Mezza Italia verso la 'zona bianca': cosa cambia? - iO Donna

Ora possiamo davvero sognare la normalità: qualche regola resta, ma sentiamo il profumo della libertà

29/05/2021 07.22.00

Ora possiamo davvero sognare la normalità: qualche regola resta, ma sentiamo il profumo della libertà

Ora possiamo davvero sognare la normalità: qualche regola resta, ma sentiamo il profumo della libertà

La prima cosa che cambia è che, in zona bianca, non c’è il coprifuoco.In zona bianca, infatti, non ci sono limitazioni per gli spostamenti, mentre in zona gialla questi sono consentiti tra le 5 e le 23 fino al 6 giugno, e tra le 5 e le 24 dal 7 giugno. Chi esce in orario di coprifuoco in zona gialla deve giustificare lo spostamento con autocertificazione.

Olimpiadi Tokyo, Laurel Hubbard prima atleta transgender a partecipare Viva l’Italia inginocchiata (a metà): siamo sempre il Paese delle mezze misure Cts: stop obbligo mascherine all'aperto in zona bianca dal 28 giugno

Poi che tutto quello che in giallo non era ancora aperto, aprirà. Quindi:i parchi tematici e di divertimento. In zona gialla la riapertura è prevista il 15 giugno.I centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.In zona gialla la riapertura è prevista il 1 luglio. Ripartono anche

feste, comprese quelle dopo cerimonie civili e religiosecon obbligo per gli ospiti del pass verde. In zona gialla sono consentite dal 15 giugno.Apertura sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò. In zona gialla la riapertura è prevista il 1 luglio. headtopics.com

In zona bianca, poi,è consentito l’utilizzo delle docce nelle palestreenon sono previsti ingressi contingentati nei mercati all’aperto e sulle spiagge libere. Leggi di più: IO donna »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.