Libia, Luigi Di Maio

Libia, Conferenza di Berlino al via L’attacco di Serraj: «Gli europei sono arrivati tardi e divisi»

Libia, Conferenza di Berlino al via Obiettivo: cessate il fuoco duraturo

19/01/2020 12.32.00
Libia, Luigi Di Maio, Porto, Conferenza İnternazionale, Khalifa Haftar, Esercito, Tripoli

Libia , Conferenza di Berlino al via Obiettivo: cessate il fuoco duraturo

Le Incontro tra i ministri degli Esteri di Italia ed Egitto, Luigi Di Maio e Sameh Shoukry

EmailSi apre oggi dopo settimane di attese e rinvii la Conferenza internazionale sulla crisi libica in programma a Berlino sotto l’egida delle Nazioni Unite. La priorità è arrivare a un cessate il fuoco duraturo dopo la tregua temporanea in vigore a Tripoli da domenica 12 gennaio grazie all’appello lanciato da Russia e Turchia. Non è ancora chiaro se verrà discusso anche l’invio in Libia di un contingente di pace dell’Unione europea, con una consistente presenza militare italiana.

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Giustizia, l'attacco di Marta Cartabia: “Crisi di credibilità e fiducia, ci vorrebbero tanti Livatino” Euro 2020: Italia-Galles 1-0, azzurri primi nel girone A. LIVE

Intanto le forze del generale Khalifa Haftar, comandante dell’Esercito nazionale libico (Lna) che dal 4 aprile scorso assedia Tripoli, hanno bloccato i porti della Libia centrale e orientale,dimezzando la produzione di greggio (pari a circa 1,3 milioni di barili al giorno) della paese membro dell’Opec. Ciononostante, la conferenza si terrà ad un livello davvero altissimo. La lista ufficiale delle partecipazioni è ancora «top secret», ma per il momento è possibile tracciare un bilancio parziale delle presenze e delle assenze. A fare gli onori di casa e ad aprire i lavori alle ore 14 sarà ovviamente la cancelliera Angela Merkel, coadiuvata dal ministro degli Affari esteri della Germania, Heiko Maas, rientrato pochi giorni fa da una vista «lampo» a Bengasi per incontrare il generale Haftar. L’uomo forte della Cirenaica sarebbe arrivato stamane a Berlino, mentre non e’ ancora chiaro se ci sarà Fayez al Sarraj, il premier del Governo di accordo nazionale (Gna) con sede a Tripoli riconosciuto dalle Nazioni Unite. Stamani incontro tra i ministri degli Esteri di Italia ed Egitto, Luigi Di Maio e Sameh Shoukry. Poco prima, il capo della diplomazia italiana ha avuto un colloquio bilaterale con l’omologo della Turchia, Mevlut Cavusoglu.

19 gennaio 2020 (modifica il 19 gennaio 2020 | 10:25) Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

A Berlino si cerca una via politica per la pace in LibiaI protagonisti libici e internazionali, come la Turchia e gli Emirati Arabi Uniti, stanno accelerando verso una nuova fase del conflitto. Le prossime mosse del generale Khalifa Haftar saranno decisive. Leggi

Libia, Haftar ferma l'export del petrolio alla vigilia della Conferenza di Berlino. L'Onu: 'Ci saranno conseguenze devastanti per il Paese' - Il Fatto QuotidianoStop all’export di petrolio da tutti i terminal e i porti della Libia centrale e orientale. Alla vigilia della conferenza di Berlino, alla quale parteciperanno sia Fayez al-Serraj che Khalifa Haftar , quest’ultimo ha ordinato, attraverso i suoi uomini all’interno del National Oil Corporation, la compagnia petrolifera statale libica, di fermare le esportazione. Secondo una fonte … I lupi mannari del petrolio tutti con la bava alla bocca!!!🤦

Libia, Serraj e Haftar vanno a Berlino. Ma il generale chiude i terminal del petrolio Libia , Serraj e Haftar vanno a Berlino. Ma il generale chiude i terminal del petrolio [aggiornamento delle 11:46] E ti credo che insieme non fanno democrazia se si fanno prendere in giro da chi non l'ha mai applicata nel suo paese. Dare inizio ad un parlamento in Libia è spartirsi compiti e risorse. L'Europa dei tedeschi non sparte ma presta per chiederti gli interessi.

Libia, Al Sarraj chiede una forza di protezione internazionale - Tgcom24Il premier libico chiede alla comunità internazionale di intervenire se il generale Haftar non dovesse porre fine all'offensiva Quanti ne mandati sui barconi? Quanti ne poteva arruolare di quelli senza chiedere aiuto agli altri?

Libia, la pace lontanaOggi a Berlino la conferenza di pace per la Libia . Sarraj e Haftar sono entrambi arrivati ieri nella capitale tedesca. 'Se il generale non pone fine alle ostilità serve una forza internazionale', afferma il premier libico al quotidiano Die Welt. Arrivato a Berlino in nottata anche Di Maio, che prima del vertice vedrà il suo omologo turco Cavusoglu. Previsto in tarda mattinata invece l'arrivo di Conte, che vedrà anche Guterres Andyphone Speriamo il bibitaro abbia fatto la spesa dei drink giusta. Altrimenti lo cazziano Ma perché quei due per parlarsi devono volare da una capitale all'altra dall'Europa? Se vogliono davvero accordarsi basta che vadano prima a Tripoli e poi a Bengasi, oppure che si incontrino nel deserto e la facciano finita! Di Maio curerà il servizio bibite

Libia. Erdogan: addestreremo truppe libiche. Salamé: basta invio armi. Serraj forse non va a Berlino