Maurizio de Giovanni in edicola con il Corriere: «Il mio commissario nato per gioco»

«Il mio commissario nato per gioco». De Giovanni in edicola con il «Corriere»

30/07/2021 23.11.00

«Il mio commissario nato per gioco». De Giovanni in edicola con il «Corriere»

Fino al 6 agosto, insieme al quotidiano «La condanna del sangue», seconda uscita della serie dei gialli dello scrittore napoletano: è una avventura di Luigi Alfonso Ricciardi

Giallo, noir, mystery, poliziesco, spy story, thriller, commedia con delitto: a ognuno il suo Maurizio de Giovanni. Lo scrittore partenopeo è il Georges Simenon italiano: al pari dello scrittore belga, papà del commissario Maigret e autore di molti altri romanzi, anche de Giovanni si muove all’interno del filone del romanzo investigativo con personaggi seriali e soprattutto con una grande varietà di storie. Tra i contemporanei, è quello che meglio sa coniugare i vari generi e sottogeneri della letteratura. La collana che il «Corriere della Sera» gli dedica è un perfetto esempio di questa versatilità.

Matteo Renzi è il mandante del fallimento del ddl Zan in Senato Fedez, ospedali pieni per un virus respiratorio dei bambini - Salute & Benessere Ddl Zan, Luxuria: 'Vorrei conoscere le facce di chi ha votato a favore della 'tagliola', i nomi dei falsi alleati anche dentro al centrosinistra e al M5s' - Il Fatto Quotidiano

La copertina del libro di Maurizio de Giovanni «La condanna del sangue» in edicola con il «Corriere»Le ventisette uscite — la prima è stataIl senso del dolorela seconda,La condanna del sangueè ora in edicola — spaziano in cinque differenti mondi narrativi creati dall’autore e rappresentano un sostanzioso (e gustoso) assaggio della sua eclettica produzione.

Il primo mondo è l’Italia fascista degli anni Trenta del Novecentoin cui tra informatori del regime e criminali comuni si muove Luigi Alfonso Ricciardi, riservato commissario di polizia che opera a Napoli e che ha il dono-condanna disentirele voci di chi è stato ucciso o è morto di morte violenta. Ricciardi, molto amato dagli headtopics.com

aficionadosdello scrittore, è protagonista di dodici libri, tutti presenti nella collana: è stata la prima creatura letteraria di de Giovanni, nata un po’ per gioco un po’ per sfida dentro un racconto,I vivi e i morti, che vince un concorso di scrittura. Da lì in poi de Giovanni, fino ad allora dirigente di banca, intraprende il mestiere di scrivere e avvia con successo la carriera di romanziere. Il commissario è uscito di scena nel 2019. Tornerà? De Giovanni non ha chiuso la porta. «Un arco narrativo è finito — ha dichiarato al «Corriere» — ma non posso escludere che mi venga voglia di raccontare cosa sarà di Ricciardi dopo, magari negli anni Sessanta».

Il secondo orizzonte narrativo è quello delineato dai«Bastardi di Pizzofalcone», serie ambientata nella Napoli di oggi che ruota attorno a un gruppo di poliziotti del commissariato di Pizzofalcone, agenti tra i «peggiori» per carattere, temperamento, qualità personali, affidabilità — da cui il soprannome di

bastardi— ma eccezionali quanto a doti investigative, capacità di risolvere casi e spirito di squadra. De Giovanni, che da lettore ama la letteratura popolare, si è ispirato alla serie di Ed McBain dell’87º Distretto. La serie italiana prende avvio ufficialmente nel 2013, ma già nel 2012 i lettori fanno la conoscenza con uno dei personaggi chiave, l’ispettore Giuseppe Lojacono, protagonista de

Il metodo del coccodrilloI due successivi mondi letterari sonoincentrati (cosa rara per un autore maschio) su figure femminili: Sara Morozzi e Mina Settembre.«Per me Sara è una giustiziera»: così de Giovanni ha definitola sua prima protagonista di un romanzo. headtopics.com

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 28 Ottobre: Per Draghi quota 99: in pensione a 59 anni. Lui può - Il Fatto Quotidiano La corte Ue: Polonia non rispetta indipendenza dei magistrati. Dovrà pagare un milione al giorno di multa - Il Fatto Quotidiano Vogliamo Liliana Segre al Quirinale - Firma la petizione del Fatto Quotidiano - Il Fatto Quotidiano

Sara al tramonto,uscito nel 2018, racconta di una ex poliziotta che vorrebbe trascorrere una tranquilla vita da pensionata ma le cui doti fuori dal comune (sa leggere il linguaggio del corpo, sa essere invisibile e passare inosservata…) la rendono una risorsa troppo preziosa per essere lasciata a riposo a passeggiare al parco.

Con la serie di Sara, pure ambientata nella Napoli dei nostri giorni, prende vita un mondo alla John Le Carrè con storie di squadre speciali, misteri che mettono a rischio la sicurezza nazionale e investigatori con le loro fragilità.I Quartieri Spagnoli, zona storica di Napoli, groviglio di strade e intreccio

di vite e storie, sono invece il mondo che de Giovanni ha scelto per Mina Settembre, assistente sociale con un talento per mettersi nei guai e con una determinazione nel tirarsene fuori. Mina, al centro di gialli che virano volentieri verso la commedia sociale, è nata in forma di racconto nel 2013 e ha esordito con un romanzo tutto suo (

Dodici rose a Settembre) nel 2019.De Giovanni eccelle per versatilità ma anche per qualità. E il pubblico lo premia: ogni sua uscita è di fatto un bestseller. La sua indagine più recenteUna sirena a Settembre, con il personaggio di Mina, uscita a inizio luglio è entrata subito in classifica tra i titoli più venduti. Ad aumentare la popolarità e la familiarità con mondi e personaggi è anche il fatto che i romanzi di Ricciardi, dei Bastardi e di Mina Settembre sono tutti diventati serie tv di successo. headtopics.com

Nell’ampio orizzonte narrativo di de Giovanni c’è spazioanche per un quinto mondo: una Napoliunderground, esoterica e misteriosa. È il romanzo fantarchelogicoI guardiani, avventura per la quale l’autore si è rifatto alle opere di Peter Kolosimo e alla serie di culto

Ai confini della realtà: nei vicoli e nelle viscere della città si muovono un antropologo, con alcune strampalate teorie su portali che collegano periodi storici, una giornalista in cerca di verità e altri personaggi...A tenere uniti i diversi mondi dell’autore è la città di Napoli

Ddl Zan, il Senato blocca la legge per 23 voti. Il centrosinistra ne perde 16 più due astenuti: accuse ai renziani. Salvini:'Ripartiamo dal nostro testo' La Corte europea sanziona la Polonia: dovrà pagare 1 milione al giorno Messina, parlò da palco No Green pass: sospeso giudice Giorgianni

, sorta di basso continuo della narrativa di de Giovanni: «È Napoli che nutre i miei romanzi, anche quando non sembra» ha dichiarato l’autore al «Corriere».Alle serie vanno poi aggiunti racconti e romanzi singoli, comeIl concerto dei destini fragili

(Solferino), nato durante il lockdown; poi articoli e storie (usciti sul «Corriere» e su «la Lettura»). A conferma che il Simenon partenopeo è autore capace di raccontare, partendo dal genere giallo, le tinte, i toni, i colori e le sfumature della vita.

Un sesto senso speciale per il delitto nel rione SanitàLacondanna del sangue. La primavera del commissario Ricciardiè il secondo titolo della collana dedicata a Maurizio de Giovanni (Napoli, 1958), aperta daIl senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi

. Il volume è in edicola con il «Corriere» al prezzo di e 8,90 più il costo del quotidiano. Il romanzo è il secondo delle serie con il commissario Ricciardi: la storia è ambientata nel 1931 e il poliziotto, aiutato dal suo speciale sesto senso che gli permette di sentire le voci dei morti, indaga sull’omicidio di un’anziana nel rione Sanità. Uscito da Fandango Libri nel 2008, il titolo è stato ripubblicato, come tutta la serie del commissario, da Einaudi Stile libero: i primi quattro romanzi di Ricciardi rimandano ciascuno a una stagione. Se il primo dittico di uscite della collana racconta le avventure bestseller di Ricciardi, il secondo introduce, invece, a un’altra serie di successo, quella dei «Bastardi di Pizzofalcone»: ne

Il metodo del coccodrillo(6 agosto) fa la sua comparsa l’ispettore Giuseppe Lojacono, che sarà poi tra i protagonisti del romanzoI Bastardi di Pizzofalcone(13 agosto) e dei successivi titoli della serie; il personaggio nella versione televisiva ha il volto di Alessandro Gassmann. Nelle uscite del 20 e del 27 agosto tornano nell’ordine il commissario Ricciardi e il commissariato di Pizzofalcone, mentre il dittico di uscite che apre settembre vede protagoniste le eroine di de Giovanni: il 3 l’ex poliziotta Sara (con il libro

Sara al tramonto) e il 10 l’assistente sociale Mina (Dodici rose a Settembre). I romanzi, le cui copertine originali sono realizzate dallo studio XxY, escono a cadenza settimanale ogni venerdì fino a gennaio del prossimo anno.30 luglio 2021 (modifica il 30 luglio 2021 | 21:18)

Leggi di più: Corriere della Sera »

Covid, giudice dà torto a mamma no vax di Parma: figli ora vaccinati

Leggi su Sky TG24 l'articolo Covid, giudice dà torto a mamma no vax di Parma: sì al vaccino per i figli. VIDEO

Dopo le dichiarazioni contro Salerno può scrivere pure la Divina Commedia, ma con me ha chiuso. Eppure ero un suo fan. De Giovanni mi piaceva molto, ma non lo leggo più, quando sara' meno tifoso del Napoli e meno antijuventino ricomincero' a leggerlo

Chiara Effe prende il volo con le Mie Ali: il videoLeggi su Sky TG24 l'articolo Chiara Effe prende il volo con le Mie Ali: il video

Il richiamo del capo dello Stato Mattarella: «Fare il vaccino è un dovere morale e civico»Nel corso della cerimonia del Ventaglio, il presidente della Repubblica rivolge un appello forte e chiaro ai cittadini ancora restii al vaccino. E naturalmente anche a quelle forze politiche che sostengono i no vax

“Con la scusa del Covid, il Cremlino taglia fuori i candidati di Navalny” - Il Fatto QuotidianoOltre alla variante Delta che dilaga nella Federazione, c’è un’altra epidemia che il Cremlino vuole curare alla vigilia delle elezioni parlamentari del prossimo settembre: quella del dissenso. Da un lato all’altro del Paese, negli ultimi mesi, retate ripetute di arresti hanno fatto finire in manette oppositori e giornalisti, le cui testate indipendenti sono state vietate. … e fa' bene :)

Luca Bernardo, ovvero il pediatra con la pistola - Il Fatto QuotidianoConoscevamo molte facce del multi-sfaccettato Luca Bernardo, candidato sindaco del centrodestra a Milano. Conoscevamo il Luca Bernardo amico di Nicole Minetti, da lui chiamata a fare “l’angelo custode” della Casa pediatrica dell’ospedale Fatebenefratelli, quando l’infaticabile organizzatrice delle feste del bunga-bunga ad Arcore era già indagata per favoreggiamento della prostituzione. Conoscevamo il Luca Bernardo impegnatissimo a … marcotravaglio Scusi ma cosa ci sarebbe di male nell'avere una pistola? Francamente la mia preoccupazione che un pediatra sia armato è praticamente zero, rispetto a quella che un qualsiasi malvivente lo sia. Dubito che costui verrà a rapinarmi a casa o per strada Ma quindi c'è gente in giro con la pistola come se niente fosse? Anche Sileri ha porto d' armi e possiede una pistola, ha dichiarato che molti medici ricevono minacce. Mi chiedevo, avete fatto verifiche su chi va in giro con macerie o armi simili ?

Il Fatto di Domani del 29 Luglio 2021 - Il Fatto QuotidianoRIFORMA GIUSTIZIA: CONTE OTTIENE IL REGIME SPECIALE PER I REATI DI MAFIA. Dopo un braccio di ferro durato ore alla fine si è arrivati a un’intesa sulla riforma della giustizia, che ora ha il via libera del Movimento 5 Stelle. È stato superato anche l’ultimo scoglio che aveva bloccato le trattative durante la giornata, quello … Conte, il nulla, non ha strappato un bel niente… alcune norme su processi di mafia o fatti gravi hanno avuto sempre una via preferenziale per proseguire senza prescrizioni. È terminata una semplice sceneggiata senza finale. Non gli avrei dato nessuna risonanza mediatica. Per fortuna ci sono il leader in pectore e i 5S , gente seria a cui non interessa la poltrona . Loro strappano si ricordi della prescrizione che va annullata

Silvio Orlando Giffoni, tra il premio Truffaut e il mestiere d'attoreLeggi su Sky TG24 l'articolo Silvio Orlando protagonista a Giffoni, tra il premio Truffaut e il mestiere d'attore Attendiamo dichiarazione di prassi a favore dei vaccini.