni, con una passione per le moto e il ballo, era solita postare scatti di nudo sui suoi profili social.. In passato aveva già superato prove difficili: un anno e mezzo fa, era stata investita e lo scorso maggio era stata operata allo scafoide. I legali dell'imputato hanno preferito non commentare, rimandando l'analisi della situazione alla lettura delle motivazioni della sentenza, che saranno depositate tra 15 giorni.

Sua madre non ha mai mancato di starle accanto. Era stata proprio Sara a ringraziarla pubblicamente:" Grazie mamma per esserci stata sempre , - scriveva su Instagram il 21 maggio scorso - pronta ad aiutarmi in ogni momento e grazie per non avermi lasciata mai sola. © Riproduzione riservata. Sei la mia ancora ". .