Tempesta, Tavolo, Grecia, Chris Parasil, Ristorante, Turista, Travolgere

Tempesta, Tavolo

La tempesta in Grecia: immagini impressionanti

Sei le vittime accertate. Sono tutti turisti, tra cui due bambini

11/07/2019 10.07.00

Grecia , il tornado fa volare via i tavoli dal ristorante sulla spiaggia

Sei le vittime accertate. Sono tutti turisti, tra cui due bambini

Corriere Tv Leggi di più: Corriere della Sera »

Noi domani, la scuola che verrà. Le animazioni tratte dal concorso di scrittura Zanichelli -Scuola Holden | Sky TG24

Sky TG24 ha tradotto in illustrazioni animate due tra gli scritti scelti e poi pubblicati sul sito Zanichelli (qui potete leggere tutti i testi). Le due puntate della serie NOI DOMANI sono a cura di Andrea Dambrosio e Fabio Vitale.

Tornado e grandine in Grecia, muoiono sei turisti - La StampaIl capo della protezione civile della penisola Calcidica: «Un fenomeno senza precedenti»

Vento e pioggia: sei turisti morti in Grecia per il maltempoFeriti e morti per l’ondata di maltempo che ha invaso il Paese Non chiamatelo maltempo. È emergenzaclimatica Qualcuno dirà che è colpa dell’austerity

Federer, 100 vittorie a Wimbledon. E venerdì sfida Nadal 11 anni dopo la loro ultima finale - La Stampa«Cento vittorie a Wimbledon, chi l’avrebbe detto? Sicuramente non io. In campo oggi non ci ho proprio pensato, è stato un fan a ricordarmelo dopo la partita mentre firmavo autografi». Roger Federer è in semifinale a Championships, per la 13esima volta, la 45 esima in uno Slam. Ha battuto in quattro set Kei Nishikori, raschiando un po’ in partenza come un Diesel, e come premio venerdì lo aspetta la 40 esima replica della sfida con Rafa Nadal, che poco dopo ha stretto la mano e congedato il gigante gentile Sam Querrey. Il bilancio è 24 a 15 per Rafa che al Roland Garros un mesetto fa si è aggiudicato l’ultima puntata. Sull’erba sacra di Church Road si sono già divisi tre finali, le prime due (2006 e 2007) le ha vinte Roger, la terza - mitologica, la più bella partita degli ultimi 30 anni, una delle più belle di sempre, finita 9-7 al quinto set - se la prese Nadal nel 2008. «Già allora qualcuno ci aveva dato per finiti - gongola il genio - Invece siamo ancora qui». In compagnia del terzo socio della ditta, Novak Djokovic, vincitore in tre set di David Goffin. Sempre loro, tutti e tre insieme per la tredicesima volta in una semifinale di uno Slam. «Dei giovani abbiamo già parlato tante volte, non fatemi ripetere le stesse cose», si scoccia un po’ il Djoker. «Verrà il loro tempo. Adesso noi tre siamo molto concentrati sugli Slam, i tornei che ci interessano davvero». In tre ne hanno già vinti 53: Federer 20, Nadal 18 e Djokovic 15. Magari alla fine la spunterà l’intruso spagnolo, Roberto Bautista Agut, che per questi giorni aveva già prenotato una zingarata con sei amici a Ibiza, una specie di addio al celibato visto che si sposerà a fine anno, e invece si ritrova, per la prima volta in carriera, a 31 anni, in una semifinale Slam. Per giunta sull’erba. «Sì, lo so, sono spagnolo, e sono anche cresciuto in un circolo che aveva 15 campi, tutti in terra», dice Roberto dopo aver battuto in quattro set Guido Pella nel derby degli imbucati. «Ma i miei colpi sono molto, molto pi

Popolo, sei ’na monnezza - La StampaPopolo, sei ’na monnezza. Pure i denti per terra. Non la sapete questa, vero? L’altro giorno a Montesacro, ai piedi d’un cassonetto, hanno trovato centinaia di denti, incisivi e molari guasti, e ci si chiede: ma perché? Chi li ha gettati? Perché li conservava? Perché... Perché... Ma che volete saperne voi che non state a Roma? Noi qui abbiamo un sindaco che con l’assessore, nottetempo, s’appostava dietro ai bidoni e quando arrivava qualcuno saltava fuori - che stai buttando? - e a una vecchia uscì l’anima dal petto: «Mavammorì ammazzata, m’hai fatto pija ’n colpo». Noi qui abbiamo avuto la moria dei frigoriferi, ce ne stavano ovunque perché noi popolo siamo ’na monnezza. E coi piedi fra reflui e ratti e scheletri d’elettrodomestici ci godiamo lo spettacolo. Niente è mai tragico, nessuna piaga qui è biblica, finisce sempre tutto in commedia, con la presidente della municipalizzata che si aggira nei millenari vicoli a controllare i sacchi di monnezza, e ne trova di irregolari, li fotografa proprio mentre passa Hugh Grant, l’attore, che la scambia per un paparazzo e la malmena per bene, almeno fino al disvelamento dell’equivoco. Siamo un popolo di zozzoni che sporcano e zozzoni che non puliscono e l’assurdo spazza via ciò che non spazza lo spazzino. Così su un divano delle centinaia abbandonati fra le alture di monnezza, una mano sagace pone un biglietto: «Metteteve comodi, che poi passano». Popolo, tu manco sai qual è la fortuna tua, disse Alberto Sordi, perché sei ’na monnezza, ma resti pulito perché non ci hai la responsabilità... Vattene a casa, popolo, vattene a casa, va’.

La regina col pollice verde: «Sono ancora capace di piantare un albero» - VanityFair.itLa sovrana inglese, in visita a Cambridge, ha afferrato la vanga all’istituto di botanica e ha ammonito gli scettici. Poi si è spostata al Royal Papworth Hospital per incontrare i bambini che hanno subito un trapianto

Pernigotti, i turchi fanno ricorso al Tar contro la variante che blinda la fabbrica - La StampaLa giunta guidata dal sindaco Gian Paolo Cabella ha deciso di difendere l’atto approvato dal centro sinistra, prevedendo una spesa di circa 13 mila euro per l’incarico a un legale