La posta di Gramellini: «La tentazione della minestra riscaldata»

«È lecito credere che l’incontro con lo stesso uomo, in momenti diversi della vita, possa dare frutto a cose diverse?». Scrivete a 7dicuori@rcs.it

05/03/2021 14.09.00

«È lecito credere che l’incontro con lo stesso uomo, in momenti diversi della vita, possa dare frutto a cose diverse?». Scrivete a 7dicuorircs.it

«È lecito credere che l’incontro con lo stesso uomo, in momenti diversi della vita, possa dare frutto a cose diverse?». Scrivete a 7dicuori@rcs.it

EmailQuesta è la rubrica della posta del cuore curata per 7 da Massimo Gramellini. Il 7 di Cuori è la carta che indica la seconda possibilità, l’occasione che si ripresenta, l’opportunità di portare a termine qualcosa rimasto incompiuto. Per noi è l’invito a ricominciare, a partire alla riscossa, accettando e assecondando il cambiamento. In quale direzione? Vogliamo aiutarvi a sceglierla: scrivete a 7dicuori@rcs.it

Cinque azzurri (e tutto il Galles) si inginocchiano prima del fischio di inizio: non era mai successo Primarie a Roma e Bologna, Letta e il Pd: «Grande affluenza, una festa della democrazia» Compie un anno Richard, il bimbo più prematuro di sempre: «Gli davano zero possibilità»

Caro Massimo,inaspettatamente il 2020 per me è stato un anno di svolta. Sono riuscita a compiere una scelta lavorativa che mai avrei creduto, abbandonando una strada sicura e triste per una incerta che mi rende felice. Negli ultimi mesi sto sentendo quotidianamente in via esclusivamente telefonica una persona con cui ho avuto una storia che si è interrotta oltre due anni fa. Prima la relazione era basata principalmente sul sesso (unico, meraviglioso e talmente incredibile da farmi pensare che fosse amore); quando io chiesi più assiduità lui si tirò indietro perché non voleva sostenere le difficoltà di una storia a distanza.

«MI HA RICERCATA PER CHIARIRE GLI EVENTI DI DUE ANNI PRIMA... MI CHIEDO SE SIA SOLO IL MIO DESIDERIO DI AVERE UNA RELAZIONE A FARMI BEN SPERARE»Adesso mi ha ricercata per chiarire gli eventi di due anni prima e in modo molto naturale abbiamo iniziato a sentirci tutti i giorni; mi sembra una persona molto maturata e molto più presente, più dolce e propositiva, inoltre vuole venirmi a trovare non appena i dpcm lo consentiranno. Mi chiedo se sia solo il mio desiderio di avere una relazione a farmi ben sperare verso questa vecchia ma nuova conoscenza, o se abbia ragione il mio io razionale che direbbe che nessuno ritorna cambiato e pieno di sentimenti. Ricordo ancora le parole del mio terapeuta due anni fa, quando mi disse che la questione non si sarebbe chiusa lì: è lecito credere che lo stesso incontro in momenti diversi della vita possa dare frutto a cose diverse? headtopics.com

ValentinaVALENTINA in modalità replay,qui non troverai un cantore delle minestre riscaldate. Anche quando sembrano saporite, finiscono quasi sempre per restare sullo stomaco. Questo dipende dal fatto che ogni singola relazione tra esseri umani (e non parlo solo di quelle amorose: anche il “buongiorno-buonasera” che ti scambi con il vicino di casa o il panettiere) si stabilizza su una determinata frequenza che difficilmente cambia nel corso del tempo. Ti sarà successo di rincontrare una persona che non vedevi dall’infanzia e di scoprire che il rapporto era rimasto sostanzialmente lo stesso: se nella dinamica della vostra interazione infantile uno dei due recitava la parte dello spiritoso, continua a farla pure adesso. E se uno dei due pativa l’altro, continua a patirlo, anche se nel frattempo i vostri ruoli in società sono cambiati. L’unico cambiamento che stravolge davvero i rapporti di forza è quello interiore. Il mondo esterno è sempre l’ombra del mondo che hai dentro di te. Se cambia il dentro, cambia anche il fuori.

TU HAI PRESO UNA STRADA: NON TORNARE INDIETRO A RECUPERARE CHI HA SCELTO DI ANDARE ALTROVE (O DI RESTARE FERMO)Per una vita ho pensato che il sole mi mettesse di buonumore, ma col tempo ho scoperto che era vero il contrario: solo quando sono di buonumore mi accorgo che c’è il sole. Venendo all’interazione con il tuo ex, tu sei una persona molto diversa, rispetto a due anni fa. Hai trovato riserve di coraggio che non sapevi di possedere e che ti hanno portato a cambiare lavoro e ad acquisire una nuova stima di te. Avrà fatto anche lui un percorso simile? In tal caso la vostra non sarebbe più una minestra riscaldata, ma una nuova partenza tra due individui realmente diversi. Non puoi rispondere davvero a questa domanda finché non lo guarderai negli occhi. Se però ti dovessi accorgere che lui è rimasto lo stesso, ti scongiuro di non tornare quella di prima anche tu, al solo scopo di riaverlo. Ormai hai preso la tua strada e devi accompagnarti con le persone che incroci lungo il cammino, senza tornare indietro a recuperare chi ha scelto di andare altrove. O di restare fermo.

Caro Massimo,le scrivo per lenire un dolore che non posso esporre a chi mi circonda per non travolgerli emotivamente. Quaranta io, trenta lei. Dopo un anno di convivenza rimane incinta. Gioia mista a paura. Siamo a marzo, in pieno lockdown. Difficile pure trovare un ambulatorio, un ginecologo. Alle visite attendo fuori per ore. Mi perdo l’emozione dell’ecografia del primo figlio. Sentirgli battere il cuore. Affrontiamo tutto da soli. Le nostre famiglie al Sud, bloccate. Sembra che potremmo farcela. Una sera sta male. L’indomani mattina perdiamo il bambino. Un dolore che ci spezza. Ci stringiamo, poi ci perdiamo. Cade in depressione. A settembre ci riproviamo. Una strada in salita. Non torniamo sull’argomento ma pensiamo soltanto a quello. A Natale mi dice: «A quest’ora avremmo dovuto avere nostro figlio in braccio». Dopo pochi giorni, va via per sempre. Non è riuscita a venir fuori da quella palude di dolore. E mi ha lasciato qui - da solo - a combattere con i ricordi. Scusi. Avevo bisogno di dirlo a qualcuno.

Un lettoreLETTORE che chiede l’anonimato,questo sportello di pronto soccorso emotivo serve anche a questo: a offrire il pretesto di scrivere a sé stessi per prendere consapevolezza del proprio dolore, che è poi l’unico modo per attraversarlo senza venirne travolti. Un evento traumatico (e il vostro è stato uno dei più devastanti) non produce sempre lo stesso effetto. Ci sono coppie che hanno perso un figlio, ma hanno trovato le ragioni per restare insieme e metterne al mondo, o adottarne, un altro. E ce ne sono altre che quelle ragioni non sono più riuscite a rintracciarle e nella devastazione psicologica succeduta alla perdita hanno visto il segnale della fine del loro progetto di coppia. Posso solo immaginare che cosa Lei e la sua ex stiate provando e non cercherò di edulcorarle il dolore con parole che, anche se meditate, adesso suonerebbero vuote. Però mi auguro che l’avere scritto e resa pubblica questa lettera rappresenti l’inizio di un percorso di guarigione. headtopics.com

Giustizia, l'attacco di Marta Cartabia: “Crisi di credibilità e fiducia, ci vorrebbero tanti Livatino” In Edicola sul Fatto Quotidiano del 21 Giugno: Fico: “Ora il salario minimo e nuovo alt ai licenziamenti” - Il Fatto Quotidiano Pizza, la ricetta perfetta per farla a casa

5 marzo 2021 (modifica il 5 marzo 2021 | 09:31) Leggi di più: Corriere della Sera »

Funivia Mottarone: incidente ripreso in video da telecamere sicurezza

Leggi su Sky TG24 l'articolo Funivia Mottarone: incidente ripreso in un video dalle telecamere di sicurezza

La battaglia per la Union Jack, la bandiera britannica ostaggio dei nazionalistiBbc sotto attacco per avere ironizzato sull'ostentazione da parte dei ministri del governo Johnson, che ha imposto sia sfoggiata in tutti gli uffici pubbli…

La Biellese si allena verso la ripresa: “L’obiettivo è sempre onorare la maglia”Finalmente per La Biellese primo allenamento con il pallone. La squadra ha iniziato agli ordini di mister Rizzo il cammino verso l’11 aprile, domenica della ripartenza volontaria in Eccellenza. «Proviamo due emozioni differenti - spiega Luca Rossetto, presidente del sodalizio bianconero -. Il primo ci fa dire, finalmente. Il secondo ...

Serena Mollicone, la sorella: «Era la strada giusta, attendo la verità»Consuelo, che in questi vent’anni è rimasta al fianco di suo padre Guglielmo nella battaglia giudiziaria: «Non ci siamo mai arresi, avevamo ragione» Il brigantaggio nn è mai stato sconfitto in quelle aree, tanto che si è diffuso in tutte le organizzazioni anche statali e private. Serena è simbolo dei giovani italiani schiacciati dagli interessi dei grandi che hanno venduto il futuro e si sono comprati lo Stato.

La svolta legale per la morte di Sarah Everard, la misoginia diventa un'aggravanteIl sacrificio di Sarah Everard ha portati negli Uk allo sblocco di una questione aperta da tempo: la misoginia ora è un hate crime e costituisce un'aggravante. 18marzo

Abolita definitivamente la censura cinematografica, Franceschini firma il decreto e nasce la commissione per la classificazione«Abolita la censura cinematografica, definitivamente superato quel sistema di controlli e interventi che consentiva ancora allo Stato di intervenire sulla libertà degli artisti», così il Ministro della cultura, Dario Franceschini che ha firmato il decreto che istituisce la Commissione per la classificazione delle opere cinematografiche presso la Direzione Generale Cinema ... Anche in quella commissione metteranno incapaci siamo in Italia. Quindi nei film si potrà dire 'frocio'? E si potrà vedere una femmina che cucina e un uomo che le dice 'stai zitta'? Scommetto di no. Quindi porno libero?

Schwazer, Sandro Donati: «La Wada nega la realtà, la macchinazione contro Alex è evidente»L’allenatore: «L’antidoping mondiale avrebbe dovuto annullare quel controllo, come mai si sono mossi per non consegnare l’urina al giudice?» Ci vuole un bel coraggio a non arrendersi all' evidenza della sentenza di un tribunale. Ma purtroppo non è la prima volta che la Wada ha comportamenti poco comprensibili che insospettiscono se non scorretti. E i media, zitti?