Minacce via social. Azzolina, Sileri e Fontana sotto scorta. Bonafede: 'Ferma condanna'

Dadone: 'Inaccettabile ogni forma di intimidazione'

27/05/2020 15.49.00

Dadone: 'Inaccettabile ogni forma di intimidazione'

'Sappiamo purtroppo che dalla violenza verbale a quella fisica il passo è breve; dispiace profondamente e preoccupa che sulla scuola, come sulla salute e su altri temi altamente sensibili e fondamentali per la ripartenza del nostro Paese, si sia venuto a creare questo clima di odio e minacce. Terremo alta la guardia' dice il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa

Il clima dunque si fa pesante."Bisogna abbassare i toni e la politica, per prima, deve dare il buon esempio. Ognuno è giusto che esprima le proprie idee, il confronto è sempre sano e democratico, ma trovo inqualificabili gli insulti sessisti che sono stati rivolti nelle ultime settimane alla ministra Azzolina" dice il ministro degli esteri, Luigi Di Maio. E aggiunge: "C'e' un rischio esasperazione e tensione sociale che può sfociare nel Paese".

Vaccini Covid, De Magistris a La7: 'In questo momento siamo tutti cavie, sapremo tra qualche anno cosa ci siamo messi nel braccio' Prato, operai della Texprint picchiati dai vertici dell'azienda: un lavoratore colpito con un mattone. Sindacato: 'Tre finiti in ospedale' - Il Fatto Quotidiano Ci sono Riccardo Puglisi (università di Pavia) e Stagnaro dell'Istituto Bruno Leoni

Bisogna abbassare i toni. Il confronto è sempre sano e democratico, ma trovo inqualificabili gli insulti sessisti che sono stati rivolti nelle ultime settimane alla ministra @AzzolinaLucia. A lei va la mia totale vicinanza.➡️https://t.co/lCSzqeQThX

— Luigi Di Maio (@luigidimaio) May 27, 2020Dello stesso avviso il ministro dell'Ambiente Sergio Costa: "Sappiamo purtroppo che dalla violenza verbale a quella fisica il passo è breve; dispiace profondamente e preoccupa che sulla scuola, come sulla salute e su altri temi altamente sensibili e fondamentali per la ripartenza del nostro Paese, si sia venuto a creare questo clima di odio e minacce. Terremo alta la guardia". headtopics.com

Bonafede:"Ferma condanna""Le intimidazioni e le minacce alla ministra dell'Istruzione @AzzolinaLucia e al viceministro della Salute @piersileri sono da condannare con totale fermezza. Sono certo che Lucia e Pierpaolo non si faranno intimorire. Tutti noi siamo al loro fianco". Lo scrive su Twitter il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede.

"Quando diciamo che in questo momento bisogna fare la massima attenzione ai rischi di tensione sociale non lo diciamo tanto per dire" mette in guardia in una nota il Presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone che poi in merito al caso specifico della Azzolina dice:"E' gravissimo che un ministro della scuola debba essere messo sotto scorta per le minacce ricevute. Invito tutti al buon senso e ribadisco la necessità di lavorare insieme per far ripartire in sicurezza l'anno scolastico". La ministra Azzolina oltre ad insulti sessisti - dice la grillina Bianca Laura Granato -"ha subito delle minacce per il concorso. Hanno tentato di hackerarle il profilo facebook e il conto corrente".

Solidarietà al ministro Azzolina è stata espressa anche dal viceministro Sileri, come abbiamo ricordato - anche lui sotto scorta - per aver denunciato tentativi di corruzione. Sileri lancia un messaggio:"All'Italia dico che noi non siamo il Paese dell'odio, ma rischiamo di diventarlo se lo lasciamo vincere".

Bersaglio di duri attacchi , anche il Governatore della Lombardia Attilio Fontana che commenta il fatto di essere stato messo sotto scorta così: "Per me non cambia nulla. Il mio lavoro prosegue con la stessa determinazione di sempre. Per il bene dei lombardi e della Lombardia". Il suo legale spiega: "Stiamo raccogliendo decine e decine di minacce sui social network, sono tantissime e fanno parte di questo clima d'odio". headtopics.com

'Grazie per gli auguri e il sostegno': il messaggio di Zaki all'Italia Anche il ministro Speranza si è vaccinato: «Una grande gioia» Mascherine, c'è l'ipotesi di toglierle all'aperto dal 15 luglio

Le intimidazioni ricevute in questi giorni, non arrivano solo sul web, ma anche da due murales con scritto 'Fontana assassino' e firmati dai Carc (Comitati di appoggio alla resistenza per il comunismo). Il legale ha chiarito che nei prossimi giorni finirà di completare la raccolta delle minacce on line (dove compaiono post con su scritto anche 'Fontana devi morire' o 'devi fare una brutta fine' e nei quali si contesta la gestione dell'emergenza sanitaria) e poi depositerà una denuncia in Procura a Milano, dove è già aperta l'indagine del capo del pool dell'antiterrorismo milanese Alberto Nobili sulle scritte dei Carc. Antagonisti che, tra l'altro, hanno rivendicato più volte di essere gli autori dei murales e si sono detti"pronti" ad azioni dello stesso genere.

❌ I quotidiani oggi scrivono che mi è stata assegnata la scorta. Confermo la notizia e sottolineo che non si tratta di una richiesta, ma di una decisione presa dalle autorità competenti. Per me non cambia nulla, il mio lavoro prosegue con la stessa determinazione di sempre.

Leggi di più: Rainews »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Coronavirus, Sileri sotto scorta: 'Tentativi di corruzione e minacce sulla destinazione dei fondi per l'emergenza' - Il Fatto QuotidianoIl viceministro della Salute Pierpaolo Sileri è da alcuni giorni sotto tutela a seguito di pressioni per tentativi di corruzione e minacce ricevute rispetto alla sua attività politica in particolare riguardo alla destinazione dei fondi pubblici per l’emergenza coronavirus. L’esponente M5s, secondo quanto si apprende, viene accompagnato da un agente della pubblica sicurezza. Non si sa come possano averlo minacciato, dato che anche lui protestava di essere tenuto all'oscuro delle decisioni del ministero. Ed ecco che iniziano a venire fuori gli intrallazzi economici Infatti chissà dove sono finiti i fondi....

Minacce anche sui social: ministra Azzolina sotto scortaNon è che fanno le vittime? Povera RAI. Che cazzo di finaccia

Lombardia: scorta per il presidente Fontana, decisione della prefettura di VareseLa misura è stata decisa dopo che 'il clima intorno al governatore lombardo si è fatto incandescente' Sicuri che non si sia 'minacciato' da solo... come atto autolesionistico per quello combinato con le Rsa ? Ce l'ha la faccia del 'masochista stalker'... bòh... o la scorta l'hanno data perché non faccia più 'caz*ate' ? Máh ?

Covid-19 in Lombardia: 22 decessi, 875 guariti, +159 positiviFontana: evitare comportamenti imprudenti

Rientro a scuola, lezioni in presenza fino alle medie, ore più brevi e ingressi scaglionati: le indicazioni della task force alla Azzolina - Il Fatto QuotidianoCominciano a delinearsi le condizioni per il rientro in classe di 8,3 milioni di studenti italiani. La task force per la riapertura delle scuole presieduta da Patrizio Bianchi ha consegnato alla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina il Rapporto con le indicazioni per il rientro a settembre: lezioni in presenza per gli alunni di elementari e medie, … odiano i nostri figli...da qui a settembre vorranno ucciderli con un vaccino ed una mascherina che soffoca...gente disumana Anche in questo caso ognuno dirà la sua e ci sarà una confusione totale. Didattica a distanza può essere stata necessaria ma in molti casi negativa per la crescita dei ragazzi, non credo sia buona idea a sett, meglio soluzioni differenti ma che contemplino presenza a scuola A settembre inizia la scuola e quando si fa il concorsone? A settembre...🙃🤣🤣🤣 unministroacaso

Sotto il pennacchio, nienteSiccome comincio ad averne viste tantine, ricordo un convegno dell’Anm, il sindacato dei magistrati, nel quale Piercamillo Davigo autoproclamò sé e i colleghi la parte migliore del Paese. Era il 1997. Sembrò alterigia ma era peggio, era infantilismo. Davigo è liberissimo di ritenersi quello che preferisce ma stabilire la superiorità di una categoria, o di una corporazione, perché ha in testa il pennacchio, significa essere diventati adulti per niente. Noi siamo i soli che fanno pulizia al loro interno, diceva Davigo, trascurando che i magistrati fanno pulizia dove vogliono, ma nessuno può fare pulizia fra i magistrati, se non i magistrati stessi per la spropo Davanti alle sconcezze del Consiglio superiore della magistratura, uscite sui giornali in questi giorni e la scorsa estate (a proposito, formidabile Luca Poniz, presidente dimissionario di Anm, sbalordito da una pratica indisturbata da tre decenni: l’arrivo delle intercettazioni sui quotidiani prima che sulla sua scrivania), si è parlato di questione morale. Formula già spesa per la politica, il Parlamento, la corruzione, la pedofilia clericale, l’evasione fiscale, le forze dell’ordine, l’imprenditoria, l’università, i medici, i giornalisti, per mille altri e infine, benvenuta, per la magistratura. Ecco, undici mesi fa, issato ai vertici del sindacato per fare pulizia, Poniz si davigò: «Siamo parte della storia migliore di questo Paese». Come si evince, e a volerlo sapere lo si sapeva, siamo noi italiani parte della storia di questo Paese, la migliore e la peggiore.