Marina Valcarenghi: «Ma dove è andata la passione?» - VanityFair.it

Viviamo in un mondo senza passione, ecco perché

29/12/2019 12.00.00

Viviamo in un mondo senza passione, ecco perché

Attivista politica, psicoterapeuta, saggista e giornalista, è ora anche autrice del nuovo libro «La passione necessaria». Così Marina Valcarenghi legge i tempi moderni, dove i social l numero di persone che vivono senza passione è in aumento esponenziale

fondatrice della rivista Re Nudocon il fratello Majid, responsabile della scuola di psicoterapia di Milano, consulente nelle carceri di Opera e Bollate, saggista e giallista.I suoi libri sono finestre aperte sulla psiche, con molta voglia di comprendere e spiegare, pochissima di giudicare, a meno che racconti degli adulti compratori di bambine nel Sud del mondo. L’amoralità – alfa privativo – non prevede presa in carico, ma solo denuncia dell’orrore.

Euro 2020, Danimarca-Finlandia finisce 0-1. Belgio-Russia 3-0 Rapina e violenta un'anziana: arrestato 26enne nel Comasco Droga a Torino, spacciatore arrestato per la quarta volta in un anno

L’ultimo titolo, uscito per, ha l’irrimediabilità dolorosa delle sentenze definitive:La passione necessaria. Come sempre, a ispirarla è la pratica psicanalitica quotidiana. «Il numero di persone che vivono senza passione è in aumento esponenziale

.In questi quarant’anni di psicanalisi, la passione è andata scemando, raggiungendo dei picchi veramente negativi. Oggi è desaparecida. Appartengo a una generazione vissuta di passioni e conoscenza: ho ancora davanti agli occhi Mario Capanna che fa il suo discorso in latino nell’aula di Strasburgo… Le passioni erano tante, dalle droghe al ’68, dall’obiezione di coscienza alla voglia di rivoluzione. Passione voleva dire non adattarsi all’esistente, animati dalla speranza e dalla gioia di vivere. Chiedevamo di vivere a mille, di provare tutto. headtopics.com

Oggi la domanda è diventata: a cosa mi serve? Cosa ci faccio? Non sono curiosi, non sentono la fibrillazione».Un approccio totalmente diverso: detto così, suona molto triste.«Soprattutto perché parliamo deigiovani, che scelgono l’università non in base ai loro sogni, ma alle esigenze di mercato

. Anchela legge dell’immagine è molto dominante. Non è solo tatuaggi, mode o immagine fisica, ma un modo di essere nel mondo. Essere giovani rampanti professionisti significa tirare coca, sbronzarsi al sabato sera, fare sesso da ubriachi. È lo stile di vita proposto dai media e dai social, dagli influencer. Oggi questo conta».

Un modello sociale che genera personalità a rischio.«Si chiamanoarmi di distrazione di massa. Nel ‘700, Luigi XIV voleva poter esercitare la monarchia assoluta, senza interferenze o ribellioni. E allora, per impedire alla piccola borghesia di appassionarsi alla cosa pubblica, ha fatto Versailles. Ha inventato delle mode costosissime, balli, cacce, abiti, intrighi amorosi…. Tutto quello che il film di Rossellini raccontò così bene. Mi piace pensare che l’abbia fatto con un proposito di denuncia sociale, che lo sapesse».

Acquisito il modello, non si fa altro che riproporlo a livello globale.«Certo. Il sistema è lo stesso: la convergenza di interessi dei grandi gruppi internazionali, ben decisi a far sì che i giovani non pensino a come cambiare il mondo, ma a come vestirsi. Anche quarant’anni fa ci si identificava anche attraverso gli abiti: ma gli eskimo e gli anfibi erano una necessità anti-freddo, partivano dal basso e non da un sistema che decideva cosa devi desiderare. Il guaio è che headtopics.com

Cts raccomanda Pfizer e Moderna per la seconda dose, Astrazeneca agli over 60 - Salute & Benessere Vaccini Covid, l'ematologo Mannucci: 'Malattia e ormoni? Non sono fattori di rischio aggiuntivi. Alla 18enne non andava dato Astrazeneca per età e sesso. Sì a immunizzare adolescenti con vaccini a Rna' - Il Fatto Quotidiano Il doppio livello di Matteo Salvini: il sostegno al premier e le accuse in stile No vax

i social non fanno pensare, propongono una non-realtà. Non voglio dire che sia tutto sbagliato.Ci sono aspetti negativi come gli influencer e positivi come le sardine. Sono andata alla manifestazione di Milano, 25.000 ombrelli contro l’odio sociale mi sono sembrati un bellissimo segnale».

La mancanza di passione si riflette anche nelle relazioni interpersonali?«Moltissimo.Nel sesso, il desiderio è imposto dal mercato. Dicono: “Per me il massimo è fare sesso davanti a un video porno”. Capisce? Meno faticoso. Ma questo comporta la standardizzazione dell’immaginario, la caduta dei sensi lenti: olfatto, tatto e gusto. Non tocchi, non annusi, non lecchi…

Non ci si innamora. Alla domanda-test: hai mai perso la testa? Un paziente ha risposto: “Sì, purtroppo. Mi sentivo un wurstel sulla graticola, non mi succederà mai più. Innamorarsi… queste sono le storie della mamma. Innamorarsi è un virus, non si mangia e non si dorme, bisogna evitare il contagio”. Sono reazioni che mi rattristano.

Leggi di più: Vanity Fair Italia »

Funivia Mottarone, Tadini al gip: “Messo forchettone altre volte”

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone-Stresa, Tadini al gip: “Messo forchettone anche altre volte”

Bus del futuro: in Svezia la fermata è riscaldata con luci contro la depressione - VanityFair.itNella cittadina dove la temperature scendono fino ai -40 gradi sotto lo zero, aspettare il pullman non è esattamente un piacere...

Dove andare, cosa fare e vedere nel 2020 secondo Lonely Planet - VanityFair.itAlla scoperta del dietro le quinte del Trono di Spade, della tomba di Tutankhamon a Giza o a bordo del futuristico Hyperloop a Dubai. Una selezione del meglio delle novità del 2020 per progettare il prossimo viaggio io spero nel 2020 di andare a fare qualche mese di volontariato in qualche nazione del mondo! Per adesso, solo sogni.

Perché Letizia di Spagna è un modello di eleganza over 40 - VanityFair.itSofisticata e fashionista, i suoi look sono sempre molto commentati e copiati (anche da Melania Trump). La regina di Spagna ispira chi ha superato gli «anta»

Il lato privato di Camilla Parker Bowles: è un talento ai fornelli - VanityFair.itLa duchessa è un'ottima cuoca e il suo cavallo di battaglia è «il pollo arrosto con burro e limone». L'ha rivelato il figlio Tom, eminente critico gastronomico che però in presenza della madre non può nemmeno sfiorare mestoli e padelle: «La cucina è il suo regno, anche a Natale. Se mi avvicino finisce che litighiamo»

Le 10 coppie di cui si è più parlato nel 2019 - VanityFair.itL'anno è ormai agli sgoccioli, ma, tra ritorni di fiamma e divorzi lampo, «scambi», triangoli e Pride, il gossip non si è fermato. E alcuni, tra i nuovi innamorati, hanno saputo muoverlo più degli altri. Scopri chi nella gallery

La sorella di George Michael, Melanie Panayiotou, morta a Natale come la popstar - VanityFair.itMelanie Panayiotou è scomparsa a 55 anni lo scorso 25 dicembre. Come per un triste scherzo del destino, lo stesso giorno in cui è morta la postar tre anni fa