Le fragole di Sofia e l’assunzione di sei baristi (in agricoltura)

Sofia e le fragole: a 22 anni ha assunto sei baristi rimasti disoccupati a causa del virus

24/05/2020 14.41.00

Sofia e le fragole: a 22 anni ha assunto sei baristi rimasti disoccupati a causa del virus

Ha 22 anni è una giovane imprenditrice agricola con il pallino dell’innovazione. Ha preso con sé nella terra dei giovani disoccupati che lavoravano nella ristorazione

EmailComincia a lavorare con la luce del mattino quando è appena abbozzata, finisce la sera molto tardi nelle celle degli imballaggi. Sofia Michieli è un’imprenditrice agricola di ventidue anni che abita in campagna, in provincia di Rovigo, vicino al fiume Po. Una giovane donna che vive la terra come un assoluto romantico. Nella sua azienda che produce fragole ha introdotto una tecnologia d’avanguardia che le ha fatto vincere un premio Smau. Di recente ha richiamato l’attenzione (mediatica) per un motivo più sociale. Che in altri tempi non avrebbe fatto notizia. Ha assunto sei baristi rimasti senza occupazione, Causa covid.

Calhanoglu, c'è l'offerta dell'Atletico Madrid G7, Draghi: 'Cina è autocrazia che non aderisce alle regole multilaterali, non condivide la stessa visione del mondo delle democrazie' - Il Fatto Quotidiano Sparatoria Ardea, morto suicida il killer che si era barricato in casa - Tgcom24

La perdita del lavoro spinge molti lavoratori a cercare impiego nella terra. Una sorta di ritorno all’agricoltura di chi si è trovato all’improvviso sprovvisto del proprio sé cittadino. Il fenomeno ha messo radici. Si allarga. Nelle settimane scorse Confagricoltura ha lanciato un appello ai propri iscritti invitandoli ad assumere. Moltissimi, fanno sapere, sono i curriculum ricevuti. E molte le assunzioni. Lo stesso è accaduto a Coldiretti. I dirigenti sono felici di questo inaspettato interesse per zolle e ortaggi. I baristi assunti, il racconto di Sofia. «Non credo di aver fatto niente di ché. Questo è il periodo della raccolta. Nel momento di massimo bisogno ho trovato la disponibilità di persone disoccupate che lavoravano nella ristorazione. Ho ricevuto molte richieste, purtroppo non potevo prenderne di più».

L’imprenditrice Sofia è nata in una fattoria con il maialino e le caprette. Io suoi genitori coltivano la terra da sempre, producono cereali. All’istituto agrario ha conosciuto uno studente e lo ha amato immediatamente. L’amore è nato tra interminabili discussioni sull’agricoltura, sui metodi di coltivazioni. La terra. La vive in modo totale. «ll faut coltiver le nostre jardin» ha scritto Voltaire nella parte conclusiva del Candide. Lei ha scelto di coltivare le fragole. Argomenta: «Mangio, vivo e respiro, per vedere germogliare ciò che ho creato». Cerca l’ideale. Si è posta il dilemma: meglio una fragola bella ma senza un gran sapore o una meno appariscente ma saporita? «La risposta è nell’equilibrio, un principio essenziale in natura. Vivo la terra come passione ma sono razionale: i miei genitori pensavano di diversificare la coltivazione. La decisione di coltivare fragole l’ho presa solo dopo un’analisi costi benefici e di mercato». Ritorna sui baristi assunti. «Non credo di aver fatto niente di ché. C’è stato il passaparola tra quelli che lavoravano già con me e i loro amici. Avevo bisogno di stagionali». headtopics.com

Crespino, provincia di Rovigo, storia di agricoltori, odore di terra. Sofia ha la laurea triennale. Studia ancora per arrivare a quella di cinque anni. È nata tra gli animali domestici. Voleva diventare veterinaria. Poi però ha scelto l’agronomia. Sentenzia: «Più affascinante». Coltiva 55 mila piante in serra, ognuna dà frutto a 750 grammi di fragole. Crede nella lotta integrata, in quella agli insetti ma senza utilizzare sostanza nocive. «L’azienda coincide con la famiglia. I miei genitori, mia sorella, mio cognato. I tre nipotini giocano solo con piccoli trattori. Lavoro duro. Non è facile avere la fragola bellissima e buonissima». Cominci a lavorare la mattina all’alba e finisce la sera tardi, nelle celle degli imballaggi. «Nei periodi tranquilli controllo la serra e ho piu tempo per studiare. L’ottanta per cento della mia vita è nella terra». Ci pensa un po’ su. Dice: «Facciamo il novanta».

24 maggio 2020 (modifica il 24 maggio 2020 | 13:26) Leggi di più: Corriere della Sera »

G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri

Leggi su Sky TG24 l'articolo G7, un miliardo di dosi di vaccino saranno donate ai Paesi poveri: la metà dagli Usa

Fragole mai così convenienti, abbondano le ciliegie e rincarano le zucchineSu queste righe abbiamo già ampiamente citato le fragole nelle settimane scorse. L’anticipo di stagione, le primizie del Sud, il loro «risalire» – nella maturazione – lungo la Penisola. Ora siamo arrivati alle pendici delle Alpi e dunque possiamo dire che le fragole sono il prodotto di questo sabato. Mai così convenienti, in grande quantità, e con il caldo anche qualità, soprattutto al Sud – per esempio in Basilicata, specializzata in questa produzione – dove le temperature hanno già raggiungo quasi quaranta gradi centigradi. Una vaschetta da 250 grammi vi costerà meno di un euro, anche settanta centesimi, una da mezzo chilo un euro e mezzo. C’è l’occasione per cimentarsi in qualche preparazione di confetture e conserve, oppure nel tentare la strada della pasticceria casalinga, per chi se la sente. Buoni profumi per tutte le varietà italiane, dolcezza e succosità garantite. Non possiamo esimerci dal segnalare due Presìdi Slow Food dedicati alle fragole, per cui, se non siete troppo lontani dalle zone di produzione, vi invitiamo a contattare i produttori per un acquisto, in ottica di goduria personale e di sostegno ai produttori in difficoltà per la questione Covid-19. Le fragole di Tortona in Piemonte e le fragoline di Sciacca e Ribera in Sicilia sono due tipi di frutto eccezionali, sarà come mangiare delle fragole all’ennesima potenza. Sono entrambe molto delicate e velocemente deperibili, per cui vanno raccolte, vendute e consumate in fretta. I produttori che troverete sul sito della Fondazione Slow Food per la biodiversità alla voce Presìdi sicuramente non spediranno dalla Sicilia al Nord Italia, e viceversa per Tortona, ma se ne avete l’opportunità geografica non perdetela, ci ringrazierete per aver provato qualcosa di unico. Per quanto riguarda gli altri prodotti, hanno – come già anticipato la settimana scorsa – iniziato a essere raccolte di buon buzzo le ciliegie. Siamo all’inizio e costeranno più care del normale, ma gli appassionati di questo frutto possono Io sono globalista mangio solo fragole raccolte dai 'bimbi di bellanova' Ma mi sa che non ne esistono Io faccio il Tiramisù alle fragole

Il messaggio di Davide che ha commosso il Niguarda: «Ho raccolto 18 euro per voi»Il messaggio dell’aspirante musicista di sei anni è stato condiviso sui social da medici e infermieri dell’Ospedale Niguarda Un esempio per tutti!!Bravo Davide!! Grazie Davide da tutto Niguarda! Un piccolo musicista dal grande cuore ♥️🙏

Così Macron ha convinto Merkel a fare debito comune per salvare l’EuropaStavolta è stato il presidente francese a fare la differenza premendo sulla Germania affinché nel budget pluriennale Ue vi fossero una componente importante di debito comune e trasferimenti a fondo perduto verso i Paesi più colpiti dal Covid-19

Thea Scognamiglio, la dottoressa del Covid Hotel: «Stare tra i profughi mi ha aiutato»Scognamiglio è il medico igienista che coordina il team Ats al Michelangelo di Milano, primo in Europa ad aprirsi alle persone in quarantena. È nipote di Susanna Agnelli Vorrei essere pagata anche io per scrivere scemenze! Posso mandarvi il curriculum? 😂😂😂 Quanto la pagate per dire ste cazzate? Che carta straccia che siete diventati! Ah...profughi veri...non nostri clandestini. C’è da specificare bene.

Fila, l’azienda che ha colorato l’Italia compie 100 anniHa riempito gli astucci dei bambini di ieri e di oggi, è entrata in milioni di case e uffici con 25 marchi iconici, da Giotto a Tratto, da Didò a Pongo

Ancelotti: 'Zidane mi ha fatto cambiare idee'Leggi su Sky Sport l'articolo Ancelotti: 'Zidane mi ha fatto cambiare idea di gioco. In Premier atmosfera unica'