Lombardia, pronti a vaccinare 400 mila lavoratori nelle aziende

Lombardia, pronti a vaccinare 400 mila lavoratori nelle aziende

10/03/2021 17.11.00

Lombardia, pronti a vaccinare 400 mila lavoratori nelle aziende

La Regione: «Non toglieremo la priorità a altre categorie, le imprese autonome nella somministrazione»

Pubblicato il10 Marzo 2021La Regione Lombardia ha approvato una delibera per consentire la vaccinazione dei lavoratori all’interno delle aziende: la somministrazione avverrà grazie ai medici di medicina generale che già lavorano come medici aziendali. Come spiegato dall’assessore allo Sviluppo Economico Guido Guidesi, «la delibera non va né a modificare il piano vaccinale nazionale né modifica le priorità di vaccinazione dei cittadini lombardi»: riguarderà circa 400 mila dipendenti delle aziende lombarde a cui la somministrazione di vaccini anti covid, come ha spiegato la vicepresidente Letizia Moratti, inizierà «in concomitanza della campagna vaccinale di massa». Per la quale ancora non c’è una data.

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Primarie a Roma e Bologna, Letta e il Pd: «Grande affluenza, una festa della democrazia» Compie un anno Richard, il bimbo più prematuro di sempre: «Gli davano zero possibilità»

***Iscriviti alla Newsletter Speciale coronavirus«Oggi Confindustria Lombardia apre le porte delle fabbriche. Questo risultato è frutto della concretezza delle persone che ci hanno lavorato. Vogliamo rilanciare questa Regione e riportarla al ruolo che merita», ha detto il presidente di Confindustria Lombardia, Marco Bonometti. La delibera infatti è frutto della partecipazione al tavolo anche di parti sociali come Confindustria, Confapi e i sindacati. Che però ieri in un comunicato stampa hanno espresso «fermo disappunto per il metodo e il merito: Stante l'idea che detto piano vaccinale specifico per le aziende sarebbe da intendersi come iniziativa di profilassi per esigenze di sanità pubblica, non si comprende – avevano detto i segretari generali regionali di Cgil, Cisl e Uil, in una lettera indirizzata a Fontana, Moratti e Guidesi – come esso possa inserirsi nel quadro di un passaggio del piano vaccini alla fase massiva che il governo e la stessa Regione Lombardia si preparano ad organizzare». Moratti ha invece ribadito il coinvolgimento dei sindacati nella preparazione della delibera.

Per Bonometti, tuttavia, la delibera regionale consente di «vaccinare tra le 300mila e le 400mila persone, abbiamo dato la disponibilità ad eseguire 150 mila vaccinazioni a settimana. Se potremo vaccinare anche i familiari, i numeri potrebbero essere ancora più importanti». E ha ribadito quanto detto in questi mesi, ovvero che «le fabbriche sono il luogo in cui il contagio è più contenuto». headtopics.com

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

Non sono riusciti a fare un cazzo negli ultimi 12 mesi ed ora ci sorprenderanno con un colpo di coda... La locomotiva d'Italia ha messo la retromarcia e non se ne è ancora resa conto... “Ristori? Con Draghi non cambia niente, ma ora tv e giornali non ci chiamano più”. Ora i malumori dei ristoratori restano inascoltati. Dal Fatto Quotidiano.

Ok ma quando iniziate ? La data la conoscete ? Nei sogni! Ma vattene a dormire ke meglio...tu ti sei vaccinato...è tagliati si capelli...ka sembri na capra... Il pd non c'è Ottima idea poi kavoreranno in smart working Proclami sempre proclami corriere skytg24 FontanaPres milanotoday Agenzia_Ansa rainews Un'inaccettabile ingiustizia privilegiare chi lavora rispetto ai Pensionati, più a rischio Morte in quanto più anziani. Il Governo deve intervenire e bloccare la Lombardia a tutela della Vita dei Cittadini.

Pronti a tutto, salvo che vaccinare ultra settantenni MALATI CRONICI