Animali%2Ccane

Animali%2Ccane

La storia a lieto fine di Rooney, il cane abbandonato in chiesa con una lettera del proprietario - La Stampa

La storia a lieto fine di Rooney, il cane abbandonato in chiesa con una lettera del proprietario @fulviocerutti

12/01/2020 20.45.00

La storia a lieto fine di Rooney, il cane abbandonato in chiesa con una lettera del proprietario fulviocerutti

Lo aveva abbandonato. In una chiesa inglese, pochi giorni prima di Natale. Non un gesto crudele, ma disperato e pieno di amore. Fatto da un uomo che non poteva più tenerlo. Ora però questa storia ha un lieto fine: il cane Rooney e il suo proprietario torneranno insieme. Quando l’uomo ...

FULVIO CERUTTIPubblicato il12 Gennaio 2020Lo aveva abbandonato. In una chiesa inglese, pochi giorni prima di Natale. Non un gesto crudele, ma disperato e pieno di amore. Fatto da un uomo che non poteva più tenerlo. Ora però questa storia ha un lieto fine: il cane Rooney e il suo proprietario torneranno insieme.

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 25 Giugno: Grillo sfascia tutto. Conte pronto all’addio - Il Fatto Quotidiano Un chilometro contromano sulla A5, multato autista di un Tir - Attualità Pd, Letta: ' Mai più al governo con Salvini e la Lega'

Quando l’uomo ha lasciato lo Staffie di sette anni legato all’altare della chiesa del Sacro Cuore di Blackpool, ha anche lasciato un biglietto di spiegazioni: «Per favore, credetemi quando vi dico che non l'ho fatto facilmente. Il mio cane significa per me il mondo e non so cos'altro fare. Non ho casa o soldi per lui. La vita ha preso una brutta piega per me e non potevo immaginare che rimanesse fuori con me al freddo e affamato» si legge nel testo pieno di disperazione.

Il cane è stato affidato alla Rspca e chiamato Cracker. Era il 18 dicembre e il responsabile del canile locale aveva anche lanciato un appello all’ex proprietario: «Possiamo aiutarti. Ma se non tornerai lo daremo in adozione».E il suo proprietario è tornato: è una donna di nome Alison, una senzatetto, e si è scoperto che il vero nome del cane è Rooney. Ora l’animale rimarrà con la Charity Street Paws che si prenderà cura di lui fino a quando la donna non sarà pronta per riportarlo a casa. headtopics.com

«La storia di Rooney ha davvero toccato il cuore della nazione, ma purtroppo non è insolita – spiega a fondatrice di StreetPaws, Michelle Southern – . Le persone che non hanno casa sono costrette a prendere decisioni strazianti e rinunciare ai loro animali domestici in quanto non hanno altra scelta».

Leggi di più: La Stampa »

Siparietto Draghi-Casellati: 'Forse la presidente mi ha tolto parola' - Italia

Lei: 'Non mi permetterei' (ANSA)

Fiamme vicino a casa, il cane abbaia e salva la famiglia - La StampaErano le tre di notte. Tutta la famiglia stava dormendo. Ma non il cane di casa che ha iniziato ad abbaiare. E aveva un buon motivo: vicino all’abitazione era scoppiato un incendio. Il tutto è capitato nei giorni scorsi nel Comune di Triora, nell’Imperiese, e l’intervento è stato fondamentale per ...

La distruzione - La StampaL’ultimo approdo della nostra civiltà è squadernato in una notizia diffusa in solitaria dal Dubbio: a dicembre furono liberati dalla detenzione preventiva (cioè prima del processo) due indagati di Bibbiano, ai quali almeno stavolta si risparmieranno i nomi in pagina. I motivi della decisione sono stati ora illustrati dal giudice delle indagini preliminari: «Concordemente con il pm» si ritiene che «la distruzione dell’immagine pubblica» è tale che i due «devono temere per la loro incolumità» e rende impossibile l’inquinamento delle prove. Non solo. «Il timore della propria immagine pubblica» sconsiglierà chiunque di accostarsi a gente con la reputazione così ben infangata, e ne sortirà un «cordone sanitario» più efficace di «qualsivoglia altra misura cautelare». Riassunto brutale: due innocenti (non secondo me, secondo la Costituzione) sono stati sputtanati al punto da doversene stare alla larga dal consesso umano per non ricavarne sputi o botte, e questo sarà persino più efficace della prigione. Il caso suggerisce un’idea (al ministro Alfonso Bonafede potrebbe piacere): invece del gabbio, catrame e piume e calci nel sedere nella piazza del paese per tutti gli indagati, si risparmia anche sui costi di mantenimento. Se poi malauguratamente saranno assolti, si vedrà. Non è sarcasmo, è il nostro pane quotidiano, e non vorrei se ne riversasse la colpa esclusivamente sulla magistratura. Siete voi i cannibali, la volete voi la carne umana, lo spettacolo sanguinolento con contorno d’indignazione gratis. E siamo noi, noi giornalisti, gli chef stellati di questo osceno pasto. Bizzarri questi del Nord : il Corriere della Sera esce al mattino e il Buongiorno di Feltri lo pubblicano a mezzanotte. Mentre a Napoli Il Mattino esce correttamente al mattino. Quando si dice la superiorità del Sud

Il geologo poeta della Val Tanaro: “Racconto la natura imperfetta” - La StampaAldo Acquarone, 55 anni, sente di parlare lo stesso linguaggio della terra. Così ha imparato a studiarla e a scriverne

Ravel & Puccini, la strana coppia fa scoppiare il divertimento - La StampaFa tappa al teatro Sociale di Como il dittico formato dall’«Heure espagnole» e da «Gianni Schicchi», due capolavori comici che appaiati funzionano benissimo.

La metropolitana di Roma: teatro drammatico di incidenti, disagi e disservizi quotidiani - La StampaL'ultimo episodio tragico stamattina alla stazione Colosseo dove una donna è morta per un malore. Si chiede maggiore attenzione ai passeggeri e più controlli. Ancora chiusa, da quasi un anno, la fermata Barberini. Ed è la colpa della Raggi che quella donna ha avuto un infarto? Ma veramente fatte? Ma voi siete davvero delle 'puttane' come vi ha chiamati di Battista! Ma sparite che siete una vergogna! Le troje della politica..i giornalai

Pasticcio Napoli e la Lazio si porta a casa i tre punti - La StampaLa Lazio “suona” la decima vittoria consecutiva e festeggia con questo record i suoi 120 anni d'età. A dare la stoccata vincente ad un bel Napoli, ancora una volta nel finale di match, è il partenopeo Ciro Immobile che approfitta di uno svarione imperdonabile del portiere azzurro Ospina ed è lesto a tirare in porta la palla, deviata all'ultimo oltre la riga bianca da Di Lorenzo. Gli azzurri cedono così di schianto al termine di una buonissima ripresa durante la quale erano andati vicinissimi al vantaggio con il palo di Zielinski e un buon Insigne. Gli uomini di Inzaghi con una partita ancora da recuperare vedono la vetta sempre più vicina a quota 42 punti ed una gara da recuperare. Pronti via: Luiz Felipe vince il ballottaggio con Patric. Centrocampo con Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto e Lulic. Davanti Caicedo con Immobile. Out Correa, che non va neanche in panchina dopo i problemi fisici degli ultimi giorni.Un solo cambio per il Napoli rispetto all'undici visto lunedì scorso contro l'Inter. Tante assenze per Gennaro Gattuso. Fuori Mertens, Koulibaly, Ghoulam, Maksimovic, Younes, Meret, oltre al neo-acquisto Demme non ancora disponibile. L'allenatore calabrese non regala sorprese rispetto alle previsioni della vigilia: tra i pali va Ospina mentre in difesa riconferma per Di Lorenzo in coppia con Manolas ed Hysaj e Mario Rui ai lati. In mediana scelte obbligate con Allan, Fabian e Zielinski ed in attacco solito tridente. Primo tempo avaro di grandi emozioni eccezion fatta per gli ultimi minuti. Le squadre si annullano reciprocamente con una Lazio che appare più contratta rispetto alle belle prove prima di Natale. Solo nel finale della prima frazione la formazione di Inzaghi fa gridare l'Olimpico al possibile vantaggio con un bel tiro di Milinkovic.Savic da fuori a concludere una veloce azione.Serbo che poi ci riprova con un tiro al volo sotto misura Caicedo respinto bene da Ospina. Al finale tutto biancoceleste risponde il Napoli con un super avvio di ripres Come si fa ad attribuire ad Immobile una clamorosa autorete sul rinvio di Di Lorenzo. Voi giornalisti siete veramente vergognosi