“Le mie note per dimenticare il virus”: a 84 anni la pianista ritorna sul palco

“Le mie note per dimenticare il virus”: a 84 anni la pianista ritorna sul palco

14/10/2020 11.25.00

“Le mie note per dimenticare il virus”: a 84 anni la pianista ritorna sul palco

Laura Brunetta non si esibiva dal 2005: ieri un concerto per ringraziare i volontari che l’hanno aiutata durante il lockdown

9:10TORINO. Le dita scivolano veloci sui tasti del pianoforte, la marcia turca di Mozart inonda di energia la sala. Le mascherine nascondono le espressioni del pubblico, ma lo stupore è raccontato dagli sguardi. Sullo sgabello è seduta Laura Brunetta, 84 anni. Davanti alla tastiera sembra una ragazzina: suona con trasporto e sorride inclinando la testa a ritmo. Tra le persone che avevano chiesto aiuto alle associazioni di volontariato, durante il lockdown, c’era anche lei. «Qualche volta le abbiamo portato la spesa a casa perché non se la sentiva di uscire», racconta Maria Paola Tripoli, fondatrice dell’associazione “Servizio emergenza anziani”, che da 35 anni aiuta le persone sole e in difficoltà. Durante una di quelle visite ha notato il pianoforte nel salotto di Laura: quel giorno è nata l’idea di “Le note non hanno età”, il concerto che si è tenuto ieri nel teatro dell’Educatorio della Provvidenza.

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Primarie a Roma e Bologna, Letta e il Pd: «Grande affluenza, una festa della democrazia» Ponte Genova: intitolata a vittime passerella sul Polcevera - Liguria

Non solo un modo, da parte della signora Brunetta, per ringraziare i volontari. «È anche un tentativo per trovare un po’ di conforto nella musica in un periodo complicato come questo», dice la pianista, collana di perle al collo e in impeccabile abito da sera nero. «Sono anche andata dal parrucchiere per la piega», confida con un sorris

o.Il rifugio della musicaNei mesi più bui della pandemia, Laura non ha mai smesso di suonare. «Il pianoforte era il mio rifugio dopo tutte le brutte notizie che ascoltavo in televisione o leggevo sui giornali – racconta –. Immagini come quelle delle bare sui camion militari di Bergamo non potrò mai dimenticarle». Quando suona Schubert e Debussy, l’energia delle note sembra proprio voler scacciare i numeri dei bollettini quotidiani sui contagi e spazzare via i momenti più drammatici della pandemia, auspicando che la seconda ondata si trasformi presto in un ricordo. Quando poi esegue “Al chiaro di luna” di Beethoven, alcuni occhi diventano lucidi: difficile restare insensibili a un’interpretazione così intensa. headtopics.com

"Ho ripreso a suonare in pubblico a 84 anni, dopo una pausa di quindici..."Tra adagi e walzerOgni mattina la routine della signora Brunetta prevede tre ore di scale musicali ed esercizi vari; nel pomeriggio si aggiungono altre tre oredi adagi, sonate e walzer. È il frutto di dedizione e disciplina, che ha trasmesso ai suoi studenti in quasi quarant’anni di insegnamento al conservatorio di Torino. «È la musica a tenerla viva: non ha quasi nessun acciacco – dice il figlio Edoardo, 42 anni – Quando suona, ringiovanisce di colpo: senza il suo pianoforte sarebbe perduta».

Quella di Laura è stata una vita avventurosa, segnata dalla musica e dall’arte.Dopo il diploma al conservatorio si trasferisce negli Stati Uniti per un perfezionamento di due anni. Poi gira il mondo suonando il pianoforte prima di conoscere il marito, un flautista e pittore statunitense. «La loro storia d’amore è iniziata con un carteggio durato quasi dieci anni – racconta il figlio – Una volta insieme avrebbero voluto girare il mondo, poi sono arrivato io a rovinare i loro piani», sorride Edoard

oTerza età e talentoDa 15 anni Laura Brunetta non sul palco per un concerto al pianoforte. A convincerla è stata la signora Tripoli, che adesso spera di riuscire a ripetere l’esperimento di “Le note non hanno età”. «Tra le persone della terza età – spiega – ci sono alcuni che possono ancora sorprendere con i loro talenti: noi vogliamo scoprirli e farli emergere

».Nella sua carriera la signora Brunetta ha suonato in tutto il mondo, ma l’emozione di salire sul palco è ancora forte: «Nonostante la mia età ho paura di fare errori. Suonare davanti a un pubblico è sempre una grandissima responsabilità», aveva confidato prima dell’inizio del concerto, chiuso sulle note di Chopin. Alla fine, dopo poco più di un’ora di musica, nessuna sbavatura. Soltanto applausi. headtopics.com

Compie un anno Richard, il bimbo più prematuro di sempre: «Gli davano zero possibilità» In Edicola sul Fatto Quotidiano del 21 Giugno: Fico: “Ora il salario minimo e nuovo alt ai licenziamenti” - Il Fatto Quotidiano Giustizia, l'attacco di Marta Cartabia: “Crisi di credibilità e fiducia, ci vorrebbero tanti Livatino” Leggi di più: La Stampa »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Allarme contagi, le regioni: chiudiamo le scuole superiori, solo didattica a distanzaLa proposta fatta dal presidente della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini: troppi rischi per i trasporti. Ma Azzolina: non se ne parla. La scelta di Conte E la didattica e l'istruzione vanno in secondo piano? Le scuole sono uno dei luoghi più controllati, al contrario di parchi e giardini dove nel pomeriggio si assembrano i ragazzi, cosa che farebbero di pomeriggio, anche dopo essere stati al computer di mattina. Ma se poi li vedo sotto casa a passarsi le canne? Ma a che cosa serve? Basta dad, parlo da frequentante di una scuola alberghiera,quindi professionale. Per noi le ( ormai poche ) ore di laboratorio sono comunque importanti per imparare, come facciamo da casa? Basta torniamo alla normalità. Con una prudenza discreta e non invasiva come quella adesso.

Le relazioni difettose – Le app di incontri e l'amore immaginario - iO DonnaInviate le vostre storie di relazioni difettose, complicate, attorcigliate, tormentate o semplicemente “incasinate” a ultravioletiodonna.it (e avrete le risposte)

L’Oms dice no all’immunità di gregge e le altre notizie sul virusSe in Africa l’infezione circolasse liberamente sarebbero più di 800 milioni i contagiati, si aggrava la violenza di genere in Bolivia, stimolo economico in India per contrastare le conseguenze del virus: l’attualità sulla pandemia. Leggi

Alessia Marcuzzi salta la conduzione de Le Iene: «Sono leggermente positiva al Covid»La conduttrice è intervenuta in collegamento a Le Iene: non ha potuto essere in studio perché ha fatto il tampone ed è risultata positiva Io leggermente in sovrappeso. io mi sono leggermente rotto il cazzo Tipo leggermente incinta

Folco Orselli: «Guardiamo le periferie con occhi d’incontro»Il cantautore a Civil Week Lab racconta il progetto di riscatto dei «quartieri difficili» con la musica. Da Baggio alla Barona, l’artista suona con i giovani nelle «loro» strade. E il viaggio è diventato un film

Milano accoglie le Park towersL’intervento riguarda tre edifici, di cui due torri da 22 e 15 piani, affacciati sul Parco Lambro. Li ha disegnati Asti architetti e le sviluppa Bluestone Bellissimi , altissimi , carissimi.