Medicina estetica, il nuovo corso body positive - VanityFair.it

Che cosa è cambiato nel mondo dei ritocchi con l'avvento del movimento body positive? Abbiamo cercato di capire

16/07/2021 23.01.00

Che cosa è cambiato nel mondo dei ritocchi con l'avvento del movimento body positive? Abbiamo cercato di capire

Che cosa è cambiato nel mondo dei ritocchi con l'avvento del movimento body positive? Abbiamo cercato di capire

Sfoglia la galleryIl mondo della bellezza sta vivendo una fase di rivoluzione, qualcosa è cambiato nella percezione dei canoni estetici grazie al sorgere del movimento body positive che mette al centro la persona e non il suo aspetto fisico, che invita ad accettarsi per come si è e a valorizzare quelle caratteristiche che a lungo sono state percepite come dei minus. A sentirne l’effetto è anche il mondo della medicina estetica. Ne abbiamo discusso con

Fisco, Di Maio: “Abbassare le tasse non è più rinviabile” Il flop del corteo anti Green Pass a Milano Carlo Calenda a 'L'Ospite' su Sky TG24: “Bene governo su nuove misure”

Jelena Petrovic, General Manager ed Amministratore Delegato Allergan Aesthetics Italia, la prima donna che arriva al vertice di quest’azienda, con un’esperienza radicata e pluriennale nel settore farmaceutico e dell’Health Care.Essere libere di trasformarsi come si vuole, come si conciliano movimento body positive e medicina estetica?

«Il movimento Body Positive ci insegna che devo accettare il mio corpo, per come è e per come è diventato con il tempo; che devo amare le mie caratteristiche fisiche e provare ad esaltarle; che i segni dell’età riflettono le esperienze vissute. Detto questo headtopics.com

se in quel corpo non mi riconosco e sento il desiderio dicambiare, di sentirmi e vedermi meglio, posso farlo. Parliamo, in entrambi i casi, diaccettazione e di ricerca della fiducia in se stessi, della propria autostima. Sono decisioni che devono poter essere prese in autonomia».

E perché le donne non ne parlano se fanno qualche ritocco?«Credo che il timore giochi un ruolo importante, sebbene agisca su differenti livelli. Da una parte c’è il timore di vedersi diverse, cambiate, di non riconoscersi allo specchio. Noi crediamo molto nell’importanza del primo consulto con il medico specialista così da evidenziare i bisogni reali e definire al meglio le aspettative finali ma soprattutto, grazie anche alla visione di altri casi clinici, prendere consapevolezza dei risultati naturali e duraturi che si possono ottenere con specifiche tecniche iniettive e soluzioni innovative. Dall’altra parte, ci troviamo difronte a pazienti che hanno il timore di essere giudicati come superficiali, non in grado di accettare il proprio corpo, l’età che passa e le proprie caratteristiche fisiche. Per questo vivono il ricorso alla medicina estetica come un tabù per via di questa errata convinzione secondo cui “prendersi cura di se stessi” equivalga ad essere superficiali. L’

OMS definisce la salute come stato di benessere psicofisico e non assenzadi patologie. Credo che molto cambierebbe se ci fermassimo a riflettere sul fatto che ognuno raggiunge e mantiene come preferisce il proprio benessere psicofisico. Se ci troviamo difronte ad un aspetto di noi stessi che ci impedisce di vivere appieno la nostra vita, dobbiamo poter essere liberi di migliorarci e sbloccare così la nostra autostima».

Cosa vogliono, sempre di più, le donne post pandemia?«Quest’ultimo anno e mezzo di pandemia e di chiusure più o meno stringenti pare che abbia portato un aumento di richieste di interventi di medicina estetica. Una motivazione possiamo rintracciarla nel cosiddetto “effetto ZOOM”: il maggior tempo trascorso fissando la nostra immagine nei monitor dei nostri device elettronici ci ha portato a vedere aspetti del nostro viso che non avevamo mai notato. C’è anche una consapevolezza nuova ed una rinnovata voglia di ripartire e mostrarsi al meglio, per uscire dalla pandemia con più grinta ed un aspetto migliorato. Il maggior numero di interventi si sono registrati nell’area perioculare: del resto, dato il continuo uso delle mascherine, gli occhi sono in primo piano. Anche le labbra sono oggetto di attenzione quasi a voler auspicare il ritorno a sorrisi liberi. Quanto a noi, abbiamo continuato la nostra costante attività di ricerca e sviluppo, in questo anno e mezzo, per venire incontro alle esigenze di medici e pazienti. Ci saranno presto delle interessanti novità che sono sicura verranno apprezzate per la loro innovazione, avanguardia ed alti profili di sicurezza». headtopics.com

Covid, variante Omicron si chiamerebbe così per non offendere la Cina In Edicola sul Fatto Quotidiano del 28 Novembre: Omicron c’è da luglio, ma all’Africa zero dosi - Il Fatto Quotidiano Covid Milano, manifestazione No Green pass in piazza Duomo

Come si pone nei confronti del fenomeno definito snapchat dysmorphia, ovvero l’ossessione di vedersi uguale a un filtro social?«Questo in effetti è un trend che si registra: in passato, potevano esserci casi di pazienti che portavano la foto di un’attrice o di una cantante chiedendo di assomigliarle. Oggi si porta la propria foto scattata con i filtri applicati che levigano la pelle o ridefiniscono proporzioni. In questi casi il consulto con il medico è essenziale per prendere consapevolezza dei risultati oggettivi che si possono raggiungere al di là di immagini non realistiche e che siano adatti alla persona e non standardizzati».

La medicina estetica e l’accettazione della propria età, come vanno messe in relazione?«Il tempo scorre per tutti ed io credo sia una questione di “consapevolezza”: dalla presa di coscienza di questa verità, all’accettazione dei cambiamenti che il tempo opera su ciascuno, alla consapevolezza di cosa possiamo fare per migliorare il nostro aspetto, con azioni che siano coerenti con la nostra età. Il medico e il paziente consapevole giungeranno ad evidenziare un piano di trattamento adeguato e personalizzato, senza stravolgere i lineamenti di un volto e giungendo a risultati naturali. Allergan confida molto nella fase del consulto che è cruciale, come già detto, ed è il momento in cui evidenziare bisogni e chiarire le aspettative. Durante il consulto, infatti, il medico individua le esigenze del singolo paziente invitandolo a specchiarsi e ad indicare le emozioni che l’intero viso trasmette e quelle desiderate. È l’innovativo approccio degli attributi emozionali, elaborato dal noto chirurgo brasiliano Mauricio De Maio ed utilizzato da Allergan».

Qual è l’approccio che una donna vuole portare a un’azienda come Allergan Aesthetics.«Sono un medico che vuole mettere le sue conoscenze a disposizione sia dei medici che di quanti desiderano vedere, nella medicina estetica, un alleato per migliorare il proprio aspetto. Sono una donna che conosce bene le esigenze delle pazienti e vuole essere al loro fianco per fare scelte consapevoli. Credo che la resilienza, lo spirito di osservazione, la capacità di creare team – unitamente ad una buona dose di multitasking – saranno gli elementi che caratterizzeranno il mio approccio alla guida di Allergan Aesthetics».

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Guarda - Il Fatto Quotidiano

Abbiamo diverse buone notizie, tipo che lo smalto più venduto di Amazon costa meno di 5 euro..Lo smalto più venduto su Amazon costa meno di 5 €

Ma che bella la storia di Shiyin, l'influencer cinese che ha reso virale l'abito tradizionale #HanfuL'influencer cinese che ha reso virale lo Hanfu MadeInChina CosmoVillage

Katy Perry e Miranda Kerr, le amiche che non ti aspetti (per via di Orlando Bloom) - VanityFair.itL'ex moglie e la promessa sposa del divo in comune non hanno solo il padre dei loro figli ma anche un'amicizia speciale che non teme invidie e gelosie. Tanto che insieme hanno appena trascorso in palestra una giornata a base di yoga

Andrea di York, che per Sarah Ferguson è sempre il principe azzurro (nonostante gli scandali) - VanityFair.itLe ombre di pedofilia che hanno trascinato nel fango il terzogenita della regina non hanno scalfito di un millimetro la stima e l'affetto dell'ex moglie. Per lei Andrea - lo ha appena dichiarato a «People» - è «un uomo gentile» e «un papà favoloso»: «Qualsiasi sfida dovrà affontare, io sarò al suo fianco»

Possiamo essere amici? Le App di dating dimostrano che il sesso non è tutto nel post-pandemia - VanityFair.itLa pandemia ha cambiato l’approccio a molte cose, a partire dai rapporti tra le persone. Se in tema di nuove conoscenze, soprattutto online, prima l’approccio sessuale era il più gettonato, adesso l’esigenza primaria sembra essere quella di trovare nuovi amici

Lufthansa, Addio al saluto «Signore e signori benvenuti a bordo», addio al saluto che non è neutro - VanityFair.itLufthansa, compagnia aerea tedesca, ha deciso che cambierà il saluto di arrivo a bordo per renderlo più gender neutral. Difficile però trovare un'alternativa in tutte le lingue