Oscar 2020, Cinema

Oscar 2020, Cinema

La recensione del premio Oscar “Parasite”: una metafora dell’ingiustizia sociale - La Stampa

La recensione del premio Oscar “Parasite”: una metafora dell’ingiustizia sociale

10/02/2020 13.05.00

La recensione del premio Oscar “Parasite”: una metafora dell’ingiustizia sociale

Bong Joon-Ho è un regista forte, la fotografia di Kyung-pyo Hong è calibratissima, gli attori sono molto a fuoco

Alessandra Levantesi KezichPubblicato il10 Febbraio 2020«È una metafora» finge di estasiarsi il giovane tutore di inglese, davanti allo scarabocchio picassiano del viziato figlioletto dei ricchi padroni di casa; ma la vera metafora è il film che contiene la scena, Parasite, Palma d’oro a Cannes lo scorso maggio. Pur essendo regista che ama cavalcare il cinema di genere sparigliandone con talentosa abilità le carte, il coreano Boong Joon-ho è convinto dell’importanza di riflettere l’aria dei tempi; e il tema dell’ingiustizia sociale, che si affaccia in ogni sua opera (incluso uno sci-fi d’azione come Snowpiercer), risulta più che mai evidente in 

Eriksen si accascia: è a terra privo di sensi, compagni in lacrime. Diversi massaggi cardiaci Euro 2020, malore per Eriksen durante Danimarca-Finlandia Il doppio livello di Matteo Salvini: il sostegno al premier e le accuse in stile No vax

Parasite. Che all’inizio doveva intitolarsi «Decalcomania» proprio per il fatto di mettere allo specchio due immagini familiari simmetriche nella composizione (un padre, una madre un figlio, una figlia), ma divise da un insanabile gap economico.

Da una parte i poveri che vivono privi di prospettive in un puzzolente seminterrato infestato da scarafaggi; dall’altra i ricchi che abitano in una meravigliosa villa circondata da un ampio giardino. Assunto dall’agiatissima famiglia grazie a un falso diploma, il tutore trova modo di introdurre in quel paradiso terrestre i suoi, presentandoli uno a uno nelle vesti di insegnante di disegno, autista, governante. Lo scopo è quello di poter in qualche modo godere del benessere altrui, ma fra un colpo di scena e l’altro la situazione si aggroviglia e precipita. La finezza è che i ricchi, chiusi nel loro microcosmo di lusso, hanno (allegoricamente e letteralmente) sentore della miseria solo per il tramite del suo sgradevole odore; mentre i poveri ricorrono alle armi della mistificazione e della violenza unicamente per potersi liberare dai miasmi del sottosuolo. headtopics.com

Bong Joon-Ho è un regista forte, parte su un graffiante tono da black comedy e, pian piano, in un crescendo di suspense e caos affonda la lama su un allarmante registro drammatico/grottesco. La fotografia di Kyung-pyo Hong è calibratissima; e gli interpreti, a cominciare da Song Kang-ho, si intonano perfettamente al gioco di questa «commedia senza clown», di questa «tragedia senza cattivi».

©RIPRODUZIONE RISERVATAQui andrà inserito il messaggio del Direttore, esempio:"Chiunque ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione; questo diritto include libertà a sostenere personali opinioni senza interferenze...."

Leggi di più: La Stampa »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

PREMIO OSCAR assoluto 2020 al film coreano “PARASITE” una satira sociale sui mali del globalismo. Vincitore anche della Palma d’oro a Cannes.Un film che fa riflettere!!!

Una notte degli Oscar tra i sensi di colpa e la battaglia studios-Netflix - La StampaLe statuette per «parasite» potrebbero essere il risultato dello scontro a Hollywood più che una vera rivoluzione.

La notte di 'Parasite': il film del sudcoreano Bong Joon-ho trionfa con 4 OscarMiglior film, miglior film straniero, miglior regia, miglior sceneggiatura e migliori effetti speciali. Il regista sudcoreano Bong Joon-ho entra nella storia: è la prima volta che un film non in lingua inglese vince il riconoscimento più ambito. Le statuette per i migliori attori protagonisti a Phoenix e Zellweger. Brad Pitt e Laura Dern migliori attori non protagonisti Hollywood non sa più che pesci pigliare 🤣 Grandissimo film ! Premi meritatissimi.

Oscar per la miglior regia a Bong Joon Ho per 'Parasite' | Sky TG24Leggi su Sky Tg24 l’articolo Oscar per la miglior regia a Bong Joon Ho per 'Parasite' | Sky TG24

Oscar: tutti i premi della 92ma edizione - La StampaStorica vittoria per «Parasite», prima pellicola in lingua non inglese a conquistare il riconoscimento più importante a Los Angeles o jeden za dużo! Miglior film... bah

Scarlett Johansson agli Oscar in Oscar (de la Renta), semi-nudo soooo vintageChe dire, ScarlettJohansson agli Oscars è INCREDIBILE

«Parasite»: 5 motivi per cui potrebbe vincere agli Oscar 2020 - VanityFair.itIl film di Bong Joon-ho potrebbe essere il primo film sudcoreano della storia a fare la doppietta e vincere l'Oscar come Miglior Film Straniero e Miglior Film in assoluto. Ecco perché se lo meriterebbe TheAcademy Mi e' piaciuto tantissimo gran bel film Parasite