Martina, morta con la sua bimba, era stata in una casa protetta

La pattinatrice, già madre di 3 figli, uccisa da un arresto cardiaco

17/03/2021 03.39.00

Martina, la pattinatrice incinta morta con la sua bimba: era stata in una casa protetta

La pattinatrice, già madre di 3 figli, uccisa da un arresto cardiaco

Martina è morta nella sua abitazione a Meranoin provincia di Bolzano. Un arresto cardiaco ha stroncato la sua giovane vita lasciando un vuoto ed un dolore incolmabile. La sera prima Martina aveva mandato i tre figli dai nonni per riposarsi un poco dalle fatiche del settimo mese di gravidanza. Aveva deciso di prendersi del tempo per sé stessa affidandosi all’aiuto dei genitori, Lorella e Paolo. Nella notte, tuttavia,

Hakimi verso il Chelsea, scelta la contropartita tecnica VIDEO. Lukaku commosso durante l'omaggio a Eriksen - Sky Sport Recovery: incontro Draghi-von der Leyen negli Studi di Cinecittà - Europa

ha iniziato a sentirsi male con un primo mancamento. Ha trovato la forza di afferrare il telefono e chiedere l’intervento dei sanitari al numero d’emergenza.L’inchiestaQuando i soccorritori sono arrivati davanti alla porta di casa sua, però, l’hanno trovata stesa a terra in condizioni molto critiche. Purtroppo Martina è spirata nel disperato

trasferimento in ambulanzaverso l’ospedale Tappeiner di Merano. I medici hanno anchetentato un parto cesareo di urgenzaper provare almeno a salvare la vita della piccola Ester, ma non c’è stato nulla da fare. La tempistica per salvare un feto dal decesso della madre è sempre molto ristretta e purtroppo la piccola non è sopravvissuta. La Procura della Repubblica di Bolzano, tramite i carabinieri della compagnia di Merano, ha deciso di avviare headtopics.com

una serie di accertamenti sul decessodella giovane mamma. Sul corpo è stata disposta l’autopsia per risalire all’esatta causa della morte che, secondo i primi riscontri medici, sarebbe legata adun arresto cardiaco. Si tratterebbe, comunque, di un procedimento quasi dovuto vista la giovane età della vittima.

SportivaMartina era molto conosciuta a Merano dove era nata il 2 ottobre del 1992. Il padre Paolo è da molti anni il referente meranese di Avis e molto attivo nell’associazionismo del territorio. E lei, in qualche modo, aveva seguito le orme paterne. Finito il liceo linguistico Carducci si era

laureata in scienze motorieall’Università di Urbino nel 2014 e aveva iniziato ad insegnare. La sua grande passione erail pattinaggio artisticoe con la società Ice Club aveva ottenuto diversi brillanti risultati sportivi. Il ghiaccio era diventata la sua seconda casa e aveva deciso di trasmettere questa passione a tante ragazze giovani partecipando ai corsi che venivano organizzati dall’Asm Bolzano.

Il compagno violentoTuttavia nella sua vita c’erano anche ombre. Soltanto pochi mesi fa Martina si era dovuta rifugiare insieme ai figlinel centro antiviolenza di Meranoper sfuggire al compagno violento che aveva anche denunciato. La «Casa delle Donne» le aveva dato tutto il supporto necessario in attesa che Martina si trasferisse nel nuovo appartamento. Quello dove l’altra notte si è sentita male. Come detto non ci sono indizi che possano far pensare all’ennesimo femminicidio. Tuttavia vista la giovane età e headtopics.com

Dopo Putin ora Biden vuole parlare con Xi - Mondo Eriksen operato a Copenaghen, impiantato il defibrillatore: sabato sarà dimesso - Tgcom24 Salvini da Draghi per parlare di stato di emergenza e mascherine

quei rapporti burrascosi con l’ex compagno, la Procura avvierà tutti gli accertamenti necessari. A cominciare proprio dall’autopsia che darà una prima indicazione sulla causa del decesso.16 marzo 2021 (modifica il 16 marzo 2021 | 23:42) Leggi di più: Corriere della Sera »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Addio a Nerina, la gatta guardiana del Colosseo: «Ci mancherai ogni giorno»Il felino viveva nell’anfiteatro, di cui era diventato la mascotte: gli è stata fatale una leucemia ♥️♥️♥️♥️♥️♥️♥️♥️🥰🥰🥰

Il murale di Jorit per Luana, mamma operaia morta sul lavoroLa giovane operaia morta nei giorni scorsi in un'azienda di Montemurlo è stata ricordata con un'opera realizzata dall'artista napoletano bellissimo! Bellissimo murales Meraviglioso, arte vera.

Dalle pelli al mattone la grande conversione in quattro generazioniL’attività iniziata con una conceria passa poi per la casa musicale Ricordi per arrivare all’immobiliare

Trapani, 18enne stuprata dal branco: quattro arresti - Tgcom24La ragazza ha denunciato di aver subìto gli abusi dopo essere stata attirata a una 'festa imboscata' in una casa di villeggiatura Maledetti Ci vuole una legge forte! Con cirogrillo si sta usando un approccio giornalistico... diverso..

Il 5 aprile debutta su Rai Uno la fiction con Vittoria Puccini girata anche a Verbania“La Fuggitiva” era stata girata a settembre sul Lago Maggiore