Letizia Di Spagna

Letizia di Spagna e l'abito low cost indossato tre volte in otto mesi (ma con accessori diversi) - iO Donna

Letizia di Spagna e l'abito low cost indossato tre volte in otto mesi (ma con accessori diversi)

08/07/2019 17.17.00
Letizia Di Spagna

Letizia di Spagna e l'abito low cost indossato tre volte in otto mesi (ma con accessori diversi)

Sembra che la regina sia particolarmente affezionata a un vestito dai disegni orientali. Lo ha portato in più occasioni ufficiali. Per rivitalizzarlo ha scelto ogni volta accessori differenti. Nell'ultimo look ha optato per pochette e tacchi color fucsia già esibiti a Washington con Melania Trump. Insomma: una vera regina... del riciclo. Soprattutto: una lezione di stile 'reale'

Che Letizia di Spagna, 46 anni, fosse anche una “regina” del riciclo lo sapevamo già. Che amasse mescolare couture e low cost pure. Adesso scopriamo che Doña Letizia ama così tanto giocare con la moda che è arrivata addirittura a indossare lo stesso abito low cost ben tre volte in otto mesi. Con una variante: ha abbinato ogni volta accessori diversi, a loro volta “riciclati” in altre occasioni. Una lezione di stile davvero “reale” e impareggiabile. Come dire: per essere eleganti non è necessario acquistare ogni volta capi nuovi (come fa la

Etna, nuova eruzione: la sera illuminata dalle fontane di lava «Se si può andare al ristorante, si può tornare in ufficio»: perché le parole del Ceo di Morgan Stanley sono solo la punta dell'iceberg Scontro Orban-Ue: il premier ungherese vuole depotenziare la plenaria di Strasburgo

), basta invece saperli rivitalizzare con scarpe e borse diverse.Un abito da 96 euroL’abito in questione è una creazione da 96 euro di Asos Design, lo stesso marchio che ha amato molto anche Michelle Obama. Il vestito dalla collezione invernale 2019 è a corolla, rosa pallido, con applicazioni dal mood orientale: grappoli di giori e uccellini. La regina spagnola lo ha indossato la prima volta nel novembre 2018 in occasione della visita di Stato in Spagna del presidente

completando il look con una pochette e un paio di décolletées a punta color cipria Magrit. Lo scorso 7 maggio lo ha portato di nuovo a Zaragoza, in Spagna, per ilWorld Red Cross Day.Identici gli accessori, diversa l’acconciatura: ha optato per i capelli sciolti. La terza volta dell’abito low cost è stata a Madrid qualche giorno fa durante un convegno dell’Aecc, per la settimana della lotta al cancro. Questa volta ha scelto una pochette e décolletées rosa fucsia del brand Magrit. L’aspetto curioso è che questi accessori li aveva esibiti (con un tubino dello stesso colore Michael Kors) anche headtopics.com

La regina di Spagna al World Red Cross Day nel maggio scorso a Zaragoza, in Spagna. (Photo by Carlos Alvarez/Getty Images)Low cost e ricicloStile, classe e femminilità. La regina spagnola punta su look decisi e bon ton con graffi rock.I suoi assi sono il tacco 12, il riciclo e il rosso,

il suo colore preferito. Il segreto del suo stile sta, però, soprattutto nella combinazione degli accessori. Merito anche della sua stylist, Eva Fernandez, 35 anni, ex collaboratrice di un mensile di moda. Grazie a lei, infatti, Letizia di Spagna ha iniziato a mixare abiti low cost con marchi internazionali per un risultato molto più glam e moderno. Tanto che i giornali spagnoli definiscono questo mix & match una “high street style diplomacy”. Nel luglio 2017, durante la visita di Stato a Londra, la regina spagnola aveva optato per una gonna color cipria di un altro colosso low cost. Lo scorso gennaio, invece,

aveva fatto notizia la scelta di un capo Zara da 39,95indossato alla consegna delle borse di studio della Fondazione Iberdrola. Letizia di Spagna ricorda Kate Middleton, un’altra reale europea che non fa mistero delle sue scelte low cost, proprio ultimamente la duchessa di Cambridge ha portato orecchini a tema floreale Accessorize da “appena” otto euro. Nella classifica delle royal con le

origerata nei consumi, ma sicuramente accorta nei look.Leggi anche Leggi di più: IO donna »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Serie A, niente calendario asimmetrico. E si studiano Francia e SpagnaSi farà uno studio sull’impatto della novità in vista della stagione 2020/21, ma per l’anno prossimo si resta col tradizionale metodo “a specchio”, senza rimescolamento dell’ordine dei turni e di partite all’interno del turno, come avverrà in Liga e Ligue1 A proposito di cose asimmetriche

Blitz di Giuntoli a Madrid: e parte lo sprint per portare James a NapoliIl d.s. azzurro vola in Spagna per l'accelerata definitiva alla trattativa dell'estate del club di De Laurentiis. Ok alla richiesta Real di 42 milioni di euro, si attende la risposta definitiva di Perez

L'estate dei royal baby. Ecco dove e come la trascorreranno - VanityFair.itC'è chi frequenta sempre gli stessi castelli e chi preferisce la casa la mare. Alcuni sono facili da avvistare in vacanza, come Leonor e Sofia di Spagna, altri, come i baby Cambridge, amano giocare a nascondino con i fotografi. Almeno d'estate, viva la privacy

Sassari vuole riunire i Gentile: Ale e Stefano alla corte del Poz?Alessandro è in Spagna senza squadra, la Dinamo ci prova. Il coach è il valore aggiunto. I due fratelli hanno giocato già insieme a Bologna

Tennis, Katarina Zavatska è la regina delKatarina Zavatska è la regina del Sella Open. La diciannovenne ucraina si è imposta nettamente con il punteggio di 6-1, 6-3 su Maiar Sherif nell’atto conclusivo dell’Itf W25 organizzato da Cosimo Napolitano sui campi Biella Tennis Academy di via Liguria. Inizia in salita la partita dell’egiziana, che perde la battuta in apertura, complici due errori gratuiti. Nelle sfide precedenti Sherif aveva denotato una buona propensione al gioco al volo e anche contro la quotata rivale (che con i 50 punti incamerati salirà al numero 174 del ranking Wta) cerca di prendere la rete. È quasi una necessità la sua, perché nello scambio da fondo campo va in difficoltà, non reggendo il ritmo dell’ucraina. Poco sorretta dalla prima di servizio la giocatrice del Cairo, che ha affinato il suo tennis in California e ora si allena in Spagna, ad Alicante, cede per la seconda volta la battuta e si ritrova sotto 3-0. Il caldo non aiuta le due contendenti e malgrado Zavatska ci metta un po’ del suo con qualche passaggio a vuoto, la prima frazione scivola via in 38 minuti: 6-1 lo score. Negli ultimi due match Sharif è partita perdendo il set d’apertura ed è poi riuscita a recuperare, sprecando così tante energie. Ma in finale spinge, sbatte la diciannovenne di Lutsk, che vive e si allena a Cannes, da una parte all’altra costringendola a fare il tergicristallo, però alla fine si trova in riserva e paga dazio (3-1). Ma gli appassionati che in settimana hanno seguito le sue gesta hanno capito che, oltre a buone doti tecniche, Maiar ha un cuore grande e non cede mai, fino all’ultimo 15. Così torna in parità a quota tre, ma è il canto del cigno e da lì non si sposterà più. «In effetti nelle due ultime partite avevo speso molte energie, ma Katarina ha giocato molto bene – dirà a fine partita Sherif -. Io sono contenta: se continuerò a lavorare con questa attitudine potrò togliermi delle belle soddisfazioni». Intanto con questi 30 punti arriverà al numero 422. Abituata a giocare in palcoscenici superio

Anna Netrebko e Yusif Eyvazov: Viviamo d'arte, ma soprattutto d'amore - iO DonnaIn scena impersonano gli eroi tragici del melodramma, ma la vita del soprano e del tenore russi è un inno alla gioia. E, mentre stanno facendo il tutto esaurito all’Arena di Verona, raccontano a iO Donna i loro segreti. Dal quando lui pensò: “È pazza” e lei reagì da tigre...